La norma della dimensione dei ventricoli del cervello nei neonati

Nei primi giorni di vita di un neonato si effettuano vari test, si effettuano vaccinazioni e si effettuano anche esami per ottenere informazioni complete sulle condizioni generali del bambino. Una delle procedure principali è l'ecografia cerebrale. Ti consente di scoprire non solo eventuali deviazioni e il grado di sviluppo del cervello, ma anche di controllare le dimensioni complessive dei ventricoli del cervello in un neonato, la cui norma è un certo valore. L'esame di un bambino è una fase importante della sua vita, poiché disturbi e patologie non immediatamente identificati possono influenzare negativamente la vita futura e lo sviluppo del bambino.

Cosa fare se improvvisamente un'ecografia ha mostrato un aumento dei ventricoli del cervello in un neonato? Se i neonati con ventricoli cerebrali ingrossati sono in uno stato normale e non ci sono gravi anomalie neuropatologiche, lo specialista può prescrivere visite regolari al neurologo per monitorare e monitorare la condizione. Ma se le deviazioni dalla norma sono abbastanza gravi e i sintomi neuropatologici sono pronunciati, il bambino ha bisogno di un trattamento speciale, che è prescritto da un medico neuropatologo.

Ragioni per la deviazione dello sviluppo dei ventricoli del cervello

Al momento, sono noti molti fattori che influenzano l'aspetto delle patologie dei ventricoli del cervello nei bambini. Tutti possono essere suddivisi in due categorie: acquisite e congenite. Quelli acquisiti includono quei motivi che potrebbero sorgere durante la gravidanza della madre del bambino:

  1. Malattie infettive di cui soffre una donna durante la gravidanza.
  2. Infezioni e sepsi all'interno dell'utero.
  3. Penetrazione di corpi estranei nel cervello.
  4. Malattie croniche della madre che influenzano il normale corso della gravidanza.
  5. Nascita prematura.
  6. Ipossia fetale all'interno dell'utero (insufficiente o, al contrario, aumento dell'afflusso di sangue alla placenta).
  7. Durata anormale del periodo anidro.
  8. Trauma da parto (strangolamento da parte del cordone ombelicale o deformità del cranio).
  9. Tempestoso lavoro.

Le cause congenite includono una predisposizione genetica all'allargamento dei ventricoli; anomalie che si verificano nei cromosomi, nonché varie neoplasie (cisti, tumori maligni o benigni, ematomi). Insieme ai motivi di cui sopra, i cambiamenti caratteristici delle dimensioni dei ventricoli del cervello possono essere innescati da trauma cranico, emorragia cerebrale, ictus.

Anatomia dei ventricoli del cervello

Il cervello umano è una struttura molto complessa in cui ogni sottostruttura e ogni componente è responsabile del raggiungimento di determinati obiettivi. Negli esseri umani, il cervello contiene una struttura speciale che contiene liquido cerebrospinale (CSF). Lo scopo di questa struttura è la circolazione e la produzione di liquido cerebrospinale. Ogni bambino e adulto ha 3 tipi di ventricoli cerebrali, e il loro numero totale è 4. Sono collegati tra loro tramite canali e fori, valvole. Quindi, i ventricoli si distinguono:

  1. Lato.
  2. Terzo.
  3. Il quarto.

I ventricoli laterali si trovano simmetricamente l'uno rispetto all'altro. Quello di sinistra è designato dal primo, quello di destra - dal secondo, sono collegati al terzo. Il terzo ventricolo è anteriore, contiene i centri del sistema nervoso autonomo. Il quarto è posteriore, ha una forma simile a una piramide ed è collegato al midollo spinale. Un cambiamento nelle dimensioni dei ventricoli comporta un disturbo nella produzione e circolazione del liquido cerebrospinale, che può portare ad un aumento del volume del fluido nel midollo spinale e alla rottura delle condizioni di lavoro di un organo vitale.

Ventricoli ingranditi: manifestazione

Come sapete, una delle funzioni dei ventricoli è la secrezione di liquido cerebrospinale nella cavità tra le meningi e le membrane spinali (spazio subaracnoideo). Pertanto, i disturbi nella secrezione e nel deflusso del fluido portano ad un aumento dei volumi ventricolari.

Ma non ogni aumento e cambiamento di dimensioni è considerato una patologia. Se entrambi i ventricoli laterali diventano più grandi simmetricamente, non dovresti preoccuparti. Se l'aumento avviene in modo asimmetrico, cioè il corno di uno dei ventricoli laterali aumenta, ma il corno dell'altro no, viene rivelato lo sviluppo patologico.

L'allargamento dei ventricoli della testa è chiamato ventricolomegalia. Esiste in 3 tipologie:

  1. Laterale (espansione dei ventricoli destro o sinistro, allargamento della parte posteriore).
  2. Cervelletto (cambiamenti nelle dimensioni del cervelletto e del midollo allungato).
  3. Scarico anormale di liquido cerebrospinale nella regione frontale.

Ci sono 3 gradi del decorso della malattia:

  1. Facile.
  2. Media.
  3. pesante.

A volte la malattia è accompagnata da un malfunzionamento del sistema nervoso centrale. L'allargamento ventricolare nei bambini grandi con una forma del cranio irregolare è considerato normale..

Interpretazione dell'aspetto dei ventricoli dilatati

La deviazione dalla dimensione normale dei ventricoli non indica sempre il corso dei processi patologici. Molto spesso, questi cambiamenti sono una conseguenza delle caratteristiche antropologiche del bambino. Quasi tutti i neonati di età inferiore a un anno hanno ventricolomegalia. Appare come risultato di una violazione del deflusso di liquido o di un accumulo eccessivo di liquido cerebrospinale.

Secondo le statistiche, l'allargamento dei ventricoli laterali è più comune nei bambini nati prematuramente. In loro, a differenza dei bambini nati al momento giusto, le dimensioni della prima e della seconda cavità sono più aumentate. In caso di sospetto di asimmetria, è necessario determinare le misurazioni, la diagnostica e le caratteristiche di qualità..

Sintomi di ventculomegalia

Con la ventculomegalia, a causa della grande quantità di liquido cerebrospinale, la pressione all'interno del cranio aumenta nel bambino; appare edema della corteccia, materia grigia, tessuti. La pressione interrompe l'afflusso di sangue al cervello e si verifica un deterioramento e un malfunzionamento del sistema nervoso centrale.

I sintomi con un aumento dei ventricoli sono i seguenti:

  • Aumento dell'attività muscolare.
  • Deterioramento della vista (sfocatura, strabismo, sguardo verso il basso).
  • Arti tremanti.
  • Andatura strana (movimento in punta di piedi).
  • Manifestazioni riflessive inattive.
  • Comportamento letargico e apatico.
  • Maggiore malumore e irritabilità.
  • Insonnia, sonnambulismo.
  • Mancanza di appetito.

Un evidente sintomo di ventculomegalia è il rigurgito e il vomito, la cui quantità supera la norma. Ciò è dovuto all'irritazione del centro del vomito nel quarto ventricolo, che si trova nella parte inferiore della fossa sotto forma di un diamante.

Diagnosi della malattia

La diagnostica viene eseguita per chiarire la diagnosi. Il medico può notare la forma cronica di ventculomegalia già all'età di tre mesi del bambino usando gli ultrasuoni. Il sondaggio include le seguenti procedure:

  • Esame da parte di un oftalmologo (rivelando così gonfiore agli occhi, idrocefalo).
  • Risonanza magnetica per immagini (la procedura di risonanza magnetica aiuta a monitorare la crescita dei ventricoli dopo la fusione dell'osso cranico. Per l'esame, che richiede dai 20 ai 40 minuti, il bambino viene addormentato con l'aiuto di farmaci).
  • Scansione TC. In questo caso, non è richiesto alcun sonno medico, perché la procedura non richiede molto tempo. Quindi la TC è l'opzione migliore per i bambini che non possono tollerare l'anestesia..

