Perché ci sono dolori al collo e alla parte posteriore della testa: un elenco di cause e trattamenti

Il dolore al collo e alla parte posteriore della testa può verificarsi per motivi naturali, ad esempio a causa di una lunga permanenza in una posizione del corpo. Ma se compaiono sempre più spesso e l'intensità del disagio aumenta lentamente ma costantemente, non dovresti posticipare la visita dal medico. L'aumento del dolore è un segno caratteristico dello sviluppo e della progressione della patologia infiammatoria o distrofica. La sua diagnosi tempestiva consentirà un trattamento rapido ed eviterà gravi complicazioni..

Possibili cause di dolore

È importante sapere! I medici sono scioccati: "Esiste un rimedio efficace e conveniente per i dolori articolari".

Un neurologo o un vertebrologo chiede sempre di descrivere la natura del dolore, la frequenza del suo verificarsi, per suggerire una possibile relazione con un deterioramento del benessere generale, ipotermia e un brusco cambiamento del tempo. Ma i sintomi di accompagnamento aiutano soprattutto a identificare la causa del dolore al collo e all'occipite. Sono così specifici che la diagnosi corretta viene fatta già al primo appuntamento..

Sindrome vertebro-basilare

Questo è il nome di una serie di sintomi, uno dei quali è il dolore al collo e alla parte posteriore della testa. La sindrome vertebro-basilare è indicata anche da attacchi di vertigini, spesso accompagnati da nausea e talvolta vomito. All'appuntamento dal medico, i pazienti lamentano visione doppia, intolleranza ai colori vivaci, tinnito, distrazione, disorientamento. Compromissione sensoriale, come intorpidimento del viso.

La causa della sindrome vertebro-basilare è la mancanza di afflusso di sangue a determinate aree del cervello con sostanze nutritive e ossigeno, che fluiscono attraverso le arterie vertebrali. Disturbi simili si osservano nell'aterosclerosi, anomalie vascolari, osteocondrosi, displasia fibromuscolare.

Ipertensione

I principali sintomi dell'ipertensione sono vertigini, mal di testa transitori, tinnito, pulsazioni alla testa, disturbi del sonno. Si verificano affaticamento, letargia, sensazione di debolezza, palpitazioni e nausea. Con il progredire della patologia, compaiono mancanza di respiro, sudorazione, arrossamento del viso e dolore prolungato nell'area del cuore. A causa della ritenzione di liquidi, le mani si gonfiano ("sintomo dell'anello" - è difficile rimuovere un anello da un dito), il viso, le palpebre diventano gonfie.

Nel 90% dei casi, l'ipertensione arteriosa si presenta come una patologia cronica indipendente. In questi casi, l'aumento della pressione è il risultato di uno squilibrio nel sistema di regolazione del corpo..

Meningite

Per la meningite, è caratteristico un quadro clinico pronunciato. Dolore al collo e alla parte posteriore della testa atroce, scoppiando. Si intensificano al minimo rumore, tocco, luce intensa. Per ridurre almeno leggermente la loro intensità, i pazienti evitano di parlare, trascorrono del tempo a letto con gli occhi chiusi. Il dolore può essere accompagnato da febbre, brividi, febbre, respiro accelerato e cambiamenti nella frequenza cardiaca. Spesso ci sono attacchi di vomito che non sono associati a un particolare metodo di scrittura.

Con la meningite, le membrane del cervello e del midollo spinale si infiammano a causa della penetrazione nel corpo e dell'attivazione di microrganismi patogeni: batteri, virus, funghi. È necessario un trattamento immediato, poiché spesso si verificano complicazioni irreversibili: ipertensione intracranica, crisi epilettiche.

Miogelosi

Questa patologia si manifesta clinicamente con una sensazione di pressione nella parte posteriore della testa, forti mal di testa e dolori al collo. Gli spasmi muscolari prolungati diventano la causa dello sviluppo della miogelosi. La tensione costante dei muscoli scheletrici porta a disturbi circolatori nel rachide cervicale, compromissione del passaggio degli impulsi nervosi.

