Commozione cerebrale: sintomi, segni, pronto soccorso, grado di danno

Una commozione cerebrale è una violazione della funzione cerebrale dopo una lesione che non è associata a danno vascolare. È causato dal fatto che il cervello colpisce la superficie interna del cranio, mentre i processi delle cellule nervose sono allungati.

Una commozione cerebrale è il più lieve di tutti i tipi di lesione cerebrale traumatica. I medici non hanno consenso su quale sia il meccanismo per lo sviluppo di questa malattia. Una cosa è certa: una commozione cerebrale non causa un disturbo nella struttura del cervello. Le sue cellule rimangono vive e difficilmente danneggiate. Ma allo stesso tempo svolgono male le loro funzioni. Esistono diverse versioni che spiegano il meccanismo della malattia..

  1. Collegamenti interrotti tra le cellule nervose (neuroni).
  2. I cambiamenti si verificano nelle molecole che compongono il tessuto cerebrale.
  3. C'è uno spasmo dei vasi del cervello. Di conseguenza, i capillari non portano abbastanza ossigeno e sostanze nutritive alle cellule nervose.
  4. La coordinazione tra la corteccia cerebrale e le sue strutture pilastro è compromessa.
  5. Cambiamenti nell'equilibrio chimico del fluido che circonda il cervello.
Questo tipo di lesione cerebrale traumatica si verifica più spesso. Questa diagnosi viene fatta dall'80-90% dei pazienti che visitano medici con lividi alla testa. Ogni anno in Russia 400mila persone vengono ricoverate in ospedale per una commozione cerebrale.

Gli uomini hanno 2 volte più probabilità di avere una commozione cerebrale rispetto alle donne. Ma il gentil sesso è più difficile da sopportare tali ferite e soffrirne maggiormente le conseguenze.

Secondo le statistiche, più della metà dei casi (55-65%) di commozione cerebrale si verifica nella vita di tutti i giorni. 8-18 anni è l'età più pericolosa quando ci sono soprattutto molti traumi. La maggior parte dei casi durante questo periodo sono dovuti all'aumento dell'attività dei bambini e della spavalderia degli adolescenti. Ma in inverno, quando la strada è ghiacciata, tutti rischiano lo stesso.

Se consulti un medico in tempo, puoi curare con successo una commozione cerebrale in 1-2 settimane. Ma se non si presta attenzione al deterioramento temporaneo della condizione, in futuro ciò può portare a gravi complicazioni: il rischio di alcolismo aumenta di 2 volte e la probabilità di morte improvvisa aumenta di 7 volte.

Cause di una commozione cerebrale

Il trauma è sempre la causa della commozione cerebrale. Ma non deve essere una testata. Ad esempio, un uomo è scivolato sul ghiaccio ed è atterrato sulle natiche. Allo stesso tempo, la sua testa non toccava il suolo, ma la sua coscienza si annebbiava. Non ricorda di essere caduto. Ecco l'immagine più comune delle commozioni cerebrali invernali..

Una situazione simile si verifica tra i passeggeri dell'auto durante una partenza brusca, una frenata o un incidente..

E, naturalmente, i casi in cui una persona è stata colpita alla testa dovrebbero essere allertati. Può essere un infortunio domestico, industriale, sportivo o criminale.

I genitori di adolescenti dovrebbero prestare particolare attenzione. I ragazzi spesso vengono colpiti in testa con libri o valigette da compagni di classe attivi, prendono parte a litigi, cavalcano sulla ringhiera o dimostrano il loro coraggio e destrezza in compagnia. E questo raramente va senza atterraggi duri o addirittura colpi di testa. Pertanto, sii attento alla salute dei tuoi figli e non respingere le loro lamentele di mal di testa e vertigini..

