Funzioni di parti del cervello

Il cervello, come il midollo spinale, è uno dei componenti del sistema nervoso centrale umano. Le funzioni dei dipartimenti cerebrali includono il controllo sulle prestazioni dei processi vitali dell'intero organismo. Le capacità di questo organismo non sono state completamente studiate, le sue risorse non sono completamente note. La struttura ei principi di funzionamento del cervello umano sono sempre stati al centro dell'attenzione dei neuroscienziati..

La struttura e le funzioni del proencefalo danno a una persona l'opportunità di essere nella società. Solo con l'aiuto dell'attività coordinata delle strutture cerebrali diventa possibile apprendere, provare emozioni, reagire ad esse e avere una propria visione del mondo che le circonda. Tutta questa percezione è possibile solo grazie al costante sviluppo degli emisferi cerebrali del proencefalo..

Struttura

La protezione dai danni meccanici e dai fenomeni negativi del cervello umano è la sua posizione nella cavità cranica. È protetto da tutti i lati dalle ossa craniche. La forma del cervello e le sue parti nel processo di crescita diventano simili alla struttura del cranio. Il tessuto cerebrale si basa sui lipidi, che ne determinano la struttura e il colore. È gelatinosa e di colore giallo chiaro..

Proteggere le funzioni del cervello sono i tessuti molli, duri e simili a ragni (intrecciati con i capillari sanguigni). Il liquido cerebrospinale è diventato il collegamento provvisto tra loro. Grazie al diagramma sottostante, puoi vedere chiaramente come funziona il cervello umano..

Facendo riferimento al diagramma che riflette la struttura del cervello, considereremo i dipartimenti e di cosa sono responsabili. Utilizzando l'esempio dell'interazione dei neuroni tra loro all'interno di un'unità di sistema, sarà facile determinare le funzioni del cervello.

Come funziona il cervello umano, dal punto di vista della neurobiologia? “Innanzitutto si distingue non tanto per la sua complessità quanto per la mancanza di studio dell'attività funzionale dei neuroni” (A. R. Luria). Dal punto di vista della percezione visiva, il cervello, la sua struttura può essere considerata usando l'esempio del componente principale, due parti degli emisferi cerebrali.

Sono ricoperti da una sostanza di rilievo: la corteccia, che è così dominante in volume da occupare una grande parte in termini percentuali. È accettato che la massa del lobo del cervello sia determinata dalla presenza del numero di convoluzioni. In media, la crosta ha fino a sette strati. I neuroni sono il costituente principale di questi strati. Forniscono il flusso di informazioni da un punto centrale a un punto periferico e viceversa..

Il tronco cerebrale si trova sotto i due grandi emisferi. Questo nome "gambo" si basa sulla disposizione degli emisferi secondo il principio dei rami sullo stelo su entrambi i lati.

Sotto i due emisferi nella parte posteriore c'è il cervelletto. La struttura del suo tessuto differisce dalla superficie solcata principale. Il cervelletto e il ponte (uno dei blocchi strutturalmente funzionali del cervello) appartengono alla regione posteriore. È consuetudine contrassegnare cinque scomparti:

  • principale, che occupa l'82% della massa totale, o finale;
  • la sezione posteriore comprende il ponte e il cervelletto;
  • la parte successiva è quella centrale;
  • oblungo o gambo.

Inoltre, secondo la definizione riconosciuta, l'organo principale è diviso in: due emisferi, il cervelletto e il midollo allungato.

Funzioni

La struttura e le funzioni del cervello sono alla base di tutti i processi vitali del corpo. Ad esempio, considera le parti del cervello e di cosa sono responsabili nel corpo umano:

  • Due emisferi controllano la parola, le capacità motorie, le capacità sensoriali.
  • Nel giro del lobo parietale, c'è una sezione della corteccia responsabile dell'attività motoria.
  • Il giro posteriore, situato al centro, entra nelle parti del cervello responsabili della sensibilità; c'è anche un centro per la correzione della percezione propriocettiva.
  • La struttura del cervello umano nella regione di transizione dal lobo frontale a quello temporale contiene un centro che innesca le papille gustative e l'olfatto.
  • Nei lobi temporali, la funzione del cervello è progettata per fornire le capacità uditive di una persona.
  • Il centro visivo è localizzato nella regione occipitale.
  • Considerando le funzioni delle regioni del cervello, si può notare che recettori particolarmente importanti si trovano nel midollo allungato. Qui sono raccolti tutti i centri importanti per la vita: battito cardiaco, riflessi gustativi / alimentari, respirazione, regolazione della muscolatura liscia degli organi interni.
  • Le funzioni del rombencefalo includono il controllo sull'apparato vestibolare. Ecco i principali passaggi di informazione dai punti più alti ai centri inferiori e viceversa..

Talamo - dipartimento (intermedio) - la sua funzione è quella di regolare la sensibilità di tutti gli organi, è responsabile della memoria. L'ipotalamo controlla il sistema ormonale endocrino e il sistema nervoso centrale (sistema nervoso). Per una migliore percezione del funzionamento dell'intero sistema, fare riferimento alla tabella.

Grandi emisferi

Il reparto finale è il principale in termini di volume (80%). La struttura del telencefalo è ridotta a due emisferi, interconnessi dal corpo calloso. Ogni lobo del cervello è dotato di un ventricolo. Nel lobo parietale negli esseri umani è il corpo del ventricolo. Le corna frontali si trovano nella parte frontale, le corna posteriori si trovano nella zona occipitale e le corna inferiori si trovano nella zona temporale.

Gli emisferi sono ricoperti da una corteccia di materia grigia (3 - 5 mm). Si raccoglie in pieghe, formando circonvoluzioni. Gli strati sono distribuiti in modo non uniforme: in alcune aree formano 3 strati (vecchia crosta), in altre - fino a 6 (nuova crosta). La scienza che li studia si chiama architettura. Si basa sul compito di studiare qual è la sezione cerebrale finale, quale sono la sua struttura e le sue funzioni, usando l'esempio del rapporto tra terminazioni nervose e connessioni tra neuroni.

Le funzioni della sezione cerebrale terminale si basano sul lavoro dei suoi emisferi. Il lobo temporale e le corna inferiori sono responsabili dell'udito e dell'olfatto. La funzione della zona cerebrale parietale è quella di regolare il senso del tatto e attivare le papille gustative. La funzione principale della parte occipitale è visiva. La parte frontale è responsabile della gestione delle capacità di parola e di pensiero..

Sotto la corteccia c'è una sostanza bianca con piccole inclusioni di grigio. Questo è il cosiddetto striato. Il lavoro che fa è controllare le capacità motorie delle persone.

Questo sistema è abbastanza complesso, le parti del cervello umano sono responsabili di molte funzioni e sono interconnesse.

Sezione posteriore

La struttura del retroencefalo comprende due elementi generalmente riconosciuti: il cervelletto e il ponte. La componente del ponte sono le superfici dorsale e ventrale; l'intero sistema si trova sotto il cervelletto. La componente muscolare delle fibre del ponte si trova trasversalmente, il che facilita il passaggio dal ponte alla parte centrale del peduncolo cerebellare.

Le principali funzioni della regione cerebrale posteriore sono conduttive. Il cervelletto occupa quasi completamente la parte posteriore della cavità cranica. La sua massa raggiunge i 150 g ed è separata da una fessura trasversale dagli emisferi che la sovrastano. Come parte della struttura del cervello posteriore, anche il cervelletto è costituito da un corpo bianco. Rilasciano anche materia grigia, che costituisce la base della corteccia e, a sua volta, è costituita da:

  • strato molecolare;
  • neuroni a forma di pera;
  • strato granulare.

Quanto bene viene eseguita la funzione cerebellare, le funzioni del sistema motorio umano saranno così armoniose.