Anche i muscoli stessi subiscono cambiamenti. A causa dello sviluppo del processo infiammatorio, le proteine ​​muscolari assumono la forma di un gel. In alcune aree si formano noduli densi e arrotondati. Sono ben sentiti sotto la pelle e quando si preme sulle neoplasie, il dolore aumenta in modo significativo.

Nevralgia occipitale

I segni della nevralgia occipitale sono simili ai sintomi tipici dell'emicrania. Il dolore acuto al collo e alla parte posteriore della testa si verifica all'improvviso, di solito con una brusca rotazione o inclinazione della testa. È così forte che una persona si blocca sul posto per paura di fare anche un piccolo movimento. L'intensità del dolore si indebolisce quando si è sdraiati, sempre in una stanza buia. Una persona diventa molto sensibile alla luce intensa, poiché provoca dolore anche agli occhi.

Prima di iniziare il trattamento, è necessario stabilire la causa della nevralgia. Il danno al nervo occipitale si verifica a seguito di traumi, formazione di tumori benigni o maligni, progressione dell'osteocondrosi cervicale.

Fatica

L'esperienza acuta di situazioni stressanti porta a dolori al collo e alla nuca. In tale stato, sono necessarie reazioni rapide, quindi la produzione di adrenalina aumenta. Ma se la produzione di questa sostanza bioattiva aumenta costantemente, il corpo si esaurisce. Non solo compaiono dolori alla testa, ma anche le difese del corpo si indeboliscono. Questo è anche il risultato di un periodo prolungato di depressione, manifestato da una diminuzione sostenuta dell'umore, ritardo motorio e disturbi del pensiero..

Lesioni al collo e alla testa

Il dolore al collo e alla parte posteriore della testa può essere la conseguenza di fratture da compressione, lussazioni, sublussazioni delle vertebre, danni a legamenti, muscoli, tendini. Anche dopo un trattamento e una riabilitazione adeguati, si formano cicatrici e cicatrici microscopiche. Sono costituiti da tessuto connettivo (fibroso) privo di qualsiasi attività funzionale. Pertanto, il lavoro precedentemente ben coordinato delle strutture vertebrali cervicali va storto. La gamma di movimento è leggermente ridotta, i muscoli non stabilizzano sufficientemente i dischi e le vertebre, il che porta alla costrizione dei vasi sanguigni. Il dolore diventa una reazione naturale del corpo alla mancanza di ossigeno nel cervello, tensione muscolare costante.

Anche i problemi articolari "trascurati" possono essere curati a casa! Ricorda solo di spalmarlo una volta al giorno..

Stanchezza, eccitazione, sforzo eccessivo

La relazione tra dolore alla testa e al collo e affaticamento o eccitazione è dovuta alla tensione costante dei muscoli scheletrici. I muscoli spasmodici pizzicano le terminazioni nervose sensibili, i vasi sanguigni che forniscono sostanze nutritive e ossigeno al cervello. Sullo sfondo di ipossia, spesso si verificano vertigini, tinnito, macchie colorate e cerchi davanti agli occhi.

Emicrania cervicale

Molto spesso, tale emicrania si verifica sullo sfondo delle complicanze dell'osteocondrosi cervicale: sindrome radicolare, sindrome dell'arteria vertebrale e formazione di un'ernia intervertebrale. I dischi spostati, gli osteofiti comprimono i vasi sanguigni, provocando una carenza di ossigeno nel cervello. Il dolore al collo si diffonde alla parte posteriore della testa, alle spalle e persino agli avambracci. Si intensificano quando si gira e si inclina la testa, a volte si verificano a riposo. Sono spesso accompagnati da vertigini, visione doppia, perdita dell'udito, svenimenti, attacchi di panico.

Osteocondrosi cervicale

Il dolore al collo, che si irradia alla parte posteriore della testa, è un tipico sintomo di un processo distruttivo-degenerativo nel rachide cervicale. Con l'osteocondrosi, i dischi diventano più sottili, più spessi e perdono le loro proprietà ammortizzanti. I corpi vertebrali si deformano gradualmente con la formazione di escrescenze ossee affilate (osteofiti). Feriscono i tessuti molli, che si infiammano, provocando sensazioni dolorose. Ma questa non è la causa principale del dolore. Sono anche provocati da spasmi muscolari, compressione dell'arteria vertebrale, violazione delle radici spinali.