Segni e sintomi di una commozione cerebrale

SintomiSegni di violazioniMeccanismo di accadimento
Immediatamente dopo l'infortunio
StuporeUno stato di stordimento, confusione. I muscoli sono tesi, l'espressione sul viso è congelata.Si verifica l'inibizione delle emozioni e dei movimenti del corpo. Questo è il risultato di una violazione dei processi di trasmissione degli impulsi nervosi nella corteccia cerebrale..
Perdita di conoscenzaLa persona non reagisce agli stimoli, non sente nulla. Questo può durare da pochi secondi a 6 ore a seconda della forza del colpo.Violazione della trasmissione degli impulsi lungo i processi delle cellule nervose. Pertanto, il corpo reagisce a una mancanza di ossigeno, che è sorta a causa della ridotta circolazione sanguigna nel cervello..
Vomito singoloIl contenuto dello stomaco viene espulso attraverso la bocca. Allo stesso tempo, la respirazione diventa più frequente, la saliva e le lacrime vengono rilasciate. A volte il vomito può essere ripetuto.Il motivo sono i disturbi circolatori nel centro del vomito e nell'apparato vestibolare.
NauseaSensazioni spiacevoli, pressione, pesantezza nella regione epigastrica.Tali sensazioni sono causate dall'eccitazione del centro del vomito. Questa formazione si trova nel midollo allungato. Si irrita all'impatto.
VertiginiSi verifica a riposo e aumenta con i cambiamenti nella posizione del corpo.Causato da una ridotta circolazione nell'apparato vestibolare.
Frequenza cardiaca rapida o lenta (meno di 60 o più di 90 battiti al minuto)Si avverte come un battito cardiaco accelerato o una sensazione di debolezza dovuta alla mancanza di ossigeno negli organi.Il fenomeno è associato ad un aumento della pressione intracranica, compressione del nervo vago e del cervelletto.
Pallore, che viene sostituito da arrossamento della pelle del viso (gioco di vasomotori)Il rossore della pelle del collo e del viso viene improvvisamente sostituito dal pallore.Violazione del tono del sistema nervoso autonomo. Di conseguenza, le piccole arterie della pelle si allargano o si restringono periodicamente..
Mal di testaPalpitante dolore alla parte posteriore della testa o contuso. Premendo e scoppiando dolore in tutta la testa.Le sensazioni spiacevoli sono associate ad un aumento della pressione intracranica e all'irritazione dei recettori sensibili sul rivestimento del cervello.
Rumore nelle orecchieSensazione di sibilo o ronzio nelle orecchie.A causa della maggiore pressione nel cranio, il grande nervo dell'orecchio viene compresso. Ciò causa il malfunzionamento dell'apparecchio acustico. Di conseguenza, una persona, per così dire, sente rumori dovuti all'irritazione dei recettori uditivi..
Dolore con il movimento degli occhi
Leggere o allontanare gli occhi di lato provoca fastidio agli occhi o alle tempie.Le sensazioni spiacevoli compaiono a causa dell'aumento della pressione intracranica.
Compromissione della coordinazione dei movimentiLa persona ha l'impressione che il corpo non gli obbedisca bene, i movimenti vengono eseguiti a lungo, come se fossero in ritardo.Queste sono le conseguenze di una violazione della trasmissione degli impulsi nervosi dalla corteccia cerebrale lungo i nervi ai muscoli, nonché una cattiva circolazione sanguigna nell'apparato vestibolare..
SudorazioneSensazione che i palmi siano freddi e umidi. Le perle di sudore compaiono sul viso e sul corpo.Il sistema nervoso simpatico, che controlla gli organi interni, è troppo agitato. Fa lavorare attivamente le ghiandole sudoripare e secerne più sudore del solito..
Nelle prime ore dopo l'infortunio
Restringimento o dilatazione di entrambe le pupilleLe pupille reagiscono normalmente alla luce e la persona non avverte nulla di insolito. Ma il medico potrebbe notare che la reazione degli alunni è sbagliata. Se le pupille sono di dimensioni diverse, ciò indica una lesione cerebrale più grave di una commozione cerebrale..La pressione intracranica agisce sui centri del sistema nervoso autonomo, che regolano la contrazione dei muscoli che restringono o dilatano la pupilla.
Gli occhi tremano di latoQuando una persona guarda di lato, i suoi occhi iniziano a tremare. È difficile vedere gli oggetti senza voltare la testa verso di loro.Questo fenomeno è associato a danni all'orecchio interno, all'apparato vestibolare e al cervelletto. Queste strutture fanno contrarre rapidamente i muscoli dell'occhio. Di conseguenza, la vittima non è in grado di concentrarsi..
Asimmetria dei riflessi tendineiQuesti riflessi vengono controllati da un neurologo. Colpisce i tendini con un martello, in risposta, c'è una flessione del braccio all'articolazione del gomito o della gamba al ginocchio.Normalmente, gli arti destro e sinistro si piegano allo stesso modo. L'aumento della pressione intracranica interrompe il cervello e le fibre nervose responsabili dell'esecuzione delle azioni riflesse.
Sintomi rimossi nel tempo (compaiono dopo 2-5 giorni)
Fotofobia e maggiore sensibilità al suonoUna persona percepisce i suoni ordinari o un normale livello di illuminazione in modo inadeguato. È infastidito non solo da suoni forti, ma anche moderati..A causa del fatto che la costrizione riflessa delle pupille è disturbata in una persona dopo un infortunio, la luce intensa gli provoca sensazioni spiacevoli.
L'interruzione dei nervi che controllano l'apparecchio acustico provoca irritazione dai suoni.
Depressione, malumore e irritabilitàCattivo umore, riluttanza a muoversi, lavorare e giocare.L'irritabilità si basa su una violazione delle connessioni tra le cellule nervose nella corteccia cerebrale, responsabili delle emozioni.
Ansia da sonnoDifficoltà ad addormentarsi, risveglio notturno o precoce.I problemi del sonno sono associati a emozioni spiacevoli che una persona prova, con stress e sovraeccitazione, nonché con una ridotta circolazione sanguigna nel cervello
AmnesiaPerdita di memoria. La persona non riesce a ricordare cosa è successo immediatamente prima dell'infortunio. Di solito, più forte era il colpo, più a lungo il periodo cade dalla memoria..Il processo di memorizzazione e riproduzione degli eventi in memoria si svolge in più fasi. Se al momento dell'infortunio questa catena si rompe, alcuni eventi potrebbero non essere depositati nella memoria a lungo termine..
Mancanza di concentrazioneUna persona non può concentrarsi su ciò che sta facendo in questo momento. È spesso distratto, diventa disattento, passa ad altre attività.La scarsa concentrazione è causata da un'interruzione della connessione tra la corteccia cerebrale e le strutture sottocorticali.

Come viene diagnosticata una commozione cerebrale??

Se, dopo un trauma cranico, appare almeno uno dei segni elencati, è imperativo consultare un traumatologo e preferibilmente un neurologo. I medici hanno criteri speciali che consentono di diagnosticare una commozione cerebrale e distinguere questa lesione da quella più grave.

Criteri di diagnosi

  1. Assenza di cambiamenti nel cervello: ematomi, emorragie.
  2. La radiografia della testa non mostra danni al cranio.
  3. La composizione del liquido cerebrospinale è normale.
  4. La risonanza magnetica per immagini non rileva lesioni focali o estese (diffuse) nel cervello. L'integrità del tessuto cerebrale non è compromessa, la densità della materia grigia e bianca è normale. Il gonfiore si manifesta gradualmente dopo l'infortunio.
  5. La persona colpita ha evidente confusione, letargia o aumento dell'attività.
  6. Perdita di coscienza dopo un trauma, che può durare da pochi secondi a 30 minuti. In alcuni casi, una persona non ricorda di aver perso conoscenza.
  7. Amnesia retrograda. Perdita di memoria di eventi accaduti prima dell'infortunio.
  8. Violazioni del sistema nervoso autonomo. Instabilità della pressione sanguigna e della frequenza cardiaca, arrossamento o sbiancamento della pelle.
  9. Il fenomeno oculostatico di Gurevich. Il paziente inizia a cadere all'indietro quando guarda in alto e cade in avanti quando gli occhi sono abbassati.
  10. Microsintomi neurologici. Gli angoli della bocca si trovano in modo asimmetrico, anche un ampio sorriso "denti scoperti" sembra irregolare. Riflessi cutanei alterati: addominale, cremasterico, plantare.
  11. Il sintomo di Romberg. Alla persona viene chiesto di stare in piedi, le gambe vengono spostate, le braccia distese davanti a lui, gli occhi chiusi. Con una commozione cerebrale in questa posizione, le dita e le palpebre tremano, è difficile per il paziente mantenere l'equilibrio, cade.
  12. Riflesso palmo-mento. La pelle del palmo nell'area dell'eminenza vicino al pollice viene accarezzata con colpi. In una persona con una commozione cerebrale, il muscolo del mento si contrae in risposta a questa irritazione. Questo segno è chiaramente visibile da 3 a 7-14 giorni.
  13. Nistagmo. Si manifesta in contrazioni orizzontali irregolari dei bulbi oculari..
  14. Aumento della sudorazione di piedi e palmi (iperidrosi).
Durante l'esame del paziente, il medico apprende le circostanze in cui si è verificata la lesione, ascolta le lamentele della vittima, conduce un esame. Un neurologo ha bisogno di 1-2 sintomi per fare una diagnosi corretta. Tutti questi segni di commozione cerebrale sono rari. Alcuni di loro sono lievi o compaiono nel tempo.

Se necessario, il medico prescriverà ulteriori esami: elettroencefalografia (EEG), tomografia computerizzata del cervello, ecoencefalografia, ecografia Doppler dei vasi cerebrali, puntura spinale.

Come aiutare con una commozione cerebrale?