L'ecografia è prescritta per i bambini nati dopo la gravidanza, durante la quale si sono verificate complicazioni. Viene eseguito nel primo anno di vita e, se non ci sono anomalie neurologiche, viene ripetuto dopo tre mesi..

Indicatori di dimensioni normali

Ogni ventricolo ha una dimensione specifica considerata normale. La deviazione da loro è una patologia. Quindi, la profondità normale del terzo ventricolo non è superiore a 5 mm, il quarto ventricolo non è superiore a 4 mm. Quando si misura lateralmente, vengono presi in considerazione i seguenti valori:

  • Cavità laterali: la profondità non deve superare i 4 mm.
  • Corna nella parte posteriore della testa - 10-15 mm.
  • Corna davanti - 2-4 mm.

La profondità del serbatoio grande non è superiore a 3-6 mm. Tutte le cavità e le strutture del cervello dovrebbero avere uno sviluppo graduale, coerente e con una dipendenza lineare dalle dimensioni del cranio.

Trattamento della malattia

Il trattamento può essere prescritto solo da un neurochirurgo o neuropatologo. La terapia farmacologica è comunemente usata. Non tutti gli episodi richiedono un trattamento, ma viene utilizzato in caso di anomalie neuropatologiche pronunciate. I principali farmaci sono:

  • I diuretici sono usati per ridurre l'edema cerebrale, normalizzare e accelerare l'escrezione di liquidi.
  • I farmaci contenenti potassio compensano la carenza della quantità richiesta di potassio accelerando il processo di minzione.
  • I complessi vitaminici sono usati per reintegrare le vitamine perse e per ripristinare il corpo del paziente.
  • I nootropi migliorano l'afflusso di sangue al cervello, la circolazione dei micro-tessuti e l'elasticità vascolare.
  • I sedativi hanno un effetto sedativo, riducono i segni neurologici come pianto, sbalzi d'umore, irritabilità.

Se la ragione per la comparsa di deviazioni nella dimensione delle cavità cerebrali è un danno meccanico alla testa, è necessario un intervento chirurgico.

Espansione dei ventricoli del cervello nei neonati

Molto spesso, i bambini hanno ventricoli cerebrali allargati dopo la nascita. Una tale condizione non sempre significa la presenza di una malattia in cui è assolutamente necessario un trattamento..

Sistema ventricolare del cervello

I ventricoli del cervello sono diversi collettori interconnessi in cui si verifica la formazione e la distribuzione del liquido liquoroso. Il liquido cerebrospinale lava il cervello e il midollo spinale. Normalmente, quando c'è sempre una certa quantità di liquido cerebrospinale nei ventricoli.

Due grandi collettori di CSF si trovano su entrambi i lati del corpo calloso. Entrambi i ventricoli sono collegati tra loro. Sul lato sinistro c'è il primo ventricolo e sulla destra il secondo. Sono composti da corna e un corpo. I ventricoli laterali sono collegati tramite un sistema di piccoli fori con il 3 ventricolo.

Nella parte distale del cervello, tra il cervelletto e il midollo allungato, c'è un 4 ventricolo. È di dimensioni piuttosto grandi. Il quarto ventricolo è a forma di diamante. In fondo c'è un buco chiamato fossa a forma di diamante.

Una corretta funzione ventricolare consente al liquido cerebrospinale di entrare nello spazio subaracnoideo secondo necessità. Quest'area si trova tra le membrane dure e aracnoidee del cervello. Questa capacità consente di mantenere il volume richiesto di liquido cerebrospinale in varie condizioni patologiche..

La dilatazione dei ventricoli laterali è spesso osservata nei neonati. In questa condizione, le corna dei ventricoli sono dilatate e potrebbe anche esserci un aumento dell'accumulo di liquido nell'area dei loro corpi. Questa condizione spesso causa l'allargamento ventricolare sia sinistro che destro. Nella diagnostica differenziale viene eliminata l'asimmetria nell'area dei principali collettori cerebrali.

La dimensione dei ventricoli è normale

Nei neonati, i ventricoli sono spesso dilatati. Questa condizione non significa affatto che il bambino sia gravemente malato. Le dimensioni di ciascuno dei ventricoli hanno significati specifici. Questi indicatori sono mostrati nella tabella.

Dilatazione dei ventricoli laterali del cervello nei neonati komarovskiy

Sindrome idrocefalica nei neonati

La sindrome idrocefalica è intesa come una quantità eccessiva di liquido cerebrospinale (liquido cerebrospinale) sotto le membrane del cervello o nei ventricoli del cervello.
Questa sindrome esiste solo nelle scuole di medicina nello spazio post-sovietico ed è una delle diagnosi più comuni dei neurologi neonatali..

Tuttavia, la questione dell'opportunità di fare questa diagnosi rimane aperta. Il fatto è che il vero idrocefalo può essere trovato solo in un numero relativamente piccolo di bambini con questa diagnosi sindromica, ed è solitamente accompagnato da un aumento della pressione intracranica - sindrome ipertensiva-idrocefalica.

Quali sono i ventricoli del cervello?

I ventricoli laterali sono due cavità riempite di liquido cerebrospinale. Sono i più grandi del corpo umano nel sistema ventricolare e comunicano con il terzo ventricolo attraverso speciali aperture. Ognuno di loro ha un corno posteriore e anteriore, un corpo inferiore e direttamente. C'è anche un quarto ventricolo romboidale, che comunica anche con l'intero sistema..

Questi organi hanno una forma libera della lettera C. Esistono nel corpo per la "produzione" di liquido cerebrospinale, che viene poi inviato allo spazio subaracnoideo. Gravi interruzioni del lavoro possono danneggiare gravemente il cervello e la salute umana in generale.

Nel cervello umano ci sono strutture speciali contenenti liquido cerebrospinale, ad es. liquido cerebrospinale. Il loro scopo principale è la produzione e la circolazione del liquido cerebrospinale. Esistono diversi tipi di ventricoli: laterale, terzo e quarto. I più grandi sono il laterale, simile alla lettera C. Il ventricolo laterale sinistro è considerato il primo, il destro - il secondo.

Essendo infatti il ​​resto della vescica cerebrale, questo ventricolo è un'espansione del canale centrale del midollo spinale. Tutti i ventricoli comunicano tra loro attraverso fori e canali, il che garantisce il movimento del liquido cerebrospinale e il suo successivo deflusso.

Sindrome idrocefalica nei bambini: cause e fattori di rischio

I seguenti motivi possono aumentare il rischio di sviluppare la sindrome ipertetico-idrocefalica:

  • ipossia fetale durante la gravidanza, parto o ossigenazione del sangue insufficiente in un neonato;
  • infezioni intrauterine;
  • Prematurità;
  • anomalie dello sviluppo.

Uno dei motivi principali per un aumento della pressione intracranica (con lo sviluppo dell'idrocefalo) sono i processi volumetrici nella cavità cranica: tumori, ascessi, parassiti, ematomi, ecc..

Ciascuno di questi motivi richiede un trattamento chirurgico e richiede un esame precoce da parte di un neurochirurgo. Inoltre, l'ipertensione intracranica può svilupparsi dopo neuroinfezioni ed emorragie subaracnoidee, che, insieme a patologie generiche, provocano una maggiore formazione di liquido cerebrospinale e lo sviluppo di sintomi neurologici.

Indicatori di dimensioni normali

Ogni ventricolo ha una dimensione specifica considerata normale. La deviazione da loro è una patologia. Quindi, la profondità normale del terzo ventricolo non è superiore a 5 mm, il quarto ventricolo non è superiore a 4 mm. Quando si misura lateralmente, vengono presi in considerazione i seguenti valori:

  • Cavità laterali: la profondità non deve superare i 4 mm.
  • Corna nella parte posteriore della testa - 10-15 mm.
  • Corna davanti - 2-4 mm.