Spondilosi cervicale

La spondilosi si riferisce a cambiamenti distrofici nei dischi intervertebrali anteriori, calcificazione del legamento longitudinale anteriore, proliferazione delle strutture ossee. I principali sintomi della patologia sono la gravità del rachide cervicale e dolori locali sordi e doloranti che si intensificano verso la fine della giornata. Si estendono alla parte posteriore della testa, danno alla mano, alla scapola. Il movimento con la spondilosi è limitato, specialmente quando si gira la testa in piedi.

Il dolore può essere accompagnato da picchi di pressione sanguigna, ronzio e tinnito, disturbi visivi.

Metodi diagnostici

Quando un paziente lamenta dolore al collo e alla parte posteriore della testa, il medico esamina il paziente, esamina i dati dell'anamnesi. Vengono eseguiti numerosi test funzionali per valutare la forza muscolare, il range di movimento mantenuto e la sensibilità. Gli studi strumentali sono obbligatori:

  • Ecografia Doppler dei vasi sanguigni che forniscono ossigeno al cervello
  • Radiografia della cavità cranica, dell'articolazione temporo-mandibolare, del rachide cervicale;
  • RM o TC del collo e della testa.

Se si sospetta la meningite o altre patologie infettive, vengono effettuati studi biochimici per determinare il tipo di agente patogeno, la sua sensibilità ai farmaci. Vengono anche mostrati esami clinici generali del sangue e delle urine, che consentono di rilevare rapidamente il processo infiammatorio nel corpo..

Quale medico contattare

Non sarà un errore vedere un medico generico - terapista. Nominerà tutte le misure diagnostiche necessarie. Dopo aver studiato i loro risultati, il paziente verrà indirizzato a un medico di specializzazione ristretta. Il vertebrologo è coinvolto nel trattamento dell'osteocondrosi e delle sue complicanze e, in assenza di tale istituzione medica, un neurologo. Un endocrinologo, traumatologo, specialista in malattie infettive, reumatologo, psicoterapeuta può partecipare alla terapia..

Primo soccorso

Con un forte dolore, devi sdraiarti, assumere una posizione del corpo in cui sia meno pronunciato. Prendere una pillola di qualsiasi farmaco antinfiammatorio non steroideo (FANS) - Ketorol, Nise, Ibuprofen, Diclofenac aiuterà a migliorare il tuo benessere. È imperativo misurare la pressione sanguigna, il polso. Se i loro valori sono aumentati, è necessario chiamare un medico. È vietato riscaldare o massaggiare il collo fino a quando non viene stabilita la causa del dolore.

Metodi di trattamento

La tattica del trattamento dipende dal tipo di patologia, dalla forma e dallo stadio del suo decorso, dall'intensità dei sintomi. Con lamentele di dolori acuti e penetranti alla testa, il paziente può essere ricoverato in ospedale. Ma nella maggior parte dei casi, il trattamento si svolge a casa..

Medicinali

I FANS diventano da sempre i farmaci di prima scelta nel trattamento delle patologie dell'apparato muscolo-scheletrico. Sono prescritti sotto forma di iniezioni (Movalis, Ortofen, Ksefokam) o compresse (Ketorol, Nimesulide, Celecoxib). Se il dolore è debole, quindi per eliminarli, è sufficiente usare unguenti, gel con diclofenac, ketoprofene, meloxicam, indometacina.

Terapia fisica e massaggio

Gli esercizi di fisioterapia iniziano solo dopo il sollievo dal dolore acuto. Il medico della terapia fisica esamina preliminarmente i dati dei raggi X, la conclusione di un vertebrologo, neurologo, traumatologo. Il complesso comprende giri e inclinazioni della testa con resistenza, rotazioni circolari, sollevamenti della parte superiore del corpo da una posizione prona. Per potenziare l'effetto terapeutico degli allenamenti quotidiani, sono abbinati a sedute di massaggio classico, digitopressione, coppettazione.