Se hai una testa contusa o dopo un altro infortunio che potrebbe causare una commozione cerebrale, devi monitorare attentamente le condizioni della persona. Se compare almeno uno dei sintomi di una commozione cerebrale, è imperativo chiamare un'ambulanza o portare la vittima al pronto soccorso.

Prima dell'arrivo dell'ambulanza, alla persona deve essere garantito il riposo completo. Dovrebbe essere posizionato su un letto o su qualsiasi superficie piana. Metti un piccolo cuscino sotto la testa. Rilassa gli indumenti stretti (cravatta, colletto) e fai entrare aria fresca.

Quando una persona è incosciente, è meglio non spostarla. Qualsiasi movimento può causare lo spostamento delle ossa in una frattura della colonna vertebrale.

Se la vittima è incosciente, deve essere posizionata sul lato destro. Piega la gamba e il braccio sinistro. Questa posizione lo aiuterà a non soffocare con il vomito e fornirà libero accesso all'aria ai suoi polmoni. È necessario monitorare il polso e la pressione sanguigna. Se si perde la respirazione, dovrai fare un massaggio cardiaco e la respirazione artificiale.

Se ci sono ferite sulla testa, è necessario trattarle con perossido e benda o fissare la benda con nastro adesivo.

Il freddo dovrebbe essere applicato al sito dell'impatto. Può essere un sacchetto di bacche congelate avvolto in un asciugamano, una bottiglia di plastica o una borsa dell'acqua calda riempita con acqua fredda. Il freddo provoca la costrizione dei vasi sanguigni e questo aiuta a ridurre l'edema cerebrale..

Il trattamento della commozione cerebrale viene effettuato in un ospedale. Almeno 5-7 giorni dovranno essere trascorsi in ospedale, osservando il riposo a letto. Dopo questo, la persona viene dimessa. Ma il trattamento ambulatoriale a casa continuerà per altre 2 settimane. Non è consigliabile leggere, guardare la TV, muoversi attivamente.

Gradi di commozione cerebrale

Come viene trattata la commozione cerebrale??

Le persone con commozione cerebrale sono trattate nel reparto neurologico e, nei casi più gravi, nel reparto neurochirurgico. I primi 3-5 giorni, è necessario osservare rigorosamente il riposo a letto e le istruzioni dei medici. Se ciò non viene fatto, possono svilupparsi complicazioni: convulsioni simili a quelle epilettiche, disturbi della memoria e del pensiero, attacchi di aggressività e altre manifestazioni di instabilità emotiva.

Durante una degenza ospedaliera, i medici monitorano le condizioni del paziente. Il trattamento mira a migliorare la funzione cerebrale, alleviare il dolore e far uscire le persone dallo stress. Per questo, vengono utilizzati vari gruppi di farmaci..

  1. Antidolorifici: Analgin, Pentalgin, Baralgin, Sedalgin.
  2. Per alleviare le vertigini: Betaserc, Bellaspon, Platyphyllin con papaverina, Microzer, Tanakan.
  3. Agenti calmanti. Preparati vegetali: tintura di motherwort, valeriana. Tranquillanti: Elenium, Phenazepam, Rudotel.
  4. Per normalizzare il sonno: fenobarbital o Reladorm.
  5. Per normalizzare la circolazione sanguigna nel cervello, vengono combinati farmaci vasotropi (Cavinton, Sermion, Theonikol) e nootropici (Nootropil, Encephabol, Picamilon).
  6. Per migliorare il benessere generale: Pantogam, Vitrum
  7. Per aumentare il tono e migliorare la funzione cerebrale: tintura di ginseng ed eleuterococco, Saparal, Pantokrin.
Con un trattamento adeguato, entro una settimana dopo l'infortunio, la persona si sente normale, ma il medicinale deve essere assunto da 3 settimane a 3 mesi. Il recupero completo avviene in 3-12 mesi.
Per un anno dopo l'infortunio, una persona rimane sotto la supervisione del dispensario di un neurologo o terapista. È necessario visitare un medico almeno una volta ogni 3 mesi. Questo riduce il rischio di complicazioni dopo una commozione cerebrale..

Conseguenze di una commozione cerebrale

Si pensava che le conseguenze di una commozione cerebrale si verificassero nel 30-40% delle persone. Ma oggi solo il 3-5% delle persone colpite soffre di complicazioni. Questa diminuzione degli indicatori è dovuta al fatto che i pazienti precedenti con commozione cerebrale erano anche tra quelli con commozione cerebrale. E questa lesione cerebrale traumatica è più grave e spesso causa complicazioni..

Le conseguenze di una commozione cerebrale si verificano più spesso in quelle persone che hanno già avuto malattie del sistema nervoso o in quelle che non hanno seguito la prescrizione del medico.

I primi effetti di una commozione cerebrale non sono comuni. Sono associati al fatto che per 10 giorni dopo la lesione, il gonfiore e la distruzione delle cellule cerebrali continuano..

  • L'epilessia post-traumatica può verificarsi entro 24 ore e oltre dopo la lesione. È associato alla comparsa nel cervello di un focolaio epilettico nella regione frontale o temporale del cervello.
  • La meningite e l'encefalite, che causano infiammazione purulenta o sierosa del cervello, sono ormai molto rare. Dovrebbero essere temuti per lesioni craniocerebrali più gravi pochi giorni dopo l'infortunio..
  • Sindrome postconcussione (dal latino dopo commozione cerebrale): questo termine combina molti disturbi: mal di testa atroci, insonnia, distrazione, aumento della fatica, disturbi della memoria, suono e fotofobia. Il meccanismo del loro aspetto è associato a una violazione del passaggio di un impulso nervoso tra i lobi frontali e temporali del cervello..

Conseguenze a lungo termine di una commozione cerebrale

Compaiono 1 o 30 anni dopo l'infortunio.

  • Distonia vegeto-vascolare - disturbi del sistema nervoso autonomo, che portano a disturbi nel funzionamento del cuore e dei vasi sanguigni. Sono causati da disturbi nei nuclei di questa parte del sistema nervoso. Di conseguenza, tutti gli organi, compreso il cervello, soffrono di una circolazione sanguigna insufficiente..
  • Disturbi emotivi: ci sono depressione, periodi di maggiore attività o aggressività senza una ragione apparente, maggiore irritabilità e pianto. Il meccanismo per lo sviluppo di tali conseguenze è associato a disturbi nella corteccia degli emisferi cerebrali, che sono responsabili delle nostre emozioni..
  • Disturbi dell'intelletto: la memoria di una persona si deteriora, la concentrazione dell'attenzione diminuisce, il pensiero cambia. Queste manifestazioni possono portare a cambiamenti di personalità e demenza. I disturbi sono associati alla morte delle cellule nervose (neuroni) in diverse parti della corteccia cerebrale.
  • Mal di testa: sono causati da una cattiva circolazione nel cervello dopo un infortunio o un sovraccarico dei muscoli della testa e del collo.
  • Vestibolopatia post-traumatica - una malattia causata da un malfunzionamento dell'apparato vestibolare.
Anche quelle parti del cervello che elaborano le informazioni provenienti da esso soffrono. Si manifesta con frequenti vertigini, nausea, vomito. Spesso questo cambia l'andatura, diventa sbattente, come se una persona stesse camminando con scarpe troppo grandi.