La profondità del serbatoio grande non è superiore a 3-6 mm. Tutte le cavità e le strutture del cervello dovrebbero avere uno sviluppo graduale, coerente e con una dipendenza lineare dalle dimensioni del cranio.

Decifrare i risultati diagnostici consiste nel descrivere alcune strutture, la loro simmetria e l'ecogenicità dei tessuti. Normalmente, in un bambino di qualsiasi età, le strutture del cervello dovrebbero essere simmetriche, omogenee, corrispondenti all'ecogenicità. Nel decifrare la neurosonografia, il medico descrive:

  • simmetria delle strutture cerebrali - simmetrica / asimmetrica;
  • visualizzazione di solchi e convoluzioni (dovrebbe essere chiaramente visualizzato);
  • condizione, forma e posizione delle strutture cerebellari (tentazione);
  • lo stato della falce cerebrale (sottile vena iperecogena);
  • presenza / assenza di fluido nello spazio interemisferico (il fluido dovrebbe essere assente);
  • omogeneità / eterogeneità e simmetria / asimmetria dei ventricoli;
  • lo stato della tenda cerebellare (tenda);
  • assenza / presenza di formazioni (cisti, tumore, anomalie dello sviluppo, cambiamenti nella struttura del midollo, ematoma, fluido, ecc.);
  • lo stato dei fasci vascolari (normalmente sono iperecogeni).
ParametriNorme per i neonatiNorme in 3 mesi
Ventricoli laterali del cervelloLe corna anteriori sono 2-4 mm. Le corna occipitali sono 10-15 mm. Corpo - fino a 4 mm.Corna anteriori - fino a 4 mm. Le corna occipitali sono fino a 15 mm. Corpo - 2-4 mm.
III ventricolo3-5 mm.Fino a 5 mm.
Ventricolo IVFino a 4 mm.Fino a 4 mm.
Fessura interemisferica3-4 mm.3-4 mm.
Grande cisternaFino a 10 mm.Fino a 6 mm.
Spazio subaracnoideoFino a 3 mm.Fino a 3 mm.

Le strutture non devono contenere inclusioni (cisti, tumore, liquido), focolai ischemici, ematomi, anomalie dello sviluppo, ecc. La decodifica contiene anche le dimensioni delle strutture cerebrali descritte. All'età di 3 mesi, il medico presta maggiore attenzione alla descrizione di quegli indicatori che normalmente dovrebbero cambiare..

Nei neonati, i ventricoli sono spesso dilatati. Questa condizione non significa affatto che il bambino sia gravemente malato. Le dimensioni di ciascuno dei ventricoli hanno significati specifici. Questi indicatori sono mostrati nella tabella.

Per valutare i parametri normali, viene utilizzata anche la determinazione di tutti gli elementi strutturali dei ventricoli laterali. Le cisterne laterali devono essere profonde meno di 4 mm, le corna anteriori da 2 a 4 mm e le corna occipitali da 10 a 15 mm.

Sindrome idrocefalica nei bambini: sintomi

  • strabismo convergente;
  • Il sintomo di Gref;
  • tremore;
  • irrequietezza e urla;
  • ipersensibilità della pelle;
  • nistagmo orizzontale (movimenti ciclici costanti dei bulbi oculari in direzione orizzontale);
  • fontanella sporgente e divergenza della cucitura;
  • sporgenza dei bulbi oculari.

Quasi tutti i segni di cui sopra sono caratteristici di un'altra sindrome: la sindrome da aumentata eccitabilità neuropsichica, che indica una limitazione del valore diagnostico di alcuni sintomi.

L'ipertensione intracranica è caratterizzata da nausea e vomito, mal di testa al mattino, letargia costante e sonnolenza. Tra i suddetti sintomi, i più informativi sono il rigonfiamento convergente e la tensione della fontanella con divergenza delle ossa del cranio, strabismo e nistagmo, a cui si dovrebbero aggiungere pupille di diverse dimensioni, alterazione della coscienza e convulsioni.

Pertanto, una diagnosi puramente clinica della sindrome idrocefalica, specialmente senza la presenza di sintomi affidabili, non sembra completamente giustificata e sono necessari numerosi metodi diagnostici strumentali e di laboratorio per chiarire la diagnosi..

Sindrome idrocefalica nei bambini: diagnosi

Tradizionalmente, la prima fase della diagnostica consiste nell'effettuare misure antropometriche con la determinazione delle circonferenze e di altri parametri corporei, con il loro successivo confronto con gli indicatori standard..

Tuttavia, di regola, i dati di uno studio non possono essere considerati efficaci: la probabilità è troppo alta che una testa grande sia una conseguenza di caratteristiche costituzionali o, ad esempio, rachitismo.

Le misurazioni antropologiche possono svolgere il loro ruolo se vengono eseguite in dinamica. Una crescita troppo rapida della circonferenza della testa può essere un segno di sindrome ipertensivo-idrocefalica.

Anche i metodi di ricerca strumentale ad alta tecnologia danno molte diagnosi infondate. Il fatto è che i dati dell'ecoencefalografia, della neurosonografia e di altri studi non possono essere considerati isolatamente dalla clinica, soprattutto se i dati sono scarsi.

Una leggera espansione dei ventricoli del cervello, una velocità del liquido cerebrospinale aumentata o leggermente più lenta e altri segni possono essere un'opzione normale per questo bambino e non richiedono trattamento, tutti i cambiamenti devono essere monitorati nel tempo.

Infatti, l'unico segno più o meno affidabile per determinare l'ipertensione cerebrale è la puntura lombare con misurazione della pressione del liquido cerebrospinale.

Come e quando viene effettuata la diagnosi

La diagnostica viene eseguita per chiarire la diagnosi. Il medico può notare la forma cronica di ventculomegalia già all'età di tre mesi del bambino usando gli ultrasuoni. Il sondaggio include le seguenti procedure:

  • Esame da parte di un oftalmologo (rivelando così gonfiore agli occhi, idrocefalo).
  • Risonanza magnetica per immagini (la procedura di risonanza magnetica aiuta a monitorare la crescita dei ventricoli dopo la fusione dell'osso cranico. Per l'esame, che richiede dai 20 ai 40 minuti, il bambino viene addormentato con l'aiuto di farmaci).
  • Scansione TC. In questo caso, non è richiesto alcun sonno medico, perché la procedura non richiede molto tempo. Quindi la TC è l'opzione migliore per i bambini che non possono tollerare l'anestesia..

L'ecografia è prescritta per i bambini nati dopo la gravidanza, durante la quale si sono verificate complicazioni. Viene eseguito nel primo anno di vita e, se non ci sono anomalie neurologiche, viene ripetuto dopo tre mesi..

Il trattamento può essere prescritto solo da un neurochirurgo o neuropatologo. La terapia farmacologica è comunemente usata. Non tutti gli episodi richiedono un trattamento, ma viene utilizzato in caso di anomalie neuropatologiche pronunciate. I principali farmaci sono:

  • I diuretici sono usati per ridurre l'edema cerebrale, normalizzare e accelerare l'escrezione di liquidi.
  • I farmaci contenenti potassio compensano la carenza della quantità richiesta di potassio accelerando il processo di minzione.
  • I complessi vitaminici sono usati per reintegrare le vitamine perse e per ripristinare il corpo del paziente.
  • I nootropi migliorano l'afflusso di sangue al cervello, la circolazione dei micro-tessuti e l'elasticità vascolare.
  • I sedativi hanno un effetto sedativo, riducono i segni neurologici come pianto, sbalzi d'umore, irritabilità.

Se la ragione per la comparsa di deviazioni nella dimensione delle cavità cerebrali è un danno meccanico alla testa, è necessario un intervento chirurgico.