Rimedi e ricette popolari

I rimedi popolari vengono utilizzati solo dopo la terapia principale nella fase di remissione stabile. Sono usati per eliminare lievi sensazioni dolorose che si verificano durante l'ipotermia o lo sforzo fisico..

Rimedi popolari per il dolore al collo e alla parte posteriore della testaRicetta
Tintura alcolicaRiempi il barattolo con foglie fresche e fiori di tarassaco, erba di San Giovanni, elecampane, piantaggine, versa la vodka sul collo. Insistere in un luogo buio per un mese, strofinare sul collo per il dolore
ComprimereMacinare una grande foglia fresca di rafano tra i palmi delle mani, spennellare con miele, applicare sul retro del collo
tisanaVersare 0,5 cucchiaini di camomilla secca, timo, origano in una teiera di ceramica, versare 1,5 tazze di acqua bollente. Dopo un'ora filtrare, bere 100 ml 3 volte al giorno dopo i pasti

Misure preventive

Per evitare dolori atroci nella parte posteriore della testa e del collo, tutti i fattori provocatori devono essere esclusi dal solito stile di vita. Questo è fumo, scarsa attività fisica, sforzo fisico eccessivo, mancanza di prodotti dietetici ricchi di oligoelementi e vitamine..

Dolore al collo e alla nuca: cause, sintomi, trattamento

Non farti prendere dal panico quando la nuca e il collo fanno male: le cause ei sintomi del disagio aiuteranno a risolvere rapidamente il problema

I neurologi definiscono il dolore al collo e alla nuca un problema urgente della società moderna. Molte persone non sospettano nemmeno che le solite spiegazioni "il tempo sta cambiando drasticamente", "voltato la testa senza successo" possano essere le cause di malattie che richiedono un trattamento chirurgico. La cosa più insidiosa di questo problema è che quando c'è un mal di testa nella parte posteriore della testa e del collo, è difficile determinare con certezza che cosa sia il disagio. Il medico farà una diagnosi accurata.

Cause di dolore al collo e alla regione occipitale

Nell'elenco di varie malattie espresse attraverso il dolore nella parte posteriore della testa e del collo, c'è l'osteocondrosi.

Oltre all'osteocondrosi, le sensazioni spiacevoli possono essere causate dalla sindrome dell'arteria vertebrale. Il decorso di questa malattia è principalmente accompagnato da una sensazione di aumento della tensione muscolare, una condizione generale alterata.

Il mal di testa al collo e all'occipite nei giovani è un evento comune oggi. Ci sono ragioni sufficienti per questo, ma il modo di vivere sbagliato può essere identificato come quello principale. Molte persone si mettono in pericolo volontariamente, restando davanti al computer tutto il tempo libero dal sonno. Altre persone sono suscettibili alla malattia a causa del lavoro in 8-10 ore, i cui processi si svolgono dietro il monitor.

La malattia può essere localizzata in qualsiasi parte della parte corrispondente del corpo. La persona si lamenterà che il collo e la parte posteriore della testa fanno male da dietro, a sinistra oa destra. Sono possibili sia attacchi acuti che dolori meno evidenti, ma a lungo termine. Vale la pena notare le fonti da cui deriva il disturbo:

  • Osteocondrosi;
  • Lesioni e tumori;
  • Meningite;
  • Muscoli danneggiati, legamenti nel corsetto muscolare;
  • Artrite reumatoide;
  • Malattie infettive;
  • Spasmi muscolari che si verificano a seguito di improvvisi giri della testa;
  • Carichi statici a lungo termine di natura fisica;
  • Stile di vita "da ufficio", trovarsi in posizioni scomode.

Oltre a questi fattori, quando la parte posteriore della testa e del collo fa male, i motivi possono nascondersi in una serie di gravi malattie..

Come risultato di questo problema, la pressione aumenta, scoppiando, dolore lancinante.

Problemi vascolari

Il dolore lancinante si verifica a causa dello spasmo delle arterie che si trovano all'interno o sulla superficie del cranio. Il disagio inizia nella parte posteriore della testa, ma può estendersi fino alla fronte.

Preoccupa una persona a causa di uno stato di stress.

Formato dopo un prolungato lavoro mentale o fisico e una posizione del corpo scomoda.