Tutte le conseguenze di una commozione cerebrale dovrebbero essere un motivo per consultare un neurologo. L'autotrattamento con rimedi popolari o la consulenza di uno psicologo non porterà sollievo. Per sbarazzarsi delle conseguenze della lesione, è necessario sottoporsi a un ciclo di trattamento con farmaci che migliorano la funzione cerebrale e ripristinano le connessioni tra le cellule nervose.

Prevenzione del verificarsi di conseguenze

Durante il primo anno dopo l'infortunio, è consigliabile evitare forti stress fisici e mentali per non causare complicazioni. Buoni risultati si ottengono con uno speciale complesso di esercizi di fisioterapia, che normalizza il flusso sanguigno al cervello. È necessario osservare il regime quotidiano ed essere molto all'aria aperta. Ma la luce solare diretta e il surriscaldamento non sono desiderabili. Pertanto, è meglio astenersi da una gita al mare durante questo periodo..

Commozione cerebrale: come accade, sintomi e quanto viene trattato

Una commozione cerebrale è una lieve disfunzione reversibile del cervello causata da un trauma. Si ritiene che la manifestazione della commozione cerebrale si basi su una violazione delle connessioni tra le cellule nervose, principalmente funzionali.

La commozione cerebrale in termini di frequenza di occorrenza è al primo posto nella struttura della lesione cerebrale traumatica. Le cause della commozione cerebrale sono sia incidenti stradali che infortuni domestici, sul lavoro e sportivi; Anche le circostanze criminali giocano un ruolo significativo.

Come si verifica una commozione cerebrale??

Nello stato normale, il liquido cerebrospinale, la sostanza liquida in cui il cervello galleggia, protegge il cervello dal toccare le ossa del cranio. Il contatto della corteccia cerebrale con il rivestimento interno del cranio provoca una commozione cerebrale. La materia grigia di una persona ferita colpisce un lato del cranio e riceve un contrattacco sull'altro lato.

La commozione cerebrale può essere causata da:

  • Caduta, anche dall'alto della tua stessa crescita.
  • Lesioni derivanti da un incidente stradale, situazione lavorativa o dopo essere stati attaccati da teppisti.
  • Una lesione alla testa o al collo causata da negligenza (camminare e colpire un palo, andare in bicicletta e non aver notato un ramo).
  • Impatto ricevuto durante la pratica sportiva.

Le commozioni cerebrali multiple vengono diagnosticate in pugili, giocatori di rugby e altri atleti negli sport di contatto.

Anche un bambino che è stato inavvertitamente scosso può essere ferito.

Gradi di commozione cerebrale

  1. Lieve commozione cerebrale. Non c'è compromissione della coscienza, la vittima può avvertire disorientamento, mal di testa, vertigini, nausea durante i primi 20 minuti dopo la lesione. Successivamente, lo stato generale di salute torna alla normalità. Possibile aumento della temperatura a breve termine (37,1-38 ° C).
  2. Commozione cerebrale di moderata gravità. Nessuna perdita di coscienza, ma sintomi patologici come mal di testa, nausea, vertigini, disorientamento, perdita di memoria a breve termine (amnesia).
  3. Grave commozione cerebrale. È necessariamente accompagnato da perdita di coscienza per un breve periodo di tempo, di solito da alcuni minuti a diverse ore. La vittima non ricorda cosa è successo: si sviluppa un'amnesia retrograda.

Sintomi di commozione cerebrale

Quindi, i primi segni che si manifesta una commozione cerebrale sono i seguenti:

  • Confusione di coscienza, che scompare dopo breve tempo.
  • Vertigini: la testa del paziente ha le vertigini anche a riposo e quando il corpo si muove o la testa si inclina, aumenta.
  • Palpitante mal di testa.
  • Sensazione di tinnito.
  • Sensazione di debolezza.
  • Nausea, vomito, manifestato una volta.
  • Rumore nelle orecchie.
  • Confusione di coscienza, letargia, linguaggio incoerente.
  • Visione doppia.
  • Fotofobia. Anche il normale livello di luce può causare disagio. Allo stesso modo, maggiore sensibilità ai suoni.
  • Compromissione della coordinazione dei movimenti.

Esiste un metodo molto semplice per rilevare la commozione cerebrale a casa. Per fare ciò, la vittima deve chiudere gli occhi, alzarsi, alzare le braccia ai lati e quindi provare a toccare la punta del naso con il dito indice. Anche se ci sono segni di una condizione lieve, sarà difficile da fare.

Cosa fare se hai una commozione cerebrale?

Se hai un trauma cranico:

  • Rivolgiti immediatamente a un medico, anche se i sintomi non sembrano essere gravi.
  • Riposati durante il giorno e cerca di dormire bene. Questa è la chiave per curare le lesioni cerebrali.
  • Rimani in casa, in un'area senza luce intensa. Prepara impacchi di ghiaccio per il mal di testa.
  • La famiglia o gli amici dovrebbero essere presenti 24 ore al giorno per i primi due giorni dopo una commozione cerebrale.
  • Prendi solo i medicinali prescritti dal tuo medico. Il paracetamolo (Panadol) fa bene al mal di testa, ma l'aspirina e l'ibuprofene (Advil) possono causare sanguinamento nel cervello.
  • Limita le tue solite attività: concentrati sul fare una cosa alla volta. Il multitasking, come guardare la TV mentre si fanno i compiti o si cucina, porterà a problemi di concentrazione.
  • Mangia cibi leggeri ma sani, soprattutto in caso di nausea.

Terapia farmacologica

Nonostante la natura relativamente facile di questa diagnosi e la mancanza di indicazioni per la prescrizione di farmaci, in casi particolarmente gravi, è possibile l'intervento farmacologico. Tale terapia include i seguenti gruppi di farmaci:

  • antidolorifici;
  • nootropico;
  • vasotropico;
  • diuretici;
  • sedativi;
  • tranquillanti;
  • supporto vitaminico.

Quali medicine prendere?

Il trattamento di una lieve commozione cerebrale è impossibile senza farmaci.

Il corso di prescrizione di farmaci comprende molti farmaci:

Fenazepam, Elenium e altri farmaci sedativi. Normalizzano l'attività del sistema nervoso.

Analgesici - Pentalgin, Analgin e altri. Farmaci antidolorifici.

Farmaci vasotropici e cerebrotropici volti a ripristinare il cervello.

Multivitaminici per prevenire gli effetti della commozione cerebrale.