L'esame ecografico regolare del cervello è prescritto nel primo mese di vita di un bambino, in presenza di sintomi allarmanti, ad esempio riflessi lievi o ansia senza causa del bambino.

In presenza di patologia, l'esame nei bambini di età inferiore a un anno viene ripetuto ogni tre mesi.

La deviazione dalla norma a questa età non richiede sempre un trattamento. Sono necessarie tattiche in attesa ed esami regolari per determinare la dinamica dei cambiamenti nello stato dei tessuti cerebrali. I ventricoli ingranditi sono spesso temporanei e tornano alla normalità rapidamente senza alcun trattamento.

Per lavori complicati, l'ecografia viene eseguita nelle prime ore di vita. In tutti gli altri casi, un neurologo può inviare un esame se il bambino presenta i seguenti sintomi:

  • testa troppo grande;
  • indebolimento dei riflessi;
  • ansia;
  • lesione alla fontanella;
  • strabismo;
  • aumento della temperatura corporea.

Inoltre, la diagnostica dello stato del cervello viene eseguita con sospetti di paralisi cerebrale, rachitismo e una serie di altri disturbi congeniti.

NSG (neurosonografia) consente di determinare violazioni nel funzionamento e nella struttura di tutte le strutture del cervello, nonché di valutare il lavoro del sistema nervoso centrale.

Il NSG viene eseguito attraverso la fontanella, che si trova tra le ossa non fuse del cranio. Grazie a ciò, il risultato sarà accurato e corretto. La fontanella è morbida al tatto, la pulsazione è palpabile. Normalmente, dovrebbe essere a livello della superficie della testa. Il gonfiore parla di problemi di salute.

La procedura NSG non richiede una preparazione aggiuntiva: è sufficiente liberare la testa del bambino dal cappuccio. Il risultato non risente in alcun modo delle condizioni del bambino, anche se piange, è capriccioso o studia con calma la situazione. La procedura viene eseguita anche quando il bambino dorme.

Sindrome idrocefalica nei bambini: trattamento

Il trattamento della sindrome idrocefalica deve essere effettuato da un medico sulla base dei dati ottenuti e di un'adeguata valutazione della prognosi. Di conseguenza, in caso di un processo grave, è necessario un trattamento ospedaliero con l'uso di farmaci che aumentano il deflusso del liquido cerebrospinale e persino un trattamento chirurgico con l'installazione di uno shunt che scarica il fluido in eccesso..

Se ci sono cambiamenti inaffidabili, è estremamente importante scegliere la tattica corretta per la gestione del bambino, poiché la diagnosi eccessiva con la prescrizione di farmaci gravi e un rifiuto completo dell'osservazione e della terapia può portare a conseguenze indesiderabili..

Leggi altri articoli sui bambini, la loro vita, l'educazione, lo sviluppo.

Se l'articolo ti è piaciuto - Sindrome idrocefalica nei neonati, puoi lasciare una recensione o parlarne sui social network.

E vedi anche altri articoli scritti appositamente per te:

Sorridi con tuo figlio! ?

14 luglio 2010 09:00

Ventricoli ingranditi: manifestazione

Come sapete, una delle funzioni dei ventricoli è la secrezione di liquido cerebrospinale nella cavità tra le meningi e le membrane spinali (spazio subaracnoideo). Pertanto, i disturbi nella secrezione e nel deflusso del fluido portano ad un aumento dei volumi ventricolari.

Ma non ogni aumento e cambiamento di dimensioni è considerato una patologia. Se entrambi i ventricoli laterali diventano più grandi simmetricamente, non dovresti preoccuparti. Se l'aumento avviene in modo asimmetrico, cioè il corno di uno dei ventricoli laterali aumenta, ma il corno dell'altro no, viene rivelato lo sviluppo patologico.

L'allargamento dei ventricoli della testa è chiamato ventricolomegalia. Esiste in 3 tipologie:

  1. Laterale (espansione dei ventricoli destro o sinistro, allargamento della parte posteriore).
  2. Cervelletto (cambiamenti nelle dimensioni del cervelletto e del midollo allungato).
  3. Scarico anormale di liquido cerebrospinale nella regione frontale.

Ci sono 3 gradi del decorso della malattia:

  1. Facile.
  2. Media.
  3. pesante.

A volte la malattia è accompagnata da un malfunzionamento del sistema nervoso centrale. L'allargamento ventricolare nei bambini grandi con una forma del cranio irregolare è considerato normale..

Sindrome idrocefalica: panico annullato

Acqua, acqua: l'acqua è ovunque

Lo specialista spiega: parlando di sindrome idrocefalica, molti medici invano distinguono la pressione intracranica come diagnosi indipendente. Gli aumenti a breve termine dell'ICP sono abbastanza normali. Un bambino, come si suol dire, è anche una persona e ha il diritto di mostrare emozioni, e attività quotidiane come mangiare e prendersi cura dei bisogni naturali, per un piccolo, è un carico abbastanza tangibile che può renderlo nervoso. Ma questo non richiede trattamento. Un pericoloso aumento della pressione in un bambino è possibile solo in caso di idrocefalo non trattato (da non confondere con la sindrome idrocefalica! - Nota dell'autore).

Naturalmente, ci sono alcuni segni esterni difficili da attribuire ai geni..

A proposito, ricordiamoci che alcune persone hanno la testa naturalmente grande, perché uno dei genitori ha lo stesso tratto. In questo caso, non è necessario parlare di idrocefalo. Pertanto, se il medico insiste sul trattamento farmacologico e tuo figlio si sta sviluppando bene e piace con la sua attività e allegria, dovresti pensare a un esame più approfondito, senza affrettarti a riempire il tuo amato bambino di medicine.

Ascolta e obbedisci

Se, tuttavia, i risultati della neurosonografia hanno confermato le paure del medico, e ora raccomanda un rinvio delle vaccinazioni prescritte, non dovresti insistere a trattenerle prima della scadenza del periodo di rimozione medica - per il bene di tuo figlio. Le conseguenze possono essere, ahimè, più che tristi. Pensa meglio a seguire tutte le raccomandazioni mediche ea dove trovare un buon massaggiatore: il suo aiuto con la sindrome idrocefalica difficilmente può essere sopravvalutato.

Credimi, gli sforzi fatti non saranno vani: il tuo bambino molto presto colmerà tutte le lacune, se ce ne saranno, e sarà il più sano - per la gioia di mamma e papà!

Sindrome idrocefalica nei neonati: cause, diagnosi, trattamento

La sindrome idrocefalica (ipertensivo-idrocefalica) nei bambini (neonati) è un termine professionale utilizzato in pediatria per indicare una serie di segni di aumento della pressione intracranica dovuta all'accumulo di liquido cerebrospinale (liquido cerebrospinale) nei ventricoli del cervello.

La sindrome idrocefalica nei neonati è una delle manifestazioni delle lesioni perinatali del sistema nervoso dovute a ipossia, infezioni, traumi alla nascita e altri fattori patologici..

In condizioni sfavorevoli, la sindrome idrocefalica può trasformarsi nella malattia organica più grave: l'idrocefalo.

I fattori eziologici che possono portare allo sviluppo della sindrome idrocefalica in un bambino di età inferiore a un anno possono influenzare il feto durante il periodo intrauterino, durante il parto e influenzare anche il bambino nel primo periodo postpartum.

Possono essere suddivisi in diversi gruppi principali:

  • ipossia perinatale (prenatale e durante il parto);
  • trauma alla nascita del cervello (emorragia subaracnoidea);
  • disturbi metabolici (vitamine, minerali, carboidrati);
  • intossicazione intrauterina (effetti tossici di alcol, medicinali);
  • malattie infettive (eziologia virale, batterica, parassitaria);
  • malformazioni congenite.