Oblungo (tronco)

Considerando i sistemi funzionali del cervello, prestiamo attenzione al suo tronco, che è stato sufficientemente studiato dallo scienziato A.R. Luria (il fondatore della neuropsicologia). Le funzioni del tronco cerebrale includono connessioni a due vie dal centro alla periferia e viceversa. Si trova all'incrocio in cui il cervello passa nella colonna vertebrale.

Le funzioni più importanti del tronco cerebrale sono la regolazione della circolazione sanguigna e della respirazione. Il compito principale di questo organo è mantenere la vita e le funzioni vitali. Consideriamo la struttura del tronco in modo più dettagliato.

Il tronco cerebrale è la parte più antica di esso, un'estensione diretta della colonna vertebrale. La struttura centrale del midollo allungato è la formazione reticolare. È una rete di interneuroni ramificati che parte dal tronco cerebrale e si estende fino al talamo. Il tronco encefalico è coinvolto nella regolazione degli impulsi eccitatori al sistema nervoso centrale, che contribuisce al suo mantenimento in buona forma.

A sua volta, il tronco cerebrale è regolato dagli emisferi cerebrali. Influenzano la formazione reticolare. È anche influenzato dal cervelletto. La connessione tra loro è effettuata dai nuclei sottocorticali. Il midollo allungato, più precisamente, la sua struttura è finalizzata allo svolgimento dei seguenti compiti:

  • lavoro di riflessi protettivi (tosse, vomito, battito di ciglia);
  • controllo dei riflessi respiratori e di deglutizione;
  • salivazione, controllo della produzione di succo gastrico.

Se, per motivi imprevisti, si verifica un danno alle parti del cervello, e soprattutto a quello oblungo, in ogni secondo caso tale lesione finisce con la morte di una persona.

Reparto intermedio

Se consideriamo le caratteristiche strutturali del cervello senza caratterizzare il diencefalo, la struttura e le funzioni, il quadro sarebbe incompleto. Il reparto intermedio è composto da:

  • talamico (visivo);
  • terzo ventricolo;
  • ipotalamo.

L'intera struttura si trova sotto il corpo calloso.

Le funzioni del diencefalo includono la regolazione e la distribuzione dei segnali che gli arrivano ad altri reparti. Il ruolo principale in questo processo è svolto dal talamo, che funge da intermediario tra lo stimolo e gli emisferi cerebrali. Grazie alla collinetta visiva, il corpo si adatta facilmente ai cambiamenti dell'ambiente.

Le principali funzioni del sistema includono:

  • filo extrapiramidale;
  • controllo sul sistema motore;
  • regolazione del sistema autonomo.

Il reparto intermedio ha un'altra importante funzione. Dà alle sensazioni una colorazione emotiva di qualsiasi carattere..

Con un esame dettagliato delle parti del cervello e delle loro funzioni, possiamo tranquillamente affermare che questo organo è un blocco di programmazione, controllo e regolazione di tutta l'attività umana.

Il nostro stato di salute dipenderà dalle sue condizioni. È il principale regolatore di tutti i processi di un organismo vivente, nonché uno degli elementi significativi del sistema nervoso centrale..

2. Cervello

Teoria:

  • midollo,
  • mesencefalo (a volte un'altra sezione si distingue nel mesencefalo: il ponte o il ponte varoli),
  • cervelletto,
  • diencefalo,
  • emisferi cerebrali.
  • respiratorio;
  • attività cardiaca;
  • vasomotore;
  • riflessi alimentari incondizionati;
  • riflessi protettivi (tosse, starnuti, sbattere le palpebre, lacrimazione);
  • centri di cambiamenti nel tono di alcuni gruppi muscolari e nella posizione del corpo.
  • regolazione della postura corporea e mantenimento del tono muscolare;
  • coordinamento dei movimenti volontari lenti con la postura di tutto il corpo (camminare, nuotare);
  • garantire l'accuratezza dei movimenti volontari veloci (scrittura).

Il diencefalo contiene i centri subcorticali della vista e dell'udito..

Se fino al livello del mesencefalo il cervello è un unico stelo, allora, a partire dal mesencefalo, è diviso in due metà simmetriche.

Le parti principali del cervello e le loro funzioni

Il cervello ha una struttura complessa ed è l'organo centrale del sistema nervoso. Parti del cervello interagiscono tra loro attraverso connessioni neurali che regolano l'attività dell'intero corpo.

Le parti principali del cervello della testa

Il sistema nervoso umano è stato studiato abbastanza bene, il che ha permesso di descrivere in dettaglio di quali dipartimenti è costituito il cervello e la loro relazione con i vari organi, nonché l'effetto sulle risposte comportamentali. Il sistema nervoso centrale contiene miliardi di neuroni attraverso i quali passano gli impulsi elettrici, trasmettendo informazioni alle cellule cerebrali da organi e sistemi interni.

Le strutture cerebrali sono saldamente protette da fattori esterni negativi:

  • Il liquido cerebrospinale (CSF) si trova tra le membrane e la superficie dell'organo. Il liquido cerebrospinale funge da ammortizzatore, proteggendo le strutture da danni e attriti. Il fluido circola continuamente nei ventricoli del cervello, nello spazio subaracnoideo e nel canale spinale. Oltre alla protezione meccanica, mantiene anche la pressione intracranica e i processi metabolici stabili;
  • La membrana aracnoidea (aracnoide) è la membrana mediana, la più profonda e morbida. È formato dal tessuto connettivo e contiene un gran numero di fibre di collagene. Partecipa allo scambio di liquido cerebrospinale. La membrana aracnoidea contiene corde filamentose molto sottili che sono intrecciate nella membrana morbida;
  • Guscio interno (morbido): si adatta perfettamente alle strutture, riempiendo tutti gli spazi (crepe, solchi). Consiste in un tessuto connettivo lasso permeato di un flusso sanguigno che fornisce nutrienti alle cellule dell'organo;
  • Guscio superficiale (duro) - formato da tessuto connettivo denso e ha due superfici. La superficie esterna contiene un gran numero di vasi e ha una superficie ruvida. La superficie interna è liscia e si adatta perfettamente alle ossa - si fonde con il periostio del cranio e le suture del fornice;
  • Cranio: forma una struttura protettiva per le strutture del cervello e delle sue membrane, composto da 23 ossa collegate tra loro. Il cranio funge da punto di attacco per i tessuti molli del cervello.

Le cellule delle strutture cerebrali sono formate dai corpi dei neuroni (materia grigia, componente principale del sistema nervoso) e dalla guaina mielinica (sostanza bianca). Ogni cellula funzionalmente attiva dell'organo ha un lungo processo (assone), che si ramifica e si collega con un altro neurone (sinapsi).

Si ottiene così una sorta di circuito per trasmettere e ricevere un impulso elettrico da un neurone all'altro. I segnali alle strutture cerebrali arrivano attraverso il midollo spinale e i nervi cranici che si estendono dal tronco. In alcune parti del cervello, i neuroni vengono trasformati a causa della sintesi degli ormoni.

Il cervello umano è costituito da: sezioni anteriore, centrale e posteriore. I lavori scientifici dei ricercatori descrivono il cervello dopo aver aperto il cranio come due grandi emisferi e una formazione estesa (tronco), quindi il cervello è solitamente diviso in tre sezioni. Gli emisferi sono divisi da un solco longitudinale: un intreccio di fibre nervose (corpo calloso), che sembra un'ampia striscia, è costituito da assoni.

Le funzioni di queste parti del cervello sono nella formazione dei processi di pensiero e nella possibilità di percezione sensoriale. Ogni emisfero ha funzionalità diverse ed è responsabile della metà opposta del corpo (la sinistra per la metà destra e viceversa). Le parti principali del cervello sono formate dalla divisione dell'organo con l'aiuto di solchi e convoluzioni.

Le strutture del cervello sono divise in 5 sezioni:

  1. Hindbrain (romboidale);
  2. Medio;
  3. Davanti;
  4. Finito;
  5. Olfattivo.

L'organo del sistema nervoso centrale ha un'elevata plasticità: quando una delle sezioni è danneggiata, le capacità compensatorie vengono temporaneamente attivate, consentendo di eseguire le funzioni della sezione disturbata. Convenzionalmente, il cervello è suddiviso in: emisfero destro ed emisfero sinistro, cervelletto, midollo allungato. Questi tre reparti sono collegati in un'unica rete, ma differiscono per funzionalità.