Sensazione di dolore prolungato o persistente al collo e alla parte posteriore della testa. A volte le sensazioni vanno agli occhi e alle orecchie..

Nevralgia occipitale

Con questa malattia, una persona lamenta dolori ricorrenti nella parte posteriore della testa e del collo. Dà anche disagio alla regione temporale, la zona dell'orecchio. La sensazione diventa più forte con i soliti colpi di tosse o starnuti, anche girando la testa.

Accompagnato da un dolore lancinante alla tempia, corona, metà della testa.

Questi problemi non sono fatali, ma estremamente pericolosi e, se vengono avviati, le conseguenze sono più gravi delle semplici sensazioni di disagio.

Prevenzione della malattia presentata

È impossibile farsi prendere dal panico in una situazione in cui il collo fa male, la parte posteriore della testa e le vertigini. Vale la pena contattare uno specialista per determinare le cause esatte del dolore. È impossibile determinare in modo indipendente la diagnosi, quindi, prima di iniziare il trattamento, è importante ascoltare l'opinione di uno specialista.

Quando vengono identificate le cause del dolore nella parte posteriore della testa e del collo, il medico elaborerà un programma di trattamento competente, con il quale non solo il disagio andrà via, ma verrà eliminato anche un focus specifico della malattia.

L'opzione migliore per una vita sana è prevenire la malattia, in modo da non cercare in seguito i motivi per cui il collo e la parte posteriore della testa fanno male. È importante attenersi alle raccomandazioni preventive con cui è possibile evitare questo problema. È necessario osservare il regime di lavoro e non consentire al corpo di essere in una posizione per diverse ore di seguito. Anche se una persona lavora da seduta, una volta ogni ora vale la pena impastare il rachide cervicale, eseguendo esercizi elementari. È importante riposare e dormire in tempo per il corpo adulto per 8 ore.

Si consiglia di mantenere uno stato d'animo positivo: le situazioni stressanti sono le cause del dolore alla parte posteriore della testa e del collo, il cui trattamento è molto più difficile del semplice controllo delle proprie emozioni. L'attività fisica è anche dannosa per la salute, quindi non si dovrebbero consentire effetti costanti di questa natura sul corpo.

Molte persone si rifiutano di visitare un medico come misura preventiva. Non vanno da uno specialista esattamente fino a quando il disagio che è sorto inizia a influenzare la vita. Tuttavia, visite periodiche ai medici per l'esame di routine del corpo aiuteranno a prevenire malattie gravi..

Trattare il dolore nella zona interessata

Naturalmente, ogni paziente affronta un problema unico, poiché quando viene chiesto perché il collo e la parte posteriore della testa fanno male, solo uno specialista spiegherà le ragioni e l'ulteriore trattamento. Tuttavia, si distinguono una serie di effetti sul corpo, con l'aiuto dei quali è possibile eliminare il dolore nella maggior parte dei casi..

Ad esempio, quando il dolore alla parte posteriore della testa, al collo si verifica in modo imprevisto, puoi ricorrere alle seguenti azioni che influenzano il sollievo delle sensazioni:

1. È necessario ventilare la stanza facendo entrare aria fresca. L'ossigeno fluirà al cervello, il che significa che la circolazione sanguigna migliorerà.

3. Se possibile, prendi una posizione orizzontale e rilassati..

4. Si consiglia di purificarsi dai pensieri negativi, respirare profondamente e liberarsi della tensione nervosa.

IMPORTANTE: controlla la tua dieta, forse il corpo manca di acidi omega-3. Questi sono utili oligoelementi che possono essere ottenuti dal pesce grasso. Una dieta con tali prodotti aiuta a prevenire eventuali processi infiammatori..

La fonte del problema è il superlavoro fisico. Un buon modo per dare ai muscoli la possibilità di migliorare la loro salute e riprendersi è rimuovere il carico dalle aree colpite. Si consiglia di riposare, ma vale la pena rinunciare a cuscini alti, che causano una flessione della colonna vertebrale.