Il rischio di sviluppare HS aumenta in presenza di fattori di rischio dalla madre del neonato, che agiscono durante la gravidanza e il parto:

  • tossicosi della gravidanza (preeclampsia, eclampsia);
  • parto tardivo o prematuro;
  • decorso patologico del parto (distacco e placenta previa);
  • gravidanza multipla;
  • un lungo periodo di asciugatura (12 ore o più);
  • malattie somatiche e infettive di una donna incinta (diabete, infezione da citomegalovirus);
  • età della madre alla nascita (sotto i 20 anni, sopra i 40 anni).

Conseguenze e complicazioni

Una condizione come la sindrome ipertensivo-idrocefalica può causare una serie di complicazioni da vari organi e sistemi. Queste complicazioni includono:

  • Sviluppo psicomotorio ritardato.
  • Cecità totale o parziale.
  • Ipoacusia permanente fino alla sordità.
  • Sviluppo di coma.
  • Paralisi completa o parziale.
  • Fontanella rigonfiamento anormale.
  • Sviluppo di crisi epilettiche.
  • Incontinenza fecale e urinaria.
  • Esito fatale.

La prognosi più favorevole è considerata per i bambini durante l'infanzia. Ciò è dovuto a un aumento periodico della pressione sanguigna e intracranica, che torna alla normalità con l'età. Per i bambini più grandi, la prognosi è meno favorevole e dipende esclusivamente dalla causa che ha contribuito allo sviluppo di HGS, nonché dall'approccio al trattamento.

Il termine dilatazione si riferisce all'espansione di un organo. Riguarda non solo il cuore, ma, in generale, qualsiasi parte di un organismo vivente. Le ragioni di questo fenomeno possono essere naturali, ad esempio, con un buon carico regolare sul corpo, i cuori delle persone aumentano leggermente per pompare il sangue più velocemente e patologici - a causa di malattie di un ordine diverso.

La dilatazione del cervello può formarsi sullo sfondo di varie malattie. Il sinistro, che è anche chiamato il primo, e il destro, che è chiamato il secondo, i ventricoli, così come il terzo, con cui comunicano entrambi i precedenti, possono cambiare. In questo articolo vedremo cos'è la dilatazione patologica dei ventricoli laterali..

Le conseguenze dell'edema cerebrale in un neonato possono variare in gravità. Dipende da quanto tempestivamente sono state prese le misure terapeutiche, in quale fase è stata rilevata la patologia. Possibili conseguenze:

  • ipertensione intracranica (aumento della pressione all'interno del cranio, che è caratterizzata da scoppi di mal di testa di natura periodica);
  • violazione della capacità intellettuale di un bambino in età avanzata, che si verifica sullo sfondo della morte cellulare nella struttura corticale;
  • le conseguenze frequenti dell'edema sono una violazione della funzione estensore degli arti, l'incapacità di tenere la testa, una violazione dei riflessi di presa e suzione;
  • tra le complicazioni - lo sviluppo di paralisi cerebrale, epilessia;
  • la formazione di un tumore del midollo osseo durante l'espansione del 4 ° ventricolo.

La conseguenza più grave è un esito letale, che si verifica quando la terapia non viene iniziata in tempo o con un grave danno d'organo primario. In altri casi, con la diagnosi precoce della patologia, la prognosi è relativamente favorevole..

Le conseguenze di un ventricolo cerebrale ingrandito possono essere diverse. Tutto dipende dal grado di espansione e localizzazione della patologia. Le principali complicazioni che possono verificarsi se non vengono seguite le raccomandazioni mediche:

  • perdita della vista e dell'udito;
  • disturbi della coordinazione, mancanza di attività fisica e mentale;
  • in ritardo rispetto ai coetanei;
  • paralisi;
  • crescita costante della testa, deformazione delle ossa del cranio;
  • crisi epilettiche e perdita di coscienza;
  • allucinazioni;
  • shock emorragico;
  • paralisi;
  • esito fatale.

Se l'ecografia ha rivelato un leggero aumento dei ventricoli, ma il bambino non è capriccioso e si sviluppa secondo la norma, viene prescritto un secondo esame. Per evitare lo sviluppo di possibili complicazioni, non ignorare le istruzioni del medico. Supera tutti gli esami necessari e tratta il bambino.

Probabilmente a causa dell'ampia disponibilità di informazioni e dell'opportunità di consultarsi con altri genitori, ultimamente c'è stata una tendenza malsana. I genitori rifiutano di trattare i bambini per l'idrocefalo, cancellano il pianto costante per capricciosità e testardaggine, letargia - per i tratti del carattere. Le persone sono spaventate da farmaci seri, controindicazioni e decidono che la malattia andrà via da sola.

Ma l'asimmetria dei ventricoli del cervello, il loro aumento significativo può portare a gravi conseguenze:

  • Sviluppo mentale, fisico e mentale ritardato.
  • Perdita della vista: completa o parziale.
  • Perdita dell'udito.
  • Paralisi degli arti, completa immobilità.
  • Crescita anormale della testa.
  • Mancata regolazione dei movimenti intestinali e della minzione.
  • Crisi epilettiche.
  • Perdita di coscienza frequente.
  • Coma.
  • Risultato letale.

È positivo se il medico sull'ecografia nota una leggera deviazione dalla norma e suggerisce solo di osservare il paziente. Questo è possibile se non ci sono sintomi della malattia: il bambino è calmo, mangia bene, dorme, si sviluppa normalmente.

Diagnosi di "Dilatazione dei ventricoli laterali del cervello in un bambino", ma dubiti della professionalità del medico, non vuoi dare invano farmaci al neonato? Contatta diversi specialisti indipendenti, ottieni i dati di un sondaggio completo. Non rifiutare il trattamento, poiché le azioni dei genitori determinano quanto sarà appagante la vita del bambino.

Tutte le informazioni sul sito sono fornite solo a scopo informativo e non possono sostituire la consultazione del medico curante.

Sintomi della sindrome idrocefalica


Di norma, pediatri o neurologi pediatrici incontrano segni patologici che formano il complesso della sindrome idrocefalica nei neonati durante gli esami dei bambini nel primo anno di vita..
Il quadro clinico si sviluppa molto rapidamente, il che è facilitato dalle caratteristiche anatomiche e fisiologiche del cervello del bambino: compliance e plasticità.

Il quadro clinico dell'HS nei primi giorni di vita, di regola, accompagna il corso di un periodo acuto di encefalopatia ipossica moderata o emorragia periventricolare. Allo stesso tempo, il bambino nasce in una condizione piuttosto grave, come evidenziato dalla bassa valutazione dei principali indicatori di vitalità sulla scala Apgar - 4-6 punti (con una norma di 10 punti).

Le manifestazioni tipiche di HS in un bambino sono considerate un aumento sproporzionatamente rapido della circonferenza della testa, superiore ai valori normali di 1-2 cm, protrusione e tensione della fontanella (il divario fisiologico tra le ossa del cranio), espansione della sutura sagittale (la giunzione delle ossa parietali destra e sinistra) oltre mezzo centimetro. Inoltre, la testa di un neonato con HS può acquisire una forma specifica - con una parte occipitale sporgente (tipo dolicocefalico) o con tubercoli frontali allargati (tipo brachicefalico).

Un esame neurologico rivela una serie di segni che confermano un aumento della pressione intracranica e un aumento del volume del fluido nel cervello:

Nella maggior parte dei neonati, i segni oggettivi dell'HS si riflettono nelle condizioni generali e portano a disturbi del comportamento e alle normali funzioni fisiologiche. Questi bambini dormono irrequieti, sussultano senza motivo, possono essere agitati o, al contrario, letargici, rifiutarsi di allattare o urlare.

Dopo l'allattamento, un bambino con GM può sputare come una fontana, anche quando la quantità di cibo soddisfa i suoi bisogni. I tremori del mento sono comuni, aggravati dal pianto o dall'alimentazione. Nei casi più gravi, sono possibili convulsioni.