Corteccia degli emisferi cerebrali

La corteccia degli emisferi forma un sottile strato di materia grigia, responsabile della funzione mentale superiore. Sulla superficie della corteccia, puoi vedere visivamente i solchi, motivo per cui tutte le parti del cervello hanno una superficie piegata. L'organo centrale di ogni persona ha una forma diversa di solchi, profondità e lunghezza, quindi si forma un modello individuale.

Gli studi sulle strutture cerebrali hanno permesso di determinare lo strato corticale più antico e lo sviluppo evolutivo dell'organo mediante analisi istologiche. La corteccia è divisa in diversi tipi:

  1. Archipallium - la parte più antica della corteccia, regola le emozioni e gli istinti;
  2. Paleopallium - la parte più giovane della corteccia, è responsabile della regolazione vegetativa e mantiene l'equilibrio fisiologico dell'intero organismo;
  3. La neocorteccia è una nuova area della corteccia che forma lo strato superiore degli emisferi cerebrali;
  4. Mesocortex - consiste in una vecchia e nuova corteccia intermedia.

Tutte le aree della corteccia sono in stretta interazione tra loro, così come con le strutture sottocorticali. La sottocorteccia comprende le seguenti strutture:

  • Il talamo (collinette visive) è un accumulo di una grande massa di materia grigia. Il talamo contiene nuclei sensoriali e motori; le fibre nervose consentono di collegarlo a molte parti della corteccia. Le collinette visive sono collegate al sistema limbico (ippocampo) e sono coinvolte nella formazione delle emozioni e della memoria spaziale;
  • Gangli della base (nuclei) - un accumulo di sostanza bianca nello spessore del grigio. Lo strato si trova sul lato del talamo, vicino alla base degli emisferi. I nuclei basali svolgono i processi superiori dell'attività nervosa, la fase attiva del lavoro si verifica durante il giorno e si ferma durante il sonno. I neuroni nei nuclei si attivano durante il lavoro mentale dell'organo (concentrazione dell'attenzione) e producono impulsi elettrochimici;
  • Nuclei del tronco cerebrale - regolano i meccanismi di ridistribuzione del tono muscolare e sono responsabili del mantenimento dell'equilibrio;
  • Il midollo spinale si trova nel canale spinale e ha una cavità piena di liquido cerebrospinale. Si presenta sotto forma di un lungo cavo e fornisce una connessione tra il grande cervello e la periferia. Il midollo spinale è segmentato e svolge attività riflessa. Le informazioni fluiscono al cervello attraverso il canale spinale.

La gerarchia di queste strutture rispetto alla corteccia è inferiore, ma ciascuna svolge funzioni importanti e, in caso di violazioni, viene avviato l'autogoverno indipendente. La regione sottocorticale è rappresentata da un complesso di varie formazioni coinvolte nella regolazione delle reazioni comportamentali.

Lobi e centri cerebrali

La massa dell'organo centrale è circa il 2% del peso totale di una persona. Ogni cellula d'organo necessita di un apporto di sangue attivo e consuma fino al 15% del volume totale di sangue circolante nel corpo. L'apporto di sangue al tessuto cerebrale è un sistema funzionale separato: supporta l'attività vitale di ogni cellula, fornendo nutrienti e ossigeno (consuma il 20% del volume totale).

Le arterie formano un circolo vizioso, con l'attività dei neuroni, aumenta anche il flusso sanguigno in quest'area. I tessuti sanguigni e cerebrali sono separati l'uno dall'altro da una barriera fisiologica (emato-encefalo) - fornisce permeabilità selettiva delle sostanze, proteggendo le parti principali dell'organo da varie infezioni. Il deflusso di sangue dal sistema nervoso centrale viene effettuato attraverso le vene giugulari.

L'emisfero sinistro e destro comprende cinque divisioni:

  • Il lobo frontale è la parte più massiccia degli emisferi; se quest'area è danneggiata, il controllo comportamentale è perso. Il polo frontale è responsabile della coordinazione motoria e delle capacità linguistiche;
  • Lobo parietale - responsabile dell'analisi di varie sensazioni, inclusa la percezione del corpo e lo sviluppo di varie abilità (lettura, conteggio);
  • Lobo occipitale: questa parte elabora i segnali ottici in arrivo, creando immagini visive;
  • Il lobo temporale: elabora i segnali audio in entrata. Ogni suono viene analizzato per una corretta percezione. Questa parte del cervello è anche responsabile del background emotivo, che si riflette nelle reazioni facciali. I lobi temporali sono il centro per la memorizzazione delle informazioni in arrivo (memoria a lungo termine);
  • Insulare: divide le parti frontale e temporale; questo lobo è responsabile della coscienza (reazione a varie situazioni). Il lobo insulare elabora tutti i segnali dai sensi, formando immagini.

Ogni emisfero ha sporgenze, chiamate polo:

  • Frontale - di fronte;
  • Occipitale: dietro;
  • Laterale - temporale.

Gli emisferi hanno anche tre superfici: convessa - convessa, inferiore e mediale. Ogni superficie passa dall'una all'altra, formando i bordi (superiore, laterale inferiore, mediale inferiore). Di cosa è responsabile ciascuna parte del cervello e quali funzioni svolge dipendono dai centri che si trovano in esse. La violazione di un centro vitale comporta una grave conseguenza: la morte.

In quale parte del cervello si trovano i centri del linguaggio umano e altre aree attive nella struttura corticale dipende dalla divisione anatomica degli emisferi cerebrali, utilizzando i solchi. La formazione di solchi è un processo di sviluppo evolutivo di un organo, poiché la crescita delle strutture cerebrali terminali è limitata dal cranio. La crescita intensiva dei tessuti ha portato alla crescita della materia grigia nello spessore del bianco.

Lobo frontale

La parte frontale è formata dalla corteccia cerebrale ed è separata dagli altri lobi da solchi. La scanalatura centrale delimita la parte fronto-parietale e la scanalatura laterale la delimita dalla regione temporale. Questa parte in volume costituisce un terzo dell'intera massa della corteccia ed è suddivisa in vari campi (centri) responsabili di un determinato sistema o abilità.

Funzioni e centri del lobo frontale:

  • Centro di elaborazione delle informazioni ed espressione delle emozioni;
  • Centro di organizzazione motoria della parola (zona di Broca);
  • Zona del linguaggio sensoriale (Wernicke) - è responsabile del processo di assimilazione delle informazioni ricevute e della comprensione della lingua scritta e parlata;
  • Analizzatore di rotazione della testa e degli occhi;
  • Processi mentali;
  • Regolazione del comportamento cosciente;
  • Coordinamento dei movimenti.

La dimensione dei campi si riferisce alle caratteristiche individuali di una persona e dipende dall'attività dei neuroni. Il giro centrale nella zona frontale è diviso in tre parti e ciascuna di esse regola l'attività fisica dei muscoli in una determinata area (espressioni facciali, attività motoria degli arti superiori e inferiori, il corpo umano).

Lobo parietale

La parte parietale è formata dalla corteccia degli emisferi cerebrali ed è separata dalle altre zone da un solco centrale. Il solco parieto-occipitale (posteriormente) si estende fino al solco temporale. Le fibre nervose partono dalla zona parietale, collegando l'intera parte con fibre muscolari e recettori.

Funzioni e centri delle zone parietali:

  • Centro di calcolo;
  • Centro di termoregolazione corporea;
  • Analisi spaziale;
  • Centro sensoriale (risposta alle sensazioni);
  • Responsabile per abilità motorie complesse;
  • Centro per l'analisi visiva del discorso scritto.