Il ghiaccio ordinario può ridurre efficacemente l'infiammazione, rimuovere il dolore nella parte posteriore della testa e del collo. È necessario tritare il ghiaccio e inviarlo in un sacchetto di plastica. Questa borsa può essere inserita in una federa. Non puoi cambiare il tessuto di cotone con un asciugamano di spugna perché un prodotto del genere è troppo denso, non ci sarà un trasferimento a freddo efficace.

L'opzione raccomandata dai medici è quella di riscaldare la zona della malattia. Con l'aiuto del calore, la circolazione sanguigna può essere notevolmente migliorata, i muscoli possono rilassarsi, raggiungere il tono necessario. È necessario utilizzare un panno umido e naturale e qualsiasi borsa dell'acqua calda andrà bene. Puoi ricorrere ai trattamenti dell'acqua e semplicemente andare alla doccia calda. In qualsiasi opzione, è necessario ricordare che non è possibile surriscaldare il corpo, poiché il calore eccessivo può diventare un'altra causa di dolore alla parte posteriore della testa e del collo.

Un'abilità importante è la capacità di rilassarsi. Lo sforzo eccessivo può essere causato dallo stress emotivo. È necessario tenere traccia di ciò che alimenta lo stress: fretta al lavoro, preoccupazioni per le faccende domestiche, relazioni con i propri cari, comunicazione con i capi e altri fattori. Quando l'agente eziologico viene identificato dall'esterno, puoi avvicinarti alla ricerca di una via d'uscita da questa situazione. Una persona dimenticherà com'è quando il collo e la parte posteriore della testa fanno male, dopo la normalizzazione dello stato emotivo. Il rilassamento, la respirazione addominale, l'aromaterapia, il rilassamento progressivo aiutano a rilassarsi. I seguenti suggerimenti ti aiuteranno:

  • Scegli un posto tranquillo e assicurati che nessuno interferisca durante il relax;
  • Sedersi in una posizione comoda (sdraiarsi), chiudere gli occhi;
  • Stringere e rilassare i muscoli dalla testa, spostandosi gradualmente verso il collo e il resto del corpo;
  • È importante eseguire la procedura di respirazione addominale in una posizione seduta rilassata;
  • È necessario fare respiri lenti e profondi esclusivamente con lo stomaco. Per sentire la profondità del respiro, puoi mettere la mano sullo stomaco;
  • Espirare anche completamente, espellendo l'ossigeno con l'aiuto dell'addome;
  • La procedura viene eseguita per diversi minuti senza fretta. La velocità è irta di iperventilazione. Soprattutto con attenzione è necessario eseguirlo se il collo e la parte posteriore della testa si intorpidiscono.

Altre opportunità per rilassare il corpo includono yoga, una varietà di esercizi fisici e meditazione. Anche un'attività piacevole, come un hobby preferito e della musica piacevole, può avere un impatto positivo. Suggerimenti per aiutare a trattare le cause del dolore al collo e alla nuca.

I medici identificano il massaggio come uno degli effetti chiave sulle aree colpite. Con il suo aiuto, puoi rilassare i muscoli tesi, indurre un sonno profondo e confortevole e dare al corpo una sensazione di leggerezza. Per eseguire tale terapia, devi prima fare una doccia o un bagno caldo: questo metterà in ordine il corpo e lo preparerà per un ulteriore massaggio. Qualunque sia la causa del dolore al collo e alla parte posteriore della testa, è necessario utilizzare lozioni o oli (è possibile utilizzare quelli aromatici). Quindi massaggiare la zona interessata con un movimento circolare, premendo leggermente e delicatamente. Vale la pena prestare attenzione al petto.

Il prossimo elemento che aiuterà in questa situazione è l'acquisto di un anestetico. L'antidolorifico può aiutare a ridurre il dolore intenso nella parte posteriore della testa e del collo.

IMPORTANTE: gli esperti consigliano vivamente di monitorare la postura. Il dolore al collo e alla parte posteriore della testa si verifica quando una persona non tiene la schiena correttamente. Per spiegare quanto carico c'è sul rachide cervicale, puoi fare la fisica: la forza di gravità. Deve essere costantemente superato per mantenere l'equilibrio, muoversi, rimanere costantemente in piedi.