Durante l'HS, ci sono due possibili opzioni:

  • Nel primo caso, i sintomi dell'idrocefalo o dell'ipertensione scompaiono entro un anno o regrediscono in modo significativo. In questo caso si parla di un esito favorevole della malattia, che si basava su disturbi funzionali..
  • Con la seconda, sfavorevole variante dello sviluppo dell'HS, i sintomi si intensificano nel tempo, formando un quadro clinico di danno cerebrale organico: l'idrocefalo.

Già nelle prime ore dopo la nascita, la nevralgia è evidente nei neonati. ed è il medico che deve riconoscere la patologia nel tempo.
Perché l'IRR appare negli adolescenti, imparerai nel prossimo argomento. E anche tutto sulle misure per prevenire la malattia.

Ragioni per la deviazione dello sviluppo dei ventricoli del cervello

Al momento, sono noti molti fattori che influenzano l'aspetto delle patologie dei ventricoli del cervello nei bambini. Tutti possono essere suddivisi in due categorie: acquisite e congenite. Quelli acquisiti includono quei motivi che potrebbero sorgere durante la gravidanza della madre del bambino:

  1. Malattie infettive di cui soffre una donna durante la gravidanza.
  2. Infezioni e sepsi all'interno dell'utero.
  3. Penetrazione di corpi estranei nel cervello.
  4. Malattie croniche della madre che influenzano il normale corso della gravidanza.
  5. Nascita prematura.
  6. Ipossia fetale all'interno dell'utero (insufficiente o, al contrario, aumento dell'afflusso di sangue alla placenta).
  7. Durata anormale del periodo anidro.
  8. Trauma da parto (strangolamento da parte del cordone ombelicale o deformità del cranio).
  9. Tempestoso lavoro.

Le cause congenite includono una predisposizione genetica all'allargamento dei ventricoli; anomalie che si verificano nei cromosomi, nonché varie neoplasie (cisti, tumori maligni o benigni, ematomi). Insieme ai motivi di cui sopra, i cambiamenti caratteristici delle dimensioni dei ventricoli del cervello possono essere innescati da trauma cranico, emorragia cerebrale, ictus.

Con l'idrocefalo chiuso e non comunicante, il normale processo di deflusso del liquido cerebrospinale viene interrotto a causa della chiusura dei canali. Questo di solito è causato da un coagulo di sangue, un tumore al cervello o aderenze derivanti da qualche forma di infiammazione. Con il blocco dei passaggi nei ventricoli cerebrali, la forma prossimale viene rilasciata e se il deflusso del fluido nelle cisterne basali è disturbato, il distale.

L'idrocefalo aperto può derivare da un'interruzione del normale assorbimento di fluido nel sistema circolatorio nel midollo spinale. Spesso la causa di tale violazione è qualcosa di grave, ad esempio l'idrocefalo aperto si verifica quando l'infiammazione nella regione del ventricolo o come risultato di una lesione cerebrale traumatica.

L'idrocefalo ipersecretorio si verifica simultaneamente nei ventricoli e nello spazio subaracnoideo. È una conseguenza dell'eccessiva produzione di liquido cerebrospinale, che, a sua volta, si verifica a causa di eventuali neoplasie nel plesso dei vasi sanguigni.

L'idrocefalo in una persona di età può essere suddiviso condizionatamente in forme acute, subacute e croniche..

Nel decorso acuto della malattia, l'insorgenza dei sintomi si verifica già il terzo giorno dopo la sua insorgenza e nel subacuto - in un mese. La forma cronica implica un decorso asintomatico della malattia per un lungo periodo di tempo con brevi focolai di sintomi.

In totale, tutti i sintomi dell'idrocefalo sono ridotti al set standard: si tratta di nausea e vomito, diminuzione dell'acuità visiva, sonnolenza e apatia. I mal di testa frequenti sono irregolari, più pronunciati dopo il sonno, poiché durante la veglia la pressione si normalizza e durante il periodo di riposo appare.

Anche la nausea e il vomito sono più pronunciati subito dopo il risveglio entro 1-2 ore. Ma la sonnolenza è un segnale che l'idrocefalo ha causato un malfunzionamento del sistema nervoso centrale. Quindi, quando compaiono tali diagnosi, è necessario un appello precoce per cure mediche qualificate prima che la malattia sia passata allo stadio terminale..

Tuttavia, questi sintomi sono caratteristici della forma acuta della malattia. La forma cronica ha un andamento completamente diverso. La sonnolenza durante il giorno e l'aumento delle prestazioni di notte possono essere sia un bioritmo naturale che un segno di idrocefalo. Nella forma cronica della malattia, le prestazioni diminuiscono costantemente, la persona diventa letargica e apatica. A volte si verificano disturbi della memoria a breve termine, in particolare date e numeri vengono dimenticati rapidamente.

Dopo un po 'di tempo, l'idrocefalo cronico porta a un'intelligenza ridotta, che può causare disabilità. Alcuni pazienti smettono di valutare adeguatamente ciò che sta accadendo, non possono dare una risposta a una domanda banale e non sono in grado di prendersi cura di se stessi. C'è una violazione del movimento: nello stato supino, il paziente imita un'andatura, come se durante una passeggiata, e in posizione eretta non fosse in grado di muoversi normalmente. Tra i sintomi tardivi dell'idrocefalo cronico vengono menzionati anche l'incontinenza e la perdita di intelligenza..

Nel caso di un neonato, la specificità dell'insorgenza della malattia corrisponde pienamente a un adulto. La causa principale potrebbe essere una lesione al cranio durante il parto a causa di azioni improprie degli ostetrici o per il canale del parto troppo stretto.

In un neonato, il volume normale del liquido cerebrospinale non deve superare i 20 ml e solo entro l'anno il volume inizia a crescere, aumentando fino a 35 ml. Tuttavia, l'idrocefalo in un neonato può aumentare il volume del fluido fino a 1,5 litri. Il rinnovo completo del liquido cerebrospinale in un bambino si verifica fino a 8 volte al giorno, il che indica anche la velocità della sua formazione.


L'idrocefalo nei bambini causa complicazioni come strabismo, paralisi cerebrale, ritardi nello sviluppo e molti altri. L'aspetto di questi bambini è spesso sfigurato, richiedono numerose operazioni affinché possano condurre una vita normale..

Tuttavia, ci sono casi in cui l'idrocefalo si manifesta non dopo il parto, ma prima, anche durante il periodo di sviluppo embrionale. La causa della sua comparsa può essere un'infezione virale che è penetrata nella placenta, così come alcol e tabacco, da cui la madre non si è astenuta non solo durante la gravidanza, ma anche durante la sua pianificazione.

A causa dell'idrocefalo, il cranio del neonato è deformato, a seguito del quale la parte superiore del cranio è notevolmente ingrandita, la fronte sporge fortemente in avanti ei vasi sono chiaramente visibili sulle tempie. Le fontanelle sono notevolmente dilatate e chiuse in età avanzata, così come è molto evidente anche lo spostamento degli occhi sotto le sopracciglia.

Abbastanza spesso, i bambini con idrocefalo pre-parto non sopravvivono. Nel caso in cui l'assistenza medica sia stata fornita in tempo e nulla minacci la vita del bambino, iniziano una serie di misure per prevenirne le conseguenze. Poiché l'idrocefalo influisce in modo significativo sulle funzioni del sistema nervoso centrale, possono svilupparsi tremore, disturbi del movimento, convulsioni, aritmia.

Diagnostica


La diagnosi di HS viene fatta solo ai neonati, cioè ai bambini di età inferiore a un anno (nei bambini prematuri, questo periodo è prolungato fino a 2 anni).
Successivamente, il medico è obbligato a indicare la diagnosi della malattia, riflettendo l'esito del processo (guarigione, idrocefalo, ecc.)