La parte sinistra della zona parietale è coinvolta nell'induzione degli atti motori. Lo sviluppo di solchi e convoluzioni in quest'area è direttamente correlato alla conduzione degli impulsi nervosi. La regione parietale consente, senza la partecipazione di analizzatori visivi, di determinare la posizione di qualsiasi parte del corpo o di indicare la forma di un oggetto e le sue dimensioni.

Lobo temporale

La regione temporale è formata dalla corteccia cerebrale, il solco laterale delimita il lobo dalle regioni parietale e frontale. Il lobo ha due scanalature e quattro circonvoluzioni e interagisce con il sistema limbico. Le scanalature principali formano tre circonvoluzioni, dividendo la parte temporale in piccole sezioni (superiore, centrale, inferiore).

Nelle profondità del solco laterale si trova il Geshl gyrus (un gruppo di piccole convoluzioni). Questa sezione della corteccia ha le linee di confine più chiare. La parte superiore del tempio ha una superficie convessa e la parte inferiore è concava.

Le funzioni generali del lobo temporale sono l'elaborazione visiva e uditiva e la comprensione del linguaggio. Le caratteristiche di quest'area sono espresse in diverse direzioni funzionali del lobo temporale destro e sinistro.

Funzioni del lobo temporale sinistroFunzioni del lobo temporale destro
Analisi di varie informazioni sonore (musica, lingua)Analizza il suono e distingue i diversi toni
Centro di memoria a lungo termineCorregge le immagini visive
Analisi del discorso e selezione di parole specifiche per la rispostaEsegue l'identificazione vocale
Confronto tra informazioni visive e uditiveRiconosce lo stato interno di una persona dalle espressioni facciali

Il lavoro del lobo destro è più focalizzato sull'analisi di varie emozioni e sul loro confronto con l'espressione facciale dell'interlocutore.

Lobo insulare

L'isolotto fa parte della struttura corticale degli emisferi e si trova in profondità nel solco silvestre. Questa parte è nascosta sotto le regioni frontale, parietale e temporale. Assomiglia visivamente a una piramide rovesciata, dove la base è rivolta verso la parte frontale.

Il perimetro dell'isolotto è delimitato da solchi peri-insulari, il solco centrale divide l'intero lobo in due parti (quella più grande è quella anteriore, quella più piccola è quella posteriore). La parte anteriore contiene brevi circonvoluzioni e la parte posteriore ne contiene due lunghe.

L'isolotto è stato riconosciuto come una parte di organo a tutti gli effetti solo dal 1888. In precedenza, gli emisferi erano suddivisi in quattro lobi e l'isolotto era considerato solo come una piccola formazione. Il lobo insulare collega il sistema limbico e gli emisferi cerebrali.

L'isolotto comprende diversi strati di neuroni (da 3 a 5), ​​che elaborano gli impulsi sensoriali ed esercitano il controllo simpatico del sistema cardiovascolare.

Funzioni del lobo insulare:

  1. Reazioni comportamentali ed emozioni di risposta;
  2. Effettua la deglutizione volontaria;
  3. Pianificazione fonetica del discorso;
  4. Controlla la regolazione simpatica e parasimpatica.

Il lobo insulare supporta sensazioni soggettive che provengono dagli organi interni sotto forma di segnali (sete, freddo) e permette di percepire consapevolmente la propria esistenza.

Funzioni dei principali reparti

Ciascuna delle cinque divisioni principali ha funzioni diverse nel corpo e supporta i processi vitali.

Corrispondenza tra funzioni e parti del cervello umano:

Dipartimento del cervelloFunzioni svolte
PosterioreResponsabile del coordinamento dei movimenti.
DavantiResponsabile delle capacità intellettuali di una persona, la capacità di analizzare e memorizzare le informazioni ricevute.
MedioResponsabile delle funzioni fisiologiche (vista, udito, regolazione dei bioritmi e dolore).
FinitoResponsabile delle capacità linguistiche e visive. Controlla la sensibilità muscolo-cutanea e l'insorgenza di riflessi condizionati.
OlfattivoResponsabile della funzione di vari sensi negli esseri umani.

La tabella riflette la funzionalità generale, la struttura di ogni dipartimento nel corpo centrale, comprende varie strutture e aree che sono responsabili di una funzione specifica.

Tutte le parti del cervello lavorano in congiunzione tra loro: ciò consente di svolgere un'attività mentale più elevata ricevendo ed elaborando le informazioni dai sensi.

Midollo

La parte posteriore dell'organo centrale del sistema nervoso centrale comprende il bulbo (midollo allungato), che entra nella parte dello stelo. Il bulbo è responsabile del coordinamento dei movimenti e del mantenimento dell'equilibrio in posizione eretta.

Anatomicamente, la struttura si trova tra l'uscita del primo nervo spinale (la regione del forame dell'osso occipitale) e il ponte (bordo superiore). Questa sezione regola il centro respiratorio: una sezione vitale, se è danneggiata, si verifica la morte istantanea.

Le principali funzioni del midollo allungato:

  • Regolazione della circolazione sanguigna (lavoro del muscolo cardiaco, stabilizzazione della pressione sanguigna);
  • Regolazione dell'apparato digerente (produzione di enzimi digestivi, salivazione);
  • Regolazione del tono muscolare (raddrizzamento, postura e riflessi labirintici);
  • Controllo dei riflessi incondizionati (starnuti, vomito, battito di ciglia, deglutizione);
  • Regolazione del centro respiratorio (condizione del tessuto polmonare e suo allungamento, composizione del gas).

Il midollo allungato ha una struttura interna ed esterna. Sulla superficie esterna c'è una linea mediana che divide le piramidi (la connessione della corteccia con i nuclei dei nervi cranici e delle corna motorie).

Nella linea si verifica un incrocio della fibra nervosa e si forma un percorso corticospinale. Sul lato della piramide c'è un ulivo (estensione ovale). Il sistema piramidale consente a una persona di eseguire una complessa coordinazione dei movimenti.

Struttura interna (nuclei di materia grigia):

  1. Nocciolo di oliva (piatto di materia grigia);
  2. Gabbie nervose con connessioni complesse (formazione reticolare);
  3. Nuclei dei nervi cranici (glossofaringeo, ipoglosso, accessorio e vago);
  4. La connessione tra i centri vitali e il nucleo del nervo vago.

I fasci di assoni nel bulbo forniscono una connessione tra il midollo spinale e altre parti del sistema nervoso centrale (i percorsi sono lunghi e brevi). Le funzioni autonome sono regolate nel midollo allungato.

Il centro vasomotore e il nucleo del nervo vago invertono i segnali necessari per mantenere il tono: le arterie e le arteriole sono sempre leggermente ristrette e l'attività del cuore viene rallentata. Il bulbo contiene poli attivi che stimolano la produzione di varie secrezioni: enzimi salivari, lacrimali, gastrici, formazione della bile, enzimi pancreatici.

Mesencefalo

La sezione centrale dell'organo svolge molte funzioni fisiologicamente significative.

  1. Quattro colline (due superiori e due inferiori): queste collinette formano la superficie superiore della parte centrale dell'organo;
  2. L'approvvigionamento idrico di Silviev - è una cavità;
  3. Le gambe del cervello sono parti accoppiate che si collegano al tetto del mesencefalo.

Questa sezione si riferisce alla struttura a stelo dell'organo e ha una struttura complessa, nonostante le sue piccole dimensioni. Mesencefalo - parte sottocorticale del cervello, inclusa nel centro motore del sistema extrapiramidale.

Funzioni del cervello interno:

  • Responsabile della visione;
  • Controlla il movimento;
  • Regola i bioritmi (sonno e veglia);
  • Responsabile della concentrazione dell'attenzione;
  • Regola le sensazioni di dolore;
  • Responsabile dell'udito;
  • Regola i riflessi protettivi;
  • Supporta la termoregolazione del corpo.