Cavinton. Il medicinale ripristina e normalizza l'attività dei vasi sanguigni.

Pronto soccorso per commozioni cerebrali

Il primo soccorso a una vittima con una commozione cerebrale, se ha ripreso rapidamente conoscenza, è dargli una comoda posizione orizzontale con la testa leggermente sollevata.

Se la persona colpita da commozione cerebrale continua ad essere incosciente, è preferibile la cosiddetta posizione di salvataggio:

  • dal lato giusto,
  • testa gettata all'indietro, volto rivolto a terra,
  • il braccio e la gamba sinistra sono piegati ad angolo retto alle articolazioni del gomito e del ginocchio (le fratture degli arti e della colonna vertebrale devono essere prima escluse).

Questa posizione, assicurando il libero passaggio dell'aria nei polmoni e il flusso libero di fluido dalla bocca verso l'esterno, previene l'insufficienza respiratoria dovuta all'affondamento della lingua, alla saliva, al sangue e al vomito che scorre nelle vie aeree. Se ci sono ferite sanguinanti sulla testa, applica una benda.

Poi chiamano un'ambulanza.

Per quanto tempo giacere con una commozione cerebrale in ospedale?

La durata esatta del periodo di trattamento in ospedale, il tempo necessario per il recupero, varia con la gravità della lesione. La malattia può regredire in una o due settimane, ma se i sintomi non scompaiono in modo tempestivo, il trattamento ospedaliero può essere esteso anche più a lungo. Inoltre, la durata della degenza in ospedale dipende dall'età dell'infortunato: i bambini possono rimanere in ospedale fino a un mese. Dopo la dimissione dall'ospedale, tutti i pazienti devono necessariamente seguire le istruzioni del proprio medico curante ed eseguire misure di riabilitazione.

Voci correlate:

  1. Disturbi mentali: classificazioneI disturbi mentali possono verificarsi in qualsiasi persona, in qualsiasi.
  2. Tinnito dovuto allo stressTinnito o sensazione di acufene e.
  3. Una donna con infezione da HIV può dare alla luce un bambino sano?L'infezione da HIV introduce un gran numero di restrizioni sullo stile di vita di coloro che sono malati, può farlo.
  4. Malattia di Paget: sintomi e causeLa malattia di Paget è una malattia ossea deformante in cui i processi vengono interrotti.

Autore: Levio Meshi

Medico con 36 anni di esperienza. Blogger medico Levio Meshi. Revisione costante di argomenti scottanti in psichiatria, psicoterapia, dipendenze. Chirurgia, Oncologia e Terapia. Conversazioni con i principali medici. Recensioni di cliniche e dei loro medici. Materiali utili sull'automedicazione e sulla risoluzione dei problemi di salute. Visualizza tutte le voci di Levio Meshi

Concussione

Informazione Generale

Una commozione cerebrale è una condizione che si verifica a seguito di una lieve lesione cerebrale traumatica. A causa della commozione cerebrale, le connessioni interneuronali vengono temporaneamente interrotte. È molto comune e si colloca al primo posto tra le condizioni associate a lesioni cerebrali traumatiche. Nonostante la lesione sia considerata relativamente lieve, è estremamente importante dopo qualsiasi trauma craniocerebrale assicurarsi di consultare un medico, eseguire esami e seguire le sue istruzioni. Dopotutto, una tale condizione richiede il rispetto obbligatorio del riposo e il rispetto delle raccomandazioni di altri medici. Codice di concussione secondo ICD-10 - S06.0.

Patogenesi

In uno stato normale, il cervello umano si trova nel liquido cerebrospinale. Con un forte scuotimento della testa, si verifica un colpo d'ariete, provocato da una caduta di pressione nel liquido cerebrospinale. A volte il cervello può colpire l'interno del cranio.

Con lesioni e contusioni, l'intero tessuto cerebrale è colpito da commozione cerebrale. All'inizio, c'è una disfunzione diffusa del cervello (si verifica uno svenimento). Dopo un paio di minuti o ore, la gravità dei fenomeni generali diminuisce e in una certa parte del cervello rimangono solo i segni di disturbi focali.

I sintomi del trauma si sviluppano come risultato dello sviluppo della dissociazione funzionale del tronco cerebrale e degli emisferi. In caso di commozione cerebrale, alcune delle proprietà fisiche e chimiche dei neuroni cambiano, il che può portare a un cambiamento nell'organizzazione spaziale delle molecole proteiche. È probabile anche una temporanea disconnessione dei segnali tra le sinapsi dei neuroni cellulari e parti del cervello. La sinapsi trasmette gli impulsi nervosi tra le cellule. Questo è il punto di contatto tra i neuroni o tra un neurone e una cellula effettrice che riceve un segnale. E se la relazione viene temporaneamente interrotta, si sviluppano disturbi funzionali. Con una commozione cerebrale, tutta la sostanza del cervello è esposta a influenze patologiche.

Classificazione

A seconda della gravità del danno alla salute e dei sintomi clinici, ci sono 3 gradi di questa condizione:

  • Leggero. Se c'è una leggera commozione cerebrale, la coscienza della vittima non è compromessa, tuttavia, può avvertire vertigini, disorientamento, mal di testa e nausea disturbati per 20 minuti. dopo un infortunio. Una lieve commozione cerebrale può portare a un leggero aumento della temperatura - fino a 38 gradi. Inoltre, il benessere generale migliora, i sintomi spiacevoli scompaiono.
  • Media. La persona rimane cosciente, ma mostra i segni caratteristici di questa condizione: nausea, disorientamento, mal di testa, vertigini. Questi segni non scompaiono per più di 20 minuti. Può verificarsi anche una perdita di memoria a breve termine. Nella maggior parte dei casi, si tratta di amnesia retrograda, quando la vittima non ricorda pochi minuti prima che si verificasse la lesione.
  • Pesante. La perdita di coscienza si nota per un breve periodo. Questo stato può durare minuti o ore. La persona non ricorda cosa è successo: sviluppa un'amnesia retrograda. Dopo il trauma subito, i sintomi spiacevoli possono rimanere nella vittima per una o più settimane. Durante questo periodo si notano vertigini, mal di testa, nausea, disorientamento, affaticamento, scarso sonno e appetito..

Cause

Le ragioni di questa condizione sono varie TBI, cioè c'è un effetto meccanico diretto sul cranio..

Questi possono essere domestici, sport, infortuni sul lavoro, conseguenze di incidenti stradali.

La commozione cerebrale si verifica quando c'è una forte influenza del carico assiale trasmesso attraverso la colonna vertebrale. Ciò è possibile quando una persona cade sulle gambe o sui glutei, rallenta o accelera bruscamente.

Sintomi di commozione cerebrale

È importante capire che la commozione cerebrale può verificarsi anche quando la gravità della lesione è relativamente minore. Pertanto, è molto importante essere attenti alle condizioni della vittima e non perdere i primi segni di una commozione cerebrale..