La difficoltà nella diagnosi dell'HS durante il periodo neonatale è dovuta all'abbondanza di segni aspecifici, sulla base dei quali viene formulata la diagnosi.

Inoltre, metodi di esame oggettivi non possono confermare la presenza della malattia nel 100% dei casi. Fondamentalmente, la diagnosi della condizione si basa sul quadro clinico..

Misurare il volume della testa in dinamica è di grande importanza. La deviazione degli indicatori antropometrici dalle norme di età è uno dei segni della formazione dell'idrocefalo. Va tenuto presente che una testa grande può indicare altre patologie (rachitismo) o essere una caratteristica costituzionale.

Come tecniche aggiuntive nei bambini piccoli, usano:

  • esame dei vasi del fondo (rivelando pletora di vene e gonfiore dei dischi ottici);
  • ecografia bidimensionale - esame del cervello attraverso la grande fontanella aperta (neurosonografia);
  • tomografia computerizzata (TC) delle strutture cerebrali;
  • risonanza magnetica per immagini (MRI) del tessuto cerebrale.

Gli ultimi due metodi forniscono un quadro più chiaro delle strutture cerebrali e confermano le anomalie sospette..

Il metodo più affidabile per diagnosticare l'aumento della pressione intracranica è la puntura lombare (spinale) con lo studio della composizione cellulare del fluido risultante.

I cambiamenti patologici nell'HS sono un aumento del tasso di perdita di liquido cerebrospinale, così come la presenza di eritrociti e macrofagi (che conferma l'emorragia intracranica).

Trattamento

Durante la gravidanza, l'espansione dei ventricoli del cervello fetale viene rilevata più spesso anche durante un esame ecografico di routine. Gli esami successivi vengono effettuati con l'obiettivo di osservare la clinica della malattia, ma la diagnosi finale può essere fatta solo dopo la nascita del bambino e la neurosonografia - ecografia del cervello attraverso la grande fontanella non ancora cresciuta. In questo caso, la patologia può svilupparsi a qualsiasi età, ma il più delle volte si verifica durante l'infanzia..

Per fare una diagnosi più accurata, il bambino potrebbe aver bisogno di consultazione ed esame con un oftalmologo, che valuterà lo stato dei vasi del fondo, il gonfiore dei dischi oculari e altre manifestazioni di aumento della pressione intracranica.

Dopo la fusione delle ossa craniche, è possibile utilizzare la risonanza magnetica del cervello: consentirà di tracciare la dilatazione delle pareti ventricolari in dinamica. Tuttavia, quando si utilizza questo metodo, il bambino dovrà rimanere immobile per molto tempo, quindi, prima della procedura, è immerso in un sonno farmacologico. Se l'anestesia è controindicata, l'esame viene eseguito utilizzando la tomografia computerizzata.

È inoltre obbligatorio consultare un neurologo che aiuterà a identificare i problemi nello sviluppo in una fase iniziale. A seconda del grado di patologia, un ulteriore trattamento può essere un farmaco chirurgico o conservativo..

Con una deviazione significativa dalle norme della dimensione dei ventricoli, viene utilizzato solo il trattamento chirurgico, rispettivamente, il bambino dovrebbe anche essere esaminato da un neurochirurgo. In questo caso, durante l'operazione, è possibile rimuovere focolai di neoplasie o frammenti delle ossa del cranio, che sono apparsi a seguito di lesioni cerebrali traumatiche. Per ridurre la pressione intracranica, normalizzare la circolazione sanguigna e i processi metabolici, viene utilizzato lo shunt cerebrale.

La terapia conservativa è prescritta con un leggero aumento dei ventricoli e include l'uso di diuretici, nootropici, sedativi e complessi vitaminici. Se i disturbi sono causati da infezioni, vengono prescritti antibiotici. Inoltre, l'uso di esercizi terapeutici aiuterà a migliorare il deflusso del liquido cerebrospinale e ridurne il ristagno..

Se l'idrocefalo viene rilevato nella sua fase iniziale, c'è un'alta probabilità di completa guarigione della malattia attraverso la terapia. Tuttavia, se la malattia progredisce e non risponde al trattamento farmacologico, è necessario un pronto intervento chirurgico. A causa del moderno sviluppo della medicina, è possibile applicare una tecnologia speciale: ETV.

Durante l'operazione, viene praticato un foro nel ventricolo attraverso il quale viene effettuato un regolare deflusso del liquido cerebrospinale in eccesso. Oggi questo è uno dei metodi più efficaci, però sta diventando un ricordo del passato, lasciando il posto alle operazioni con un neuroendoscopio dotato di fotocamera microscopica. Grazie a questo dispositivo, è diventato possibile eseguire il deflusso del liquido cerebrospinale da parte dei medici, senza installare tubi e shunt aggiuntivi.

Inoltre, con qualsiasi forma di idrocefalo, il paziente deve visitare sistematicamente un neurologo e sottoporsi a un esame, soprattutto se viene stabilita una forma cronica di questa malattia.

L'aumento dei ventricoli non è sempre un motivo per suonare l'allarme. Quando i ventricoli del cervello sono ingranditi, questo può essere un caso di sviluppo individuale e fisiologico del sistema cerebrale del bambino. Ad esempio, per i bambini grandi questa è la norma..

Inoltre, nel trattamento di questa malattia sarà inefficace: agopuntura, trattamento a base di erbe, omeopatia, terapia con vitamine.

La terapia per condizioni patologiche che hanno portato alla dilatazione e all'asimmetria dei ventricoli del cervello viene solitamente eseguita da un neurologo. In un certo numero di casi, quando la causa della malattia sono formazioni volumetriche o le conseguenze di lesioni cerebrali traumatiche, si unisce un neurochirurgo.

Per eliminare i sintomi patologici, vengono utilizzati i seguenti metodi di trattamento:

    Prescrizione di diuretici: i diuretici aiutano a ridurre le manifestazioni di ipertensione endocranica e migliorare il benessere del bambino. Aiutano anche a normalizzare la formazione del liquido cerebrospinale..

Nootropics Migliora il funzionamento del cervello e promuove anche una buona circolazione sanguigna nei vasi sanguigni.

Medicinali con sedazione. Utilizzato per eliminare l'ansia e l'ansia aumentate.

Preparati di potassio Influenzano positivamente l'escrezione di urina. Aiuta a ridurre la maggiore quantità di liquido cerebrospinale nel corpo.

I complessi multivitaminici vengono utilizzati per compensare tutti i microelementi necessari coinvolti nei processi vitali. Aiutano anche a rafforzare il corpo e promuovere una migliore resistenza alle malattie..

Un massaggio lenitivo e rilassante. Riduce il tono muscolare e rilassa il sistema nervoso.

Ginnastica terapeutica Aiuta a normalizzare il deflusso del liquido cerebrospinale e previene il suo ristagno nei ventricoli cerebrali.

La nomina di farmaci antibatterici o antivirali secondo le indicazioni Sono usati solo nei casi in cui virus o batteri sono diventati la causa della malattia. Nominato per un appuntamento di corso.

Trattamento chirurgico Viene utilizzato in presenza di varie masse o per rimuovere frammenti di tessuto osseo a seguito di una frattura del cranio dovuta a lesione cerebrale traumatica.

Il trattamento di questa patologia dovrebbe essere affrontato da un neuropatologo in collaborazione con un neurochirurgo. I bambini con questa sindrome dovrebbero essere sotto costante controllo medico per evitare possibili complicazioni e deterioramento. Nei neonati fino a sei mesi, un aumento dei ventricoli del cervello e dell'HGS viene trattato su base ambulatoriale. Le principali misure terapeutiche includono:

  • Assunzione di diuretici (diuretici) e farmaci che riducono la produzione di liquido cerebrospinale (Diacarb).
  • Inclusione di farmaci nootropici nella terapia. Questo gruppo di farmaci migliora il flusso sanguigno al cervello..
  • Assunzione di sedativi.
  • Ginnastica speciale e massaggio.