Nello spessore delle gambe del cervello sono presenti fibre nervose che concentrano in sé quasi tutti i percorsi della sensibilità generale. Varie lesioni della struttura interna dell'organo portano a disturbi della vista e dell'udito. I movimenti dei bulbi oculari diventano impossibili, c'è uno strabismo pronunciato insieme a una perdita dell'udito (bilaterale). Le allucinazioni, sia uditive che visive, sono comuni.

Posteriore, compreso il cervelletto e il ponte

Il posteriore del cervello è costituito dal ponte e dal cervelletto, che fanno parte della regione romboidale. La cavità del cervello posteriore comunica con l'oblungo (quarto ventricolo). Il ponte Varoli si trova sotto il cervelletto e contiene una grande quantità di fibre nervose, formando percorsi discendenti che trasmettono informazioni dal midollo spinale a varie parti del cervello. Lo schema del ponte si presenta sotto forma di un rullo con una depressione (solco basilare).

La terza sezione dell'organo centrale regola l'apparato vestibolare e la coordinazione dei movimenti. Queste funzioni sono fornite dal cervelletto, che è anche coinvolto nell'adattamento del centro motorio in vari disturbi. Il cervelletto è spesso chiamato cervello piccolo, ciò è dovuto alla sua somiglianza visiva con l'organo principale. Il piccolo cervello si trova nella fossa cranica ed è protetto da una dura madre.

  1. Emisfero destro;
  2. Emisfero sinistro;
  3. Verme;
  4. Corpo cerebrale.

Gli emisferi cerebellari hanno una superficie convessa (inferiore), la parte superiore è piatta. Sulla superficie posteriore dei bordi c'è una fessura, il bordo anteriore con scanalature pronunciate. I lobuli cerebellari sulla superficie sono formati da piccole scanalature e fogli, ricoperti di corteccia sulla parte superiore.

I lobuli sono interconnessi da un verme, dal cervello grande, quello piccolo separa lo spazio in cui entra il processo della dura madre (il tentorio del cervelletto è allungato sulla fossa cranica).

Le gambe si estendono dal cervelletto:

  1. Inferiore - al midollo allungato (le fibre nervose provenienti dal midollo spinale passano attraverso la parte inferiore delle gambe);
  2. Medio - al ponte;
  3. Superiore - al cervello medio.

All'esterno, il cervello è coperto da uno strato di materia grigia, sotto il quale si trovano fasci di assoni. Se quest'area è danneggiata o presenta anomalie dello sviluppo, i muscoli diventano atonici, compaiono un'andatura barcollante e tremori degli arti. Si notano anche cambiamenti nella scrittura a mano.

La sconfitta dei percorsi piramidali situati nel ponte porta alla paresi spastica: una violazione delle espressioni facciali è associata a danni a questa parte del cervello.

Diencefalo

Questo reparto fa parte della parte anteriore del corpo e gestisce e commuta tutte le informazioni in arrivo. Le funzioni del proencefalo sono le capacità adattative del corpo umano (fattori negativi esterni) e la regolazione del sistema nervoso autonomo.

Il diencefalo comprende:

  1. Regione talamica;
  2. Sistema ipotalamo-ipofisario (ipotalamo e lobo posteriore della ghiandola pituitaria);
  3. Epithalamus.

L'ipotalamo regola il funzionamento degli organi e dei sistemi interni ed è il centro del piacere. Questa parte si presenta come un piccolo gruppo di neuroni che trasmettono segnali alla ghiandola pituitaria..

Il talamo elabora tutti i segnali provenienti dai recettori sensibili, ridistribuendoli alle parti corrispondenti del sistema nervoso centrale.

L'epitelamo sintetizza l'ormone melatonina, che è coinvolto nella regolazione dei bioritmi umani e del background emotivo.

L'ipotalamo fa parte di un importante sistema del sistema nervoso centrale: il limbico. Questo sistema svolge una funzione motivazionale ed emotiva (si adatta quando cambiano le condizioni usuali). Il sistema è strettamente correlato alla memoria e all'olfatto, evoca ricordi chiari di un evento vivido o riproduce l'odore che ti piace (cibo, profumo).

Cervello definitivo

La sezione più giovane del cervello è la sezione terminale. È una sezione abbastanza massiccia del sistema nervoso centrale ed è la più sviluppata.

Il cervello terminale copre tutti i reparti ed è composto da:

  1. Emisferi cerebrali;
  2. Plesso delle fibre nervose (corpo calloso);
  3. Strisce alternate di materia grigia e bianca (striato);
  4. Strutture associate all'olfatto (cervello olfattivo).

Nella cavità della parte terminale dell'organo ci sono ventricoli laterali, rappresentati in ciascun emisfero (convenzionalmente considerati destro e sinistro).

Funzioni di reparto finali:

  • Regolazione del movimento;
  • Riproduzione del suono (discorso);
  • Sensibilità della pelle;
  • Sensazioni uditive e gustative, olfatto.

La fessura longitudinale separa gli emisferi sinistro e destro, il corpo calloso (piastra di materia bianca) si trova nella profondità della fessura. Nello spessore della sostanza bianca ci sono i nuclei basali, che sono responsabili del trasferimento di informazioni da un reparto all'altro e svolgono funzioni di base.

Gli emisferi controllano e sono responsabili del lavoro del lato opposto del corpo (il destro per la metà sinistra e viceversa). L'emisfero sinistro del cervello è responsabile della memoria, dei processi mentali e dei talenti individuali negli esseri umani.

L'emisfero destro del cervello è responsabile dell'elaborazione di varie informazioni e immaginazione, che viene generata anche nei sogni. Tutte le parti del cervello e le funzioni che svolgono sono il lavoro congiunto dei due emisferi e della parte corticale.

Ogni persona è dominata da una parte dell'organo, destra o sinistra - quale emisfero è più attivo dipende dalle caratteristiche individuali.

La consistenza di tutte le strutture del cervello consente di svolgere tutte le funzioni in modo armonioso e mantenere l'equilibrio in tutto il corpo. Il funzionamento di ogni parte del sistema nervoso centrale è stato ben studiato, ma la funzionalità del cervello, come meccanismo unico, è descritta superficialmente e richiede uno studio scientifico più approfondito..

Funzioni di parti del cervello umano. Quali parti del cervello sono responsabili di cosa? La struttura del cervello

Il cervello è il principale organo umano. Regola l'attività di tutti gli organi e si trova all'interno del cranio. Nonostante lo studio costante del cervello, molti punti del suo lavoro sono incomprensibili. Le persone hanno una comprensione superficiale di come il cervello trasmette le informazioni utilizzando un esercito di migliaia di neuroni..

Struttura

La maggior parte del cervello è costituita da cellule chiamate neuroni. Sono in grado di generare impulsi elettrici e trasmettere dati. Perché i neuroni funzionino, richiedono la neuroglia, che insieme sono cellule ausiliarie e costituiscono la metà di tutte le cellule del sistema nervoso centrale. Un neurone ha due parti:

  • assoni - cellule che trasmettono impulsi;
  • dendriti: cellule che ricevono un impulso.

Struttura del cervello:

  1. A forma di diamante.
  2. Oblungo.
  3. Posteriore.
  4. Medio.
  5. Davanti.
  6. Finito.
  7. Intermedio.

Le principali funzioni degli emisferi cerebrali sono l'interazione tra l'attività nervosa superiore e quella inferiore.

Tessuto cerebrale

La struttura del cervello umano è costituita dalla corteccia cerebrale, dal talamo, dal cervelletto, dal tronco e dai gangli della base. La raccolta di cellule nervose è chiamata materia grigia. Le fibre nervose sono materia bianca. La mielina arriverà alle fibre. Quando la quantità di sostanza bianca diminuisce, si verificano disturbi gravi, come la sclerosi multipla.

Il cervello include membrane:

  1. Solid si unisce al cranio e alla corteccia cerebrale.
  2. Soft è costituito da tessuto sciolto, si trova su tutti gli emisferi, è responsabile della saturazione di sangue e ossigeno.
  3. L'aracnoide è posto tra i primi due e contiene liquido cerebrospinale.