Quindi, i primi segni che si manifesta una commozione cerebrale sono i seguenti:

  • Confusione di coscienza, che scompare dopo breve tempo.
  • Vertigini: la testa del paziente ha le vertigini anche a riposo e quando il corpo si muove o la testa si inclina, si intensifica. Questi sintomi di commozione cerebrale sono associati a una ridotta circolazione sanguigna nell'apparato vestibolare..
  • Palpitante mal di testa.
  • Sensazione di tinnito.
  • Sensazione di debolezza.
  • Nausea, vomito, manifestato una volta.
  • Rumore nelle orecchie.
  • Confusione di coscienza, letargia, linguaggio incoerente.
  • Raddoppio negli occhi. Anche una lieve commozione cerebrale può far male agli occhi di una persona quando cerca di leggere..
  • Fotofobia. Anche il normale livello di luce può causare disagio. Allo stesso modo, maggiore sensibilità ai suoni.
  • Compromissione della coordinazione dei movimenti.

In molte situazioni, dopo aver subito un infortunio, è molto importante scoprire se una persona ha una commozione cerebrale. Esiste un metodo molto semplice per rilevare la commozione cerebrale a casa. Per fare ciò, la vittima deve chiudere gli occhi, alzarsi, alzare le braccia ai lati e quindi provare a toccare la punta del naso con il dito indice. Anche se ci sono segni di una condizione lieve, sarà difficile da fare.

Un'altra opzione è usata per aiutarti a capire a casa che hai una commozione cerebrale. La vittima dovrebbe chiudere gli occhi, alzare le braccia e camminare in linea retta, mettendo un piede dopo l'altro. Ma questo deve essere guardato da qualcuno, poiché la vittima corre il rischio di cadere a causa del disorientamento..

I sintomi di commozione cerebrale negli adulti dopo un infortunio possono variare in gravità. In genere, i segni gravi di commozione cerebrale negli adulti persistono 1-3 giorni dopo uno shock o altre lesioni.

Per quanto riguarda se può esserci una temperatura in un tale stato, si deve tenere presente che una tale manifestazione si verifica abbastanza spesso. Dopo una commozione cerebrale, potrebbe esserci una temperatura: sale agli indicatori subfebrilari.

A volte le vittime mostrano sintomi neurologici. Tuttavia, in alcuni casi sono assenti. Di norma, la frequenza cardiaca e la pressione delle vittime cambiano, appare letargia, la memoria si deteriora.

È importante capire che le persone con commozione cerebrale potrebbero non avere tutti questi sintomi. Ma in ogni caso, se sospetti una commozione cerebrale, non puoi esitare a visitare un medico..

Sintomi di una commozione cerebrale in un bambino

Se è possibile controllare le condizioni di un adulto utilizzando i metodi sopra descritti, è più difficile riconoscere i segni di tale condizione in un bambino o in un bambino di 2-3 anni. Nei bambini, questa condizione si manifesta in modo diverso rispetto agli adulti. La diagnosi è complicata dal fatto che non è sempre possibile tracciare la connessione dei sintomi con la malattia. Inoltre, i segni sono spesso aspecifici..

Come determinare questa condizione in un bambino? In genere, un bambino che ha ricevuto una commozione cerebrale mostrerà i seguenti sintomi:

  • rigurgito durante l'alimentazione;
  • vomito;
  • battito cardiaco frequente;
  • diminuzione della pressione;
  • una manifestazione di ansia, che viene presto sostituita da una letargia pronunciata;
  • piangere senza motivo.

I primi segni di una commozione cerebrale nei bambini possono essere un grave pallore della pelle. La coscienza non può essere disturbata.

I segni di una commozione cerebrale in un bambino di età pari o superiore a 1 anno mostrano sintomi simili a quelli degli adulti. Questi bambini, così come i bambini dai 2 anni in su, possono subire perdita di coscienza. A volte il bambino ha la nausea, è preoccupato per il vomito, mal di testa, il bambino si lamenta di acufeni, vertigini. Il bambino può dormire male, sudare molto. In alcuni casi, i bambini soffrono di cecità post-traumatica temporanea. A volte si celebra il cosiddetto periodo di "benessere immaginario", quando il bambino si sente normale subito dopo l'infortunio. Ma in seguito la condizione peggiora.

Se un bambino ha una lesione al cervello o al midollo spinale, vai immediatamente dal medico.

Analisi e diagnosi di commozione cerebrale

Spesso le persone non capiscono esattamente quale medico consultare per una commozione cerebrale. È importante considerare quanto segue: consultare immediatamente un medico. Cioè, dopo un infortunio, è importante chiamare i soccorsi, i cui specialisti valuteranno le condizioni del paziente e determineranno a chi portare il bambino in caso di commozione cerebrale o dove ricoverare un adulto. Tali segni dovrebbero essere indirizzati a specialisti neurologici..

Come viene diagnosticata una commozione cerebrale? Il medico conduce un sondaggio e un esame, prestando attenzione ai segni caratteristici della condizione:

  • La vittima ha dolore quando sposta gli occhi di lato, non può portarli nella posizione più estrema.
  • Immediatamente dopo l'infortunio - nelle prime ore - c'è un leggero restringimento o dilatazione delle pupille. Tuttavia, reagiscono normalmente alla luce..
  • C'è una leggera asimmetria dei riflessi - cutaneo e tendineo. Sono diversi a destra ea sinistra. Ma poiché questo segno è molto variabile, l'immagine può cambiare al riesame..
  • Nella posizione estrema, si notano leggeri movimenti di ritorno della pupilla.
  • Si nota tremori quando una persona assume la posizione di Romberg (occhi chiusi, gambe unite, mani davanti a lui).
  • Il medico può rilevare una leggera tensione nei muscoli del collo che scompare entro i primi tre giorni.

Nel processo di definizione di una diagnosi, uno specialista può utilizzare i seguenti metodi:

  • esame, interrogatorio del paziente;
  • Raggi X delle ossa del cranio;
  • Scansione TC;
  • MRI;
  • elettroencefalografia;
  • neurosonografia (bambini sotto i 2 anni).

Trattamento della commozione cerebrale

Anche se la ferita non era troppo grave, il primo soccorso per una commozione cerebrale comporta la chiamata di un'ambulanza. Inoltre, il primo soccorso viene fornito nell'ospedale più vicino, dove alla vittima viene eseguita una radiografia o una TAC della testa. Nel periodo acuto, i pazienti rimangono nel reparto neurochirurgico. Anche in caso di lieve commozione cerebrale, è necessario praticare il riposo a letto per almeno 5 giorni. Per quanto riguarda quanti sono in ospedale con una tale diagnosi, se non ci sono complicazioni, il paziente viene dimesso dall'ospedale in circa 7-10 giorni. Tuttavia, il trattamento domiciliare per la commozione cerebrale dovrebbe continuare per un po 'di tempo. A casa, è importante riposarsi il più possibile, mentalmente e fisicamente. Si consiglia di dormire di più a casa. È molto importante seguire queste linee guida quando si tratta una piccola commozione cerebrale a casa. In effetti, dipende dall'approccio corretto al trattamento se in futuro appariranno conseguenze negative..