La colonna vertebrale nello scheletro è un supporto per l'intero organismo e muscoli, quindi, quando almeno una parte dello scheletro osseo si indebolisce, una persona deve fare i conti con la gravità. In questo caso, la curvatura della schiena inizia in modo che si verifichi almeno una certa compensazione dei carichi assiali. Quindi diventa molto ovvio che una cattiva postura può essere la causa del dolore al collo e alla nuca..

Qualsiasi parete può essere utilizzata per migliorare la posizione del corsetto osseo. È necessario voltare le spalle al muro in modo che i talloni siano a diversi centimetri da esso. In questo caso, le spalle e le natiche dovrebbero toccare il muro, il mento non cade. Questa posizione della colonna vertebrale è corretta. Dopo l'allineamento, puoi fare un passo indietro e seguire la postura formata. Il dolore nella parte posteriore della testa e del collo diminuirà non appena il corpo si abituerà alla corretta posizione del corpo.

Il sovrappeso colpisce anche tutto il corpo. Non è possibile effettuare un carico aggiuntivo sulla regione cervicale. Pertanto, le persone in sovrappeso che hanno anche dolore al collo e alla nuca dovrebbero seguire la figura, liberandosi del peso corporeo in eccesso..

Gli esperti hanno sviluppato molti esercizi con i quali non solo puoi ridurre il dolore al collo e alla parte posteriore della testa, ma anche prevenirli. Prima di eseguire questo tipo di terapia, vale la pena applicare un impacco caldo sulla zona interessata. Le procedure dovrebbero essere ripetute almeno cinque volte tre volte al giorno. Non c'è bisogno di affrettarsi, i muscoli dovrebbero rilassarsi.

Devi prendere una posizione seduta. Gira la testa il più a destra possibile, quindi torna alla posizione di partenza direttamente. Inoltre gira a sinistra e allineati. Il secondo esercizio consiste nell'abbassare il mento, poi salire, inclinare la testa a sinistra, verso la spalla destra.

Una serie di esercizi isometrici risolve il problema. Devono essere eseguiti attraverso la resistenza, ma non puoi effettivamente muovere la testa. Questo complesso aiuta ad eliminare bene le cause del dolore nella parte posteriore della testa e del collo:

1. Prendi una posizione seduta, rilassati. Devi alzare la mano e mettere il palmo sulla fronte, premendo su di essa. Assicurati di resistere al movimento della fronte..

2. La mano destra dovrebbe essere posizionata sul lato destro della testa, premendo l'area con la mano. Ripeti il ​​processo sull'altro lato. È necessario monitorare l'opposizione della testa e della mano.

3. Se la parte posteriore della testa e la parte posteriore del collo fanno male, allora l'area deve essere premuta con entrambi i palmi, spingendo la testa. Si deve resistere al movimento inverso.

Con questo esercizio semplice, una persona dimenticherà rapidamente com'è quando la parte posteriore della testa, il collo fa male e le vertigini.

Il danno delle abitudini quotidiane per una persona

A volte, la risposta alla domanda sul perché la parte posteriore della testa e il collo fanno male è la posizione sbagliata dello spazio di lavoro rispetto agli occhi. Se il dolore appare alla fine di un turno di lavoro, questo è un segnale diretto che è il lavoro il fulcro del problema. Le persone non prestano attenzione alla postura, abbassano la testa, per diverse ore senza alzare lo sguardo, ad esempio, dalle scartoffie. Per evitare pesantezza nella parte posteriore della testa e del collo, posizionare il monitor davanti agli occhi. È importante fare delle pause, riscaldarsi tutte le volte che il lavoro lo consente, piegare la testa per rilassare i muscoli.

Per dimenticare quanto fanno male il collo e la parte posteriore della testa, è importante dire addio a molte cattive abitudini quotidiane. Ad esempio, molte persone si bloccano un ricevitore telefonico tra il collo e le spalle. Alcuni sono abituati a dormire su una sedia con la testa all'indietro e il mento in basso. Le donne nel ritmo di vita moderno sono abituate a fare tutto il più rapidamente possibile, ma senza prendersi cura della propria salute. Ad esempio, lavare i capelli nel lavandino o appoggiarsi sotto il rubinetto in bagno. Questa può essere una fonte, a causa della quale fa male al collo e alla parte posteriore della testa..