Il liquido cerebrospinale si trova nei ventricoli del cervello. Con il suo eccesso, una persona sperimenta mal di testa, nausea, si verifica l'idrocefalo.

Cellule cerebrali

Le cellule principali sono chiamate neuroni. Sono impegnati nell'elaborazione delle informazioni, il loro numero raggiunge i 20 miliardi di cellule gliali sono 10 volte di più.

Il corpo protegge attentamente il cervello dalle influenze esterne posizionandolo nel cranio. I neuroni si trovano in una membrana semipermeabile e hanno processi: dendriti e un assone. La lunghezza dei dendriti è piccola rispetto all'assone, che può raggiungere diversi metri.

Per trasmettere informazioni, i neuroni inviano impulsi nervosi a un assone, che ha molti rami ed è collegato ad altri neuroni. L'impulso ha origine nei dendriti e viene inviato a un neurone. Il sistema nervoso è una complessa rete di processi neuronali interconnessi.

La struttura del cervello, l'interazione chimica dei neuroni è stata studiata superficialmente. A riposo, un neurone ha un potenziale elettrico di 70 millivolt. L'eccitazione dei neuroni avviene attraverso il flusso di sodio e potassio attraverso la membrana. L'inibizione si manifesta come risultato dell'azione del potassio e dei cloruri.

Il compito di un neurone è comunicare tra i dendriti. Se l'effetto eccitatorio prevale su quello inibitorio, viene attivata una certa parte della membrana neuronale. A causa di ciò, si verifica un impulso nervoso che si muove lungo l'assone a una velocità da 0,1 m / sa 100 m / s.

Pertanto, qualsiasi movimento pianificato si forma nella corteccia dei lobi frontali degli emisferi cerebrali. I motoneuroni danno comandi a parti del corpo. Un semplice movimento attiva le funzioni di parti del cervello umano. Parlare o pensare coinvolge grandi porzioni di materia grigia.

Funzioni dei reparti

La parte più grande del cervello è costituita dagli emisferi cerebrali. Dovrebbero essere simmetrici e collegati da assoni. La loro funzione principale è coordinare tutte le parti del cervello. Ogni emisfero può essere suddiviso in lobi frontali, temporali, parietali e occipitali. Una persona non pensa a quale parte del cervello è responsabile della parola. Il lobo temporale contiene la corteccia uditiva primaria e il centro, in caso di violazione della quale l'udito scompare o sorgono problemi con la parola.

Secondo i risultati delle osservazioni scientifiche, gli scienziati hanno scoperto quale parte del cervello è responsabile della visione. Questo viene fatto dal lobo occipitale, situato sotto il cervelletto..

La corteccia associativa non è responsabile del movimento, ma garantisce lo svolgimento di funzioni come la memoria, il pensiero e la parola.

Il tronco è responsabile della connessione tra la colonna vertebrale e la parte anteriore ed è costituito dal midollo allungato, dal mesencefalo e dal diencefalo. Nella parte oblunga sono presenti centri che regolano il lavoro del cuore e della respirazione.

Strutture sottocorticali

Sotto la corteccia principale c'è un gruppo di neuroni: talamo, gangli della base e ipotalamo.

Il talamo è necessario per la connessione dei sensi con le parti della corteccia sensoriale. Grazie ad esso, i processi di veglia e attenzione sono supportati..

I gangli della base sono responsabili dell'avvio e dell'inibizione dei movimenti di coordinazione.

L'ipotalamo regola il lavoro degli ormoni, il metabolismo dell'acqua del corpo, la distribuzione delle riserve di grasso, gli ormoni sessuali, è responsabile della normalizzazione del sonno e della veglia.

Forebrain

Le funzioni del proencefalo sono le più complesse. È responsabile delle prestazioni mentali, della capacità di apprendimento, delle risposte emotive e della socializzazione. Grazie a ciò, puoi predeterminare le caratteristiche del carattere e del temperamento di una persona. La parte anteriore si forma a 3-4 settimane di gestazione.

Alla domanda su quali parti del cervello siano responsabili della memoria, gli scienziati hanno trovato la risposta: il proencefalo. La sua corteccia si forma durante i primi due o tre anni di vita, per questo motivo una persona non ricorda nulla fino a quel momento. Dopo tre anni, questa parte del cervello è in grado di memorizzare qualsiasi informazione..

Lo stato emotivo di una persona ha un grande impatto sulla parte anteriore del cervello. Si è scoperto che le emozioni negative lo distruggono. Sulla base degli esperimenti, gli scienziati hanno risposto alla domanda su quale parte del cervello è responsabile delle emozioni. Si sono rivelati il ​​proencefalo e il cervelletto..

Inoltre, il fronte è responsabile dello sviluppo del pensiero astratto, delle capacità computazionali e del linguaggio. Esercitare regolarmente la mente può ridurre il rischio di malattia di Alzheimer.

Diencefalo

Reagisce agli stimoli esterni, si trova all'estremità del tronco cerebrale ed è ricoperto da grandi emisferi. Grazie a lui, una persona può navigare nello spazio, ricevere segnali visivi e uditivi. Partecipa alla formazione di tutti i tipi di sentimenti.

Tutte le funzioni delle parti del cervello umano sono interconnesse. Senza intermedio, il lavoro dell'intero organismo verrà interrotto. La sconfitta di una parte del mesencefalo porta a disorientamento e demenza. Se le connessioni tra i lobi degli emisferi sono interrotte, la parola, la vista o l'udito saranno compromessi.

Inoltre, il diencefalo è responsabile del dolore. Un malfunzionamento aumenta o diminuisce la sensibilità. Questa parte fa una persona mostrare emozioni, è responsabile dell'istinto di autoconservazione.

Il diencefalo controlla la produzione di ormoni, regola il metabolismo dell'acqua, il sonno, la temperatura corporea, la libido.

La ghiandola pituitaria fa parte del diencefalo ed è responsabile dell'altezza e del peso. Regola la procreazione, la produzione di sperma e follicoli. Provoca la pigmentazione della pelle, aumento della pressione sanguigna.

Mesencefalo

Il mesencefalo si trova nello stelo. È un conduttore di segnali dal fronte ai vari reparti. La sua funzione principale è regolare il tono muscolare. È anche responsabile della trasmissione delle sensazioni tattili, della coordinazione e dei riflessi. Le funzioni delle parti del cervello umano dipendono dalla loro posizione. Per questo motivo, il mesencefalo è responsabile dell'apparato vestibolare. Grazie al cervello medio, una persona può svolgere contemporaneamente diverse funzioni.

In assenza di attività intellettuale, il lavoro del cervello viene interrotto. Le persone con più di 70 anni sono inclini a questo. Se il lavoro della parte centrale viene interrotto, si verificano errori di coordinazione, la percezione visiva e uditiva cambia.

Midollo

Si trova al confine tra il midollo spinale e il ponte ed è responsabile delle funzioni vitali. La parte oblunga è costituita da prospetti, chiamati piramidi. La sua presenza è tipica solo per i bipedi. Grazie a loro, è apparso il pensiero, la capacità di comprendere i comandi, si sono formati piccoli movimenti.

Le piramidi sono lunghe non più di 3 cm, con alberi di ulivo e pilastri posteriori su entrambi i lati. Hanno molti percorsi in tutto il corpo. Nella regione del collo, i motoneuroni sul lato destro del cervello vanno a sinistra e viceversa. Pertanto, il disturbo della coordinazione si verifica sul lato opposto dell'area problematica del cervello..

I centri della tosse, respiratorio e della deglutizione sono concentrati nel midollo allungato e diventa chiaro quale parte del cervello è responsabile della respirazione. Quando la temperatura ambiente diminuisce, i termocettori della pelle inviano informazioni al midollo allungato, che diminuisce la frequenza respiratoria e aumenta la pressione sanguigna. Il midollo allungato forma appetito e sete.

La soppressione della funzione del midollo allungato può essere incompatibile con la vita. C'è una violazione della deglutizione, della respirazione, dell'attività cardiaca.