I dottori

Kim Stanislav Alekseevich

Ivanova Olga Alekseevna

Huseynova Kamila Timurovna

Medicinali

Per curare una commozione cerebrale, viene utilizzata la terapia farmacologica, il cui scopo è normalizzare lo stato funzionale del cervello, alleviare i sintomi spiacevoli - vertigini, mal di testa, ansia, ecc. Quali farmaci prescrivere, il medico determina individualmente.

In genere, alle persone con commozione cerebrale vengono prescritti i seguenti farmaci:

  • Analgesici - compresse Pentalgin, Analgin, Baralgin, Paracetamol, ecc..
  • Sedativi: tintura di motherwort, tintura di valeriana, Valocordin, Corvalol.
  • Tranquillanti - Phenazepam, Sibazon, Nozepami ecc..
  • Praticano anche la nomina di corsi di trattamento vascolare e metabolico al fine di ripristinare rapidamente le funzioni cerebrali e prevenire lo sviluppo di sintomi post-commozione cerebrale..
  • Nel processo di recupero, al paziente vengono prescritti farmaci vasotropi (Cavinton, Stugeron), farmaci nootropici (Aminalon, Piracetam, Picamilon).
  • Inoltre prescrivono l'assunzione di multivitaminici.
  • Nella fase di recupero, vengono prescritti agenti tonici generali: estratto di eleuterococco, frutti di citronella, radice di ginseng.

Ma il regime di trattamento generale è prescritto dal medico, quindi in nessun caso puoi decidere da solo cosa bere e in quali quantità. La quantità di trattamento da eseguire dipende dal grado di danno.

Procedure e operazioni

Nonostante il fatto che il trattamento farmacologico sia una fase importante nella terapia generale, la cosa principale nel trattamento di questa condizione è mantenere il riposo, un buon riposo e il riposo a letto. I genitori, a cui il medico dice cosa fare in caso di commozione cerebrale in un bambino, devono fornire al bambino un tale regime per 1-2 settimane.

A proposito, c'è un'opinione secondo cui non puoi dormire dopo una commozione cerebrale. Molte linee guida di pronto soccorso affermano che a una persona non dovrebbe essere consentito di dormire immediatamente dopo un infortunio in modo che non cada in coma. Ma gli esperti moderni ritengono che la domanda sul perché non puoi dormire sia irrilevante, poiché questa affermazione è un mito ordinario..

Per un mese dopo aver subito una commozione cerebrale, non puoi fare un duro lavoro, dovresti limitare l'allenamento sportivo. È importante limitare la lettura, passare il minor tempo possibile al computer e ad altri gadget e non utilizzare le cuffie.

Trattamento con rimedi popolari

Per accelerare il processo di guarigione, puoi usare alcuni rimedi popolari..

  • Infuso di menta, melissa e vischio. Prendi 1 cucchiaio. l. ciascuna delle erbe, versare in un thermos e versare 2 cucchiai. acqua bollente. Insistere per tutta la notte, bere mezzo bicchiere 4 volte al giorno.
  • Decotto di iperico. È preparato da 2 cucchiai. l. Erba di San Giovanni e 1 bicchiere d'acqua. Il brodo deve essere portato a ebollizione, insistere e bere 100 g tre volte al giorno.
  • Ripristino dell'infusione. Prendi 10 g di foglie di menta, coni di luppolo, corteccia di olivello spinoso, melissa e 20 g di radice di valeriana. Mescola tutti gli ingredienti, prendi 2 cucchiai. l. fondi e riempirlo con 2 cucchiai. acqua bollente. Bere 100 g più volte al giorno, assicurarsi di prendere l'infuso prima di coricarsi.
  • L'infuso è sedativo. Devi prendere 2 cucchiai. l. erbe menta, motherwort e melissa, versare 1 litro di acqua bollente e lasciare per una notte. Bere mezzo bicchiere tre volte al giorno.
  • L'infuso è lenitivo e restitutivo. È necessario assumere in proporzioni uguali coni di luppolo, corteccia di olivello spinoso, melissa, radice di valeriana, foglie di betulla, tè di ivan, erba di San Giovanni. Versare 3 cucchiai. l. questa raccolta con un litro di acqua bollente e lasciare per 2 ore. Bere mezzo bicchiere 3 volte al giorno.
  • Un rimedio per l'insonnia. Mescola 1 cucchiaio. l. erbe aromatiche alla menta e 1 cucchiaino. cannella. Versare acqua bollente (1 l) e lasciare in un thermos per 2 ore. Bere 4 p. 100 g al giorno, anche prima di coricarsi.
  • Una miscela di miele e noci. Le noci tritate devono essere mescolate con miele in proporzioni uguali e prendere questo rimedio in 1 cucchiaio. l. ogni giorno per sei mesi.
  • Polline d'api. Si consiglia di prendere i suoi granuli: mezzo cucchiaino al giorno per un mese. Dopo sei mesi, ripeti.
  • Si consiglia di dormire su un cuscino con erbe lenitive: menta, melissa, levistico, trifoglio.

Primo soccorso

Se una persona è ferita e incosciente o mostra segni di disorientamento, chiamare immediatamente un'ambulanza.

  • La vittima incosciente deve essere posizionata sul lato destro, con le gambe e i gomiti piegati e la superficie ferma. La testa deve essere inclinata all'indietro e rivolta verso il suolo per garantire una buona permeabilità all'aria ed evitare allagamenti durante il vomito. Non dovresti voltare di nuovo il paziente e cercare di determinare quanto gravemente è stato ferito. Meglio aspettare i dottori.
  • Se una persona sta sanguinando, fermala con una benda.
  • Una vittima cosciente dovrebbe essere distesa in posizione orizzontale, la sua testa dovrebbe essere leggermente sollevata. È necessario monitorare le sue condizioni, poiché un periodo di presunto benessere può essere sostituito da una forte manifestazione di sintomi gravi.
  • È importante consultare uno specialista, anche se la lesione sembra lieve.

Prevenzione

È necessario seguire le seguenti regole di prevenzione:

  • Utilizzare dispositivi di protezione e rispettare le norme di sicurezza durante la pratica sportiva.
  • Utilizzare una cintura di sicurezza quando si viaggia in auto.
  • Trasportare i bambini solo in un seggiolino per auto.
  • Prestare molta attenzione a casa per evitare cadute e lesioni..
  • Rafforza l'immunità.