Il trattamento per i neonati è serio e a lungo termine. A volte questo richiede diversi mesi..

Nei bambini più grandi, il trattamento dell'HS è di natura patogenetica e la selezione della terapia viene effettuata in base al motivo che ha causato questa sindrome. Se la malattia si è manifestata dopo un'infezione, la terapia deve includere l'uso di farmaci antibatterici o antivirali.

Se la causa di HGS è un trauma craniocerebrale o un processo tumorale, è possibile eseguire un intervento chirurgico.

Il trattamento viene effettuato se è stato possibile con l'aiuto della ricerca per dimostrare che gli indicatori della pressione del liquido cerebrospinale nei neonati sono aumentati.

Questa malattia viene curata da un neuropatologo e neurochirurgo. Il bambino è sotto costante controllo medico per evitare il deterioramento delle condizioni del bambino.

Quando un bambino ha un ventricolo cerebrale ingrandito, solo un neurologo o un neurochirurgo può prescrivere il trattamento necessario.

La diagnosi dei ventricoli dilatati viene effettuata sulla base di segni e risultati di metodi di esame strumentali e aggiuntivi. La cosa principale è osservare il bambino in dinamica. Il medico è interessato alla funzionalità dell'attività nervosa superiore, al comportamento e alla sfera mentale del bambino, all'accuratezza della vista, alla coordinazione e alla presenza di convulsioni.

Metodi di ricerca strumentale:

  1. Ventricolografia.
  2. Pneumoencefalografia.

Il modo più efficace per diagnosticare rapidamente la dilatazione ventricolare è condurre. Può essere eseguito anche durante la gravidanza della madre.

Il trattamento ha lo scopo di ridurre la pressione intracranica e garantire il passaggio del liquido cerebrospinale. Per questo, vengono prescritti diuretici. Vengono somministrati anche farmaci che migliorano il flusso sanguigno al cervello.

Prima di rispondere alla domanda sul motivo per cui i ventricoli del cervello in un bambino sono dilatati, è necessario avere un'idea di cosa sono questi ventricoli. I ventricoli cerebrali sono un intero sistema che comunica tra loro nelle cavità del cervello, necessario per la deposizione del liquido cerebrospinale (CSF).

Nei bambini più grandi, il trattamento dell'HS è di natura patogenetica e la selezione della terapia viene effettuata in base al motivo che ha causato questa sindrome. Se la malattia è insorta dopo un'infezione, la terapia deve includere l'uso di farmaci antibatterici o antivirali.Se la causa di HGS era una lesione cerebrale traumatica o un processo tumorale, allora è possibile che l'intervento chirurgico.

Le fasi iniziali dell'idrocefalo possono essere trattate con farmaci. Per questo, vengono utilizzati i seguenti farmaci:

  • per ridurre la pressione intracranica e rimuovere il liquido in eccesso (a condizione che il deflusso del liquido cerebrospinale sia preservato) - diacarb (acetazolamide), mannitolo e mannitolo in combinazione con furosemide o lasix. Obbligatorio per tale trattamento è la correzione del livello di potassio nel corpo, per questo usano asparkam (Panangin);
  • per migliorare la nutrizione del tessuto cerebrale, vengono mostrati Cavinton (Vinpocetine), Actovegin (Solcoseryl), Gliatilin, Colina, Cortexin, Cerebrolysin, Semax, Memoplant, ecc..

L'idrocefalo clinicamente schierato è soggetto a trattamento chirurgico, i metodi medici migliorano la condizione per un breve periodo.

L'idrocefalo acuto, come condizione pericolosa per la vita, richiede un trattamento neurochirurgico immediato. Consiste nella craniotomia e nell'imposizione di drenaggi esterni per garantire il deflusso del fluido in eccesso. Questo è chiamato drenaggio ventricolare esterno. Inoltre, attraverso il sistema di drenaggio, è possibile somministrare farmaci che fluidificano i coaguli di sangue (poiché l'emorragia intraventricolare è una delle cause più comuni di idrocefalo acuto).

L'idrocefalo cronico richiede operazioni di smistamento del liquido cerebrospinale. Questo tipo di trattamento chirurgico consiste nel prelievo del liquido cerebrospinale in eccesso nelle cavità naturali del corpo umano utilizzando un complesso sistema di cateteri e valvole (cavità addominale, cavità pelvica, atri, ecc.):

shunt ventricolo-peritoneale, ventricoloatriale, cistoperitoneale. Nelle cavità del corpo si verifica un assorbimento senza impedimenti del liquido cerebrospinale in eccesso. Queste operazioni sono abbastanza traumatiche, ma se eseguite correttamente possono ottenere il recupero dei pazienti, il loro travaglio e la riabilitazione sociale..

Trattamento della sindrome idrocefalica nei neonati


Nonostante l'uso di complesse tecniche moderne, la terapia per l'HS rimane problematica fino ad oggi..
Il trattamento dell'HS nei neonati viene effettuato su base ambulatoriale da un neurologo pediatrico.

In alcuni casi, i corsi di trattamento ospedaliero sono prescritti in reparti specializzati o cliniche neurologiche..

Tutti i regimi di trattamento esistenti implicano la nomina di corsi lunghi, il cui numero è determinato dalla gravità e dal periodo della malattia. Le seguenti attività sono incluse nel complesso terapeutico:

  • consulti specialistici (neurochirurgo, oculista, pediatra);
  • disidratazione e diminuzione della produzione di liquido cerebrospinale (diacrab, glicerina, furosemide, con gravi disturbi - acetazolamide con panangina);
  • miglioramento della circolazione cerebrale (piracetam, cavinton, piritinolo, actovegin, in assenza di convulsioni dopo 6 mesi - cerebrolysin);
  • normalizzazione dei processi metabolici e trofici nel cervello (terapia vitaminica B6, B1);
  • sedativi (tazepam, diazepam).

Con lo sviluppo dell'idrocefalo sullo sfondo dell'emorragia intracerebrale, è indicato il trattamento chirurgico: intervento di bypass ventricolare.

Tra i metodi non farmacologici per il trattamento dell'HS, grande importanza è attribuita al massaggio generale e agli esercizi terapeutici speciali..

Classificazione delle violazioni

I disturbi liquorodinamici sono classificati nelle seguenti aree:

  1. Come procede il processo patologico:
  • Corso cronico.
  • Fase acuta.

2. Fasi di sviluppo:

  • Progressivo. La pressione intracranica aumenta e i processi patologici progrediscono.
  • Compensato. La pressione intracranica è stabile, ma i ventricoli del cervello rimangono dilatati.
  • Subcompensato. Grande pericolo di crisi. Condizione instabile. La pressione può aumentare bruscamente in qualsiasi momento.

3. In quale cavità cerebrale si trova il liquido cerebrospinale:

  • Intraventricolare. Il fluido si accumula nel sistema ventricolare del cervello a causa dell'ostruzione del liquido cerebrospinale.
  • Subaracnoide. I disturbi liquorodinamici di tipo esterno possono portare a lesioni distruttive del tessuto cerebrale.
  • Misto.

4. A seconda della pressione del liquido cerebrospinale:

  • Ipertensione. La pressione intracranica alta è caratteristica. Il deflusso del liquido cerebrospinale è compromesso.
  • Fase normotensiva. La pressione intracranica è normale, ma la cavità ventricolare è ingrandita. Questa condizione è caratteristica più spesso durante l'infanzia..
  • Ipotensione. Dopo l'intervento chirurgico, eccessivo deflusso di liquido cerebrospinale dalle cavità ventricolari.

Per Maggiori Informazioni Su Emicrania