Sezione posteriore

La struttura del hindbrain include:

  • cervelletto;
  • ponte.

Il retroencefalo chiude su se stesso la maggior parte dei riflessi autonomici e somatici. Se viene violato, i riflessi di masticazione e deglutizione cesseranno di funzionare. Il cervelletto è responsabile del tono muscolare, della coordinazione, della trasmissione delle informazioni agli emisferi cerebrali. Se il lavoro del cervelletto viene interrotto, compaiono disturbi del movimento, paralisi, camminata nervosa, oscillazioni. Quindi, diventa chiaro quale parte del cervello fornisce la coordinazione del movimento..

Il ponte cerebrale posteriore controlla la contrazione muscolare durante il movimento. Permette la trasmissione degli impulsi tra la corteccia cerebrale e il cervelletto, dove si trovano i centri che controllano le espressioni facciali, i centri di masticazione, l'udito e la vista. Riflessi controllati dal ponte: tosse, starnuti, vomito.

Gli assi anteriore e posteriore funzionano l'uno con l'altro in modo che l'intero corpo funzioni senza interruzioni..

Funzioni e struttura del diencefalo

Anche sapendo quali parti del cervello sono responsabili di cosa, è impossibile capire il lavoro del corpo senza determinare la funzione del diencefalo. Questa parte del cervello include:

  • talamo;
  • ipotalamo;
  • ipofisi;
  • epithalamus.

Il diencefalo è responsabile della regolazione del metabolismo e del mantenimento di condizioni normali per il funzionamento del corpo.

Il talamo elabora sensazioni tattili, sensazioni visive. Rileva le vibrazioni, reagisce al suono. Responsabile del cambiamento del sonno e della veglia.

L'ipotalamo controlla la frequenza cardiaca, la termoregolazione del corpo, la pressione, il sistema endocrino e l'umore emotivo, produce ormoni che aiutano il corpo in situazioni di stress, è responsabile della sensazione di fame, sete e soddisfazione sessuale.

La ghiandola pituitaria è responsabile degli ormoni sessuali, della maturazione e dello sviluppo.

L'epitelamo controlla i ritmi biologici, rilascia ormoni per il sonno e la veglia, reagisce alla luce con gli occhi chiusi e rilascia ormoni per il risveglio, è responsabile del metabolismo.

Vie nervose

Tutte le funzioni delle parti del cervello umano non potrebbero essere svolte senza le vie nervose conduttrici. Passano nelle aree della sostanza bianca del cervello e del midollo spinale..

I percorsi associativi collegano la materia grigia all'interno di una parte del cervello oa una distanza considerevole l'uno dall'altro; i neuroni di diversi segmenti si connettono nel midollo spinale. I raggi corti vengono lanciati su 2-3 segmenti e quelli lunghi si trovano lontano.

Le fibre adesive collegano la materia grigia degli emisferi destro e sinistro del cervello, formano il corpo calloso. Nella sostanza bianca, le fibre diventano a forma di ventaglio.

Le fibre di proiezione collegano le regioni inferiori con i nuclei e la corteccia. I segnali provengono dai sensi, dalla pelle, dagli organi di movimento. Determinano anche la posizione del corpo..

I neuroni possono terminare nel midollo spinale, nei nuclei del talamo, nell'ipotalamo, nelle cellule dei centri corticali.

Di cosa sono responsabili i dipartimenti del cervello?

Il cervello è l'organo più importante del sistema nervoso centrale, dal punto di vista fisiologico, costituito da molte cellule e processi nervosi. L'organo è un regolatore funzionale responsabile dell'attuazione di tutti i tipi di processi che si verificano nel corpo umano. Al momento lo studio della struttura e delle funzioni continua, ma ancora oggi non si può dire che l'organo sia stato studiato almeno per metà. Il diagramma della struttura è il più complesso se confrontato con altri organi del corpo umano..

Il cervello è costituito da materia grigia, che è un numero enorme di neuroni. È ricoperto da tre diversi gusci. Il peso varia da 1200 a 1400 g (in un bambino piccolo - circa 300-400 g). Contrariamente alla credenza popolare, le dimensioni e il peso dell'organo non influiscono in alcun modo sulle capacità intellettuali dell'individuo..

Capacità intellettuali, erudizione, efficienza: tutto ciò è garantito dalla saturazione di alta qualità dei vasi cerebrali con utili oligoelementi e ossigeno, che il corpo riceve esclusivamente con l'aiuto dei vasi sanguigni.

Tutte le parti del cervello dovrebbero funzionare nel modo più armonioso e senza disturbi possibile, perché la qualità di questo lavoro determinerà anche il livello della vita di una persona. In quest'area, viene prestata maggiore attenzione alle cellule che trasmettono e formano impulsi.

Puoi parlare brevemente dei seguenti importanti reparti:

  • Oblungo. Regola il metabolismo, analizza gli impulsi nervosi, elabora le informazioni ricevute da occhi, orecchie, naso e altri organi di senso. Questo dipartimento contiene i meccanismi centrali responsabili della formazione della fame e della sete. Va anche menzionato il coordinamento dei movimenti, che rientra anche nell'area di responsabilità della sezione oblunga..
  • Davanti. Questa sezione include due emisferi con la materia grigia della corteccia. Questa zona è responsabile di molte funzioni importanti: attività mentale superiore, formazione di riflessi agli stimoli, dimostrazione di emozioni elementari da parte di una persona e creazione di reazioni emotive caratteristiche, concentrazione dell'attenzione, attività nel campo della cognizione e del pensiero. È anche generalmente accettato che i centri del piacere si trovino qui..
  • Medio. La struttura comprende i grandi emisferi, il diencefalo. Il dipartimento è responsabile dell'attività motoria dei bulbi oculari, della formazione delle espressioni facciali sul viso umano.
  • Cervelletto. Agisce come una parte di collegamento tra il ponte e il cervello posteriore, svolge molte importanti funzioni, che saranno discusse in seguito.
  • Ponte. Gran parte del cervello, che include i centri della vista e dell'udito. Svolge un numero enorme di funzioni: regolazione della curvatura della lente dell'occhio, dimensione delle pupille in varie condizioni, mantenimento dell'equilibrio e della stabilità del corpo nello spazio, la formazione di riflessi quando esposto a stimoli per proteggere il corpo (tosse, vomito, starnuti, ecc.), Controllo del battito cardiaco, lavoro del sistema cardiovascolare, assistenza nel funzionamento di altri organi interni.
  • Ventricoli (4 in totale). Riempito di liquido cerebrospinale, protegge gli organi più importanti del sistema nervoso centrale, crea liquido cerebrospinale, stabilizza il microclima interno del sistema nervoso centrale, svolge funzioni di filtraggio e controlla la circolazione del liquido cerebrospinale.
  • I centri di Wernicke e Brock (responsabili delle capacità linguistiche umane - riconoscimento vocale, comprensione, riproduzione, ecc.).
  • Tronco encefalico. Una sezione prominente, che è una formazione abbastanza lunga che continua il midollo spinale.

Tutti i reparti nel loro insieme sono anche responsabili dei bioritmi: questa è una delle varietà di attività elettrica di fondo spontanea. Puoi esaminare in dettaglio tutti i lobi e le parti dell'organo utilizzando un taglio frontale.

È opinione diffusa che utilizziamo la potenza del nostro cervello del 10%. Questa è un'illusione, perché quelle cellule che non partecipano all'attività funzionale muoiono semplicemente. Pertanto, usiamo il cervello al 100%.

Cervello definitivo

È consuetudine includere emisferi con una struttura unica, un numero enorme di convoluzioni e solchi nel telencefalo. Tenendo conto dell'asimmetria del cervello, ogni emisfero contiene un nucleo, un mantello, un cervello olfattivo..

Gli emisferi si presentano sotto forma di un sistema multifunzionale con molti livelli, che comprende il fornice e il corpo calloso, collegando gli emisferi tra loro. I livelli di questo sistema sono: corteccia, subcorteccia, lobi frontali, occipitali, parietali. Frontale è necessario per garantire la normale attività motoria degli arti umani.