Nei bambini

Una commozione cerebrale in un bambino è una condizione grave. Se i bambini mostrano i sintomi sopra descritti dopo essere stati feriti, è imperativo consultare immediatamente un medico. Inoltre, come notano il pediatra Komarovsky e altri esperti, i genitori dovrebbero tenere conto del fatto che durante il giorno dopo l'infortunio possono svilupparsi sintomi allarmanti. Pertanto, è importante considerare attentamente le condizioni del bambino..

Non puoi applicare alcun metodo di trattamento da solo. Cosa fare e quale regime di trattamento utilizzare è determinato solo dal medico. La terapia viene solitamente eseguita in un ospedale per monitorare le condizioni del bambino e prevenire possibili conseguenze. Con il giusto approccio al trattamento, le condizioni del bambino tornano alla normalità in circa 3 settimane.

Dieta

Dieta per il sistema nervoso

  • Efficienza: effetto terapeutico dopo 2 mesi
  • Tempistica: costantemente
  • Costo del cibo: 1700-1800 rubli a settimana

La nutrizione durante il periodo di trattamento e recupero dovrebbe essere corretta: è necessario mangiare cibi leggeri, non mangiare troppo, in modo da non appesantire ulteriormente il corpo. Il menu dovrebbe essere dominato da frutta e verdura fresca, cibi bolliti o piatti al vapore.

Durante il periodo di recupero, è importante fornire all'organismo tali sostanze:

  • Vitamine del gruppo B: normalizzano la funzione del sistema nervoso. Il menu dovrebbe includere fegato, noci, asparagi, uova, legumi, pane integrale, pesce.
  • Ferro - è necessario per il normale assorbimento delle vitamine del gruppo B. Dovresti mangiare grano saraceno, farina d'avena, semola di grano, legumi, spinaci, pollo.
  • Lecitina: migliora la funzione cerebrale. Questa sostanza si trova nella carne di pollame, nelle uova, nel fegato.
  • Potassio - È importante reintegrare il potassio se a una persona vengono prescritti diuretici. Si trova in albicocche secche, latticini, noci, uvetta, legumi.
  • Vitamina C: migliora la resistenza allo stress. Si trova in rosa canina, ribes, agrumi, viburno, cavolo, ecc..
  • Magnesio: protegge il corpo dallo stress. Contenuto in noci, miglio, grano saraceno, alghe, legumi.

Conseguenze e complicazioni

È importante capire che le conseguenze di una commozione cerebrale a volte si notano anche diversi anni dopo che una persona ha subito il trauma. Molto spesso, le complicazioni compaiono dopo una commozione cerebrale alle gambe. Se non trattata correttamente, aumenta anche il rischio di tali complicazioni..

Quali sono le conseguenze dopo una commozione cerebrale? Le seguenti manifestazioni sono possibili come conseguenze a breve termine:

  • Forti mal di testa Di norma, tali sintomi scompaiono in 2-4 settimane, a seconda del grado della malattia. Il dolore particolarmente intenso si verifica in coloro che soffrono di ipertensione. Cosa fare se la testa fa male dopo questo periodo, il medico determina dopo ulteriori esami.
  • Compromissione della memoria, concentrazione, distrazione. In un bambino, queste manifestazioni possono portare a un deterioramento del rendimento scolastico..
  • Vertigini.
  • Nausea e vomito.
  • Sonnolenza, grave affaticamento, debolezza.
  • Difficoltà a scrivere e leggere.

Il pericolo di tali manifestazioni dipende dalla loro durata. È importante che scompaiano gradualmente nell'arco di 3-4 settimane. In caso contrario, saranno necessari ulteriori esami e trattamenti..

La commozione cerebrale negli adulti e nei bambini può portare alla manifestazione di conseguenze a lungo termine che si verificano dopo un paio di mesi o anni:

  • Sindrome postconcussione - di regola, si sviluppa negli adulti e nei bambini che non hanno ricevuto un trattamento adeguato per la malattia. In questo stato si manifestano mal di testa, vertigini, disturbi del sonno, ansia grave, ridotta concentrazione, deterioramento cognitivo, VSD, convulsioni epilettiche, grave affaticamento durante il normale sforzo.
  • Epilessia post-traumatica: il trauma è un fattore provocante per l'epilessia, se una persona ha una predisposizione per questo. Spesso, i medici devono affrontare difficoltà nel rilevare le relazioni di causa ed effetto se un paziente si rivolge a loro in tale stato.
  • Cambiamenti di personalità: una persona può mostrare aggressività, risentimento, irritabilità, ecc. È di cattivo umore, sono possibili frequenti scoppi di rabbia o euforia.
  • Disturbi cognitivi: la memoria si deteriora, si nota un alto affaticamento. Una persona può avere una diminuzione del vocabolario e della base di conoscenza..
  • Distonia vegeto-vascolare - si sviluppano disturbi vegetativi. Disturbato da mancanza di respiro, mal di testa, tachicardia, sudorazione, picchi di pressione sanguigna.
  • Altre conseguenze possono essere nevrosi, psicosi, percezione inadeguata dell'alcol da parte del corpo, aumento della produzione di liquido cerebrospinale, diminuzione della produzione di liquido cerebrospinale.

Quando compaiono tali complicazioni, i medici prescrivono i farmaci necessari e altri metodi di trattamento..

Previsione

Dipende dalla gravità della lesione e della commozione cerebrale. Con un grado lieve, la prognosi è condizionatamente favorevole. Nei casi più gravi, il paziente può morire senza cure e trattamenti adeguati.

In alcuni casi, gli effetti del trauma si osservano per un lungo periodo di tempo. Secondo le statistiche mediche, le complicazioni si osservano in circa il 3% delle vittime.

Elenco delle fonti

  • Malattie del sistema nervoso. Una guida per i medici. / Ed. prof. N.N. Yakhno, prof. D.R.Shtulman. - M.: Medicina, 2001.-- T. 1. - S. 711.-- 744 p..
  • Zhulev N.M., Yakovlev N.A. Lesione cerebrale traumatica minore e sue conseguenze. M., 2004.
  • Sarkisyan B.A., Bastuee N.V. Commozione cerebrale. Novosibirsk: Science, 2000.
  • V. V. Khozyaine Conseguenze a lungo termine di lesioni craniocerebrali chiuse (confronto clinico PEG e TC). Dis.... Cand. miele. scienze. Kiev, 1988.

Istruzione: Laureato in Farmacia presso il Rivne State Basic Medical College. Laureato alla Vinnitsa State Medical University dal nome M.I. Pirogov e stage alla sua base.

Esperienze lavorative: Dal 2003 al 2013 - ha lavorato come farmacista e responsabile di un'edicola di farmacia. È stata premiata con certificati e riconoscimenti per molti anni e lavoro coscienzioso. Articoli su argomenti medici sono stati pubblicati su pubblicazioni locali (giornali) e su vari portali Internet.

Per Maggiori Informazioni Su Emicrania