Diencefalo

La specificità della struttura del cervello influenza la struttura delle sue principali divisioni. Ad esempio, il diencefalo ha anche due parti principali: ventrale e dorsale. La sezione dorsale comprende l'epitalamo, il talamo, il metatalamo e la sezione ventrale comprende l'ipotalamo. Nella struttura della zona intermedia, è consuetudine distinguere tra la ghiandola pineale e l'epitalamo, che regolano l'adattamento del corpo a un cambiamento del ritmo biologico.

Il talamo è una delle parti più importanti, perché è necessario che una persona elabori e regoli vari stimoli esterni e la capacità di adattarsi alle mutevoli condizioni ambientali. Lo scopo principale è la raccolta e l'analisi di varie percezioni sensoriali (ad eccezione dell'olfatto), la trasmissione degli impulsi corrispondenti a grandi emisferi.

Considerando le peculiarità della struttura e della funzione del cervello, vale la pena notare l'ipotalamo. Questo è uno speciale centro sottocorticale separato, completamente focalizzato sul lavoro con varie funzioni vegetative del corpo umano. L'impatto del dipartimento sugli organi e sui sistemi interni viene effettuato con l'aiuto del sistema nervoso centrale e delle ghiandole endocrine. L'ipotalamo svolge anche le seguenti funzioni caratteristiche:

  • creare e mantenere schemi di sonno e veglia nella vita quotidiana.
  • termoregolazione (mantenimento della normale temperatura corporea);
  • regolazione della frequenza cardiaca, respirazione, pressione;
  • controllo del lavoro delle ghiandole sudoripare;
  • regolazione della motilità intestinale.

Inoltre, l'ipotalamo fornisce una risposta umana iniziale allo stress, è responsabile del comportamento sessuale, quindi può essere descritto come uno dei dipartimenti più importanti. Quando si lavora insieme alla ghiandola pituitaria, l'ipotalamo ha un effetto stimolante sulla formazione di ormoni che ci aiutano ad adattare il corpo a una situazione di stress. Strettamente correlato al lavoro del sistema endocrino.

La ghiandola pituitaria è relativamente piccola (circa le dimensioni di un seme di girasole), ma è responsabile della produzione di un'enorme quantità di ormoni, inclusa la sintesi degli ormoni sessuali negli uomini e nelle donne. Situato dietro la cavità nasale, assicura il normale metabolismo, controlla il funzionamento della tiroide, delle gonadi, delle ghiandole surrenali.

Il cervello, a riposo, consuma un'enorme quantità di energia, circa 10-20 volte di più dei muscoli (rispetto alla loro massa). Il consumo è entro il 25% di tutta l'energia disponibile.

Mesencefalo

Il mesencefalo ha una struttura relativamente semplice, di piccole dimensioni e comprende due parti principali: il tetto (i centri dell'udito e della vista si trovano nella parte sottocorticale); gambe (posizionare i percorsi in se stessi). È anche consuetudine includere materia nera e nuclei rossi nella struttura dell'abito..

I centri della sottocorteccia, che fanno parte di questo dipartimento, lavorano per mantenere il normale funzionamento dei centri dell'udito e della vista. Anche qui ci sono i nuclei dei nervi che assicurano il lavoro dei muscoli degli occhi, i lobi temporali, che elaborano varie sensazioni uditive, trasformandole in immagini sonore familiari all'uomo, e il nodo temporoparietale.

Si distinguono anche le seguenti funzioni cerebrali: controllo (insieme alla sezione oblunga) dei riflessi derivanti quando esposti a uno stimolo, aiuto con l'orientamento nello spazio, formazione di una risposta appropriata agli stimoli, rotazione del corpo nella direzione desiderata.

La materia grigia in questa parte è un'alta concentrazione di cellule nervose che formano i nuclei nervosi all'interno del cranio..

Il cervello si sviluppa attivamente tra i due e gli undici anni. Il metodo più efficace per migliorare la tua capacità intellettuale è impegnarti in attività non familiari..

Midollo

Una parte importante del sistema nervoso centrale, che in varie descrizioni mediche è chiamata bulbo. Si trova tra il cervelletto, il ponte, la regione dorsale. Bulbus, essendo parte del sistema nervoso centrale, è responsabile del funzionamento del sistema respiratorio, regolazione della pressione sanguigna, che è vitale per l'uomo.

A questo proposito, se questo reparto è danneggiato in qualche modo (danno meccanico, patologie, ictus, ecc.), La probabilità di morte umana è alta..

Le funzioni più importanti della sezione oblunga sono:

  • Lavorare insieme al cervelletto per garantire l'equilibrio, la coordinazione del corpo umano.
  • Il reparto comprende il nervo vago con fibre vegetative, che aiuta a garantire il funzionamento dei sistemi digestivo e cardiovascolare, la circolazione sanguigna.
  • Garantire la deglutizione di cibo e liquidi.
  • La presenza di riflessi di tosse e starnuti.
  • Regolazione del lavoro del sistema respiratorio, afflusso di sangue ai singoli organi.

Il midollo allungato, la cui struttura e funzioni differiscono dal midollo spinale, ha molte strutture in comune con esso..

Il cervello contiene circa il 50-55% di grasso e in base a questo indicatore è molto più avanti del resto degli organi del corpo umano..

Cervelletto

Dal punto di vista dell'anatomia del cervelletto, è consuetudine distinguere tra il margine posteriore e anteriore, la superficie inferiore e quella superiore. In questa zona è presente una sezione centrale e degli emisferi, divisi in tre lobi da solchi. È una delle strutture più importanti del cervello..

La funzione principale di questo reparto è considerata quella di regolare il lavoro dei muscoli scheletrici. Insieme allo strato corticale, il cervelletto prende parte alla coordinazione dei movimenti volontari, che si verifica per la presenza di connessioni tra il reparto e i recettori che sono incorporati nei muscoli scheletrici, nei tendini, nelle articolazioni.

Il cervelletto influisce anche sulla regolazione dell'equilibrio del corpo durante l'attività umana e durante la deambulazione, che viene eseguita in congiunzione con l'apparato vestibolare dei canali semicircolari dell'orecchio interno, che trasmettono informazioni sulla posizione del corpo e della testa nello spazio al sistema nervoso centrale. Questa è una delle funzioni più importanti del cervello..

Il cervelletto fornisce il coordinamento dei movimenti dei muscoli scheletrici con l'aiuto di fibre conduttive che passano da esso alle corna anteriori del midollo spinale fino al punto in cui iniziano i nervi motori periferici dei muscoli scheletrici.

Sul cervelletto, i tumori possono formarsi a seguito di una lesione cancerosa del reparto. La malattia viene diagnosticata utilizzando la risonanza magnetica. I segni di patologia possono essere cerebrali, distanti, focali. La malattia può svilupparsi per una serie di motivi (di solito lo sviluppo si verifica sullo sfondo di fattori ereditari).

Cervello posteriore

La struttura del cervello umano prevede la presenza di un cervello posteriore. Questa sezione comprende due parti principali: il ponte e il cervelletto. Il ponte è un componente del tronco che si trova tra il midollo allungato e il midollo allungato. Le funzioni principali di questo reparto includono riflessa e conduttiva.

Il ponte Varoliyev, che dal punto anatomico del renio è considerato una struttura del cervello posteriore, si presenta sotto forma di una cresta ispessita. Nella parte inferiore del ponte c'è la sezione oblunga, in alto - al centro.

Nel ponte ci sono centri che controllano il funzionamento dei muscoli masticatori, facciali e alcuni oculomotori. Gli impulsi nervosi dai recettori degli organi sensoriali, la pelle, l'orecchio interno vanno al ponte, grazie a questa zona possiamo sentire il gusto, mantenere l'equilibrio e avere sensibilità uditiva..

Per Maggiori Informazioni Su Emicrania