Anche il risveglio, durante il quale la parte posteriore della testa e del collo fa male e le vertigini, possono servire da segnale allarmante. Il cuscino e il materasso sono i colpevoli del disagio. Per prevenire malattie gravi, vale la pena cambiare il materasso con uno rigido e il cuscino con un'opzione di un'altezza tale che la testa sia allo stesso livello della colonna vertebrale..

Ovviamente, molte abitudini quotidiane possono causare danni significativi all'organismo. Cambiare le abitudini è facile e alla fine porta a un corpo sano.

Con consigli su come alleviare la pesantezza al collo e alla nuca, tutti possono riordinare il proprio corpo. Naturalmente, tutti i metodi presentati non sono una panacea, ma un ottimo aiuto nel problema che si è presentato. I medici non dovrebbero essere trascurati: saranno in grado di dire esattamente perché il collo e la parte posteriore della testa fanno male. È importante seguire le raccomandazioni elencate in un complesso, perché solo una terapia ben progettata aiuterà a dire addio a un disturbo che causa disagio.

La parte posteriore della testa e del collo fa male: cause, metodi di trattamento

PrincipaleCefalea ed emicraniaDolore alla testa Dolore alla parte posteriore della testa e del collo: cause, metodi di trattamento

La parte posteriore della testa e del collo fa male a causa di danni ai nervi sensoriali, a causa di disturbi vascolari con un disturbo del tono vascolare. Sono presenti anche dolori muscolari al collo e nella regione occipitale, causati da infiammazione, sovraffaticamento e mancanza di ossigeno.Le sensazioni dolorose indicano lo sviluppo di patologie e la necessità di ristabilire la salute. Per chiarire la diagnosi e l'ulteriore trattamento, si consiglia di cercare un aiuto medico specializzato.

Cause di dolore nella parte posteriore della testa e del collo

Il dolore è una conseguenza dell'attivazione dei recettori del dolore. Sono assenti nel tessuto nervoso del cervello, quindi il cervello stesso non può essere una fonte di dolore.

Le seguenti aree sono sensibili al dolore alla testa e al collo:

  • tessuto muscolare (le regioni temporale e occipitale sono le più sensibili);
  • i nervi stessi;
  • vasi (arteriosi, venosi);
  • pericranio;
  • occhi;
  • seni;
  • tessuto sottocutaneo e mucoso.

Il dolore è spesso un segno di infiammazione. Può essere di origine infettiva o non infettiva. Nel primo caso, le reazioni infiammatorie sono provocate da agenti patogeni: virus, batteri, funghi, protozoi. Ad esempio, la meningite è un'infiammazione delle meningi causata da batteri patogeni (meningococchi, ecc.). Uno dei sintomi della malattia è il mal di testa, la tensione muscolare del collo. Durante il normale funzionamento del sistema immunitario, una malattia infettiva è solitamente accompagnata da un aumento della temperatura, che è il suo segno distintivo..

Il pizzicamento dei nervi sensoriali può verificarsi per i seguenti motivi:

  • spasmo o vasodilatazione patologica;
  • spasmo muscolare;
  • deformità delle vertebre legate all'età e patologiche, anomalie congenite del rachide cervicale;
  • trauma.

La patologia vascolare più comune che causa la cefalea occipitale è l'ipertensione associata all'aterosclerosi. L'ipertensione generale provoca un aumento patologico del tono delle arterie intracraniche, che si manifesta sotto forma di un mal di testa pulsante, che è localizzato nell'area della nave interessata, o può irradiarsi, cioè diffondersi oltre l'area danneggiata.

L'irritazione dei recettori vascolari si verifica anche a causa dell'esposizione all'anidride carbonica durante l'ipossia, cioè la mancanza di ossigeno, e come conseguenza dell'azione di agenti tossici. La parte posteriore della testa e del collo fa male in caso di disregolazione del tono vascolare cerebrale da parte del sistema nervoso centrale.

Lo spasmo muscolare della zona del collo cervicale, cioè la parte posteriore del collo, le spalle e la regione superiore delle scapole, può verificarsi sia da un tiraggio, ipotermia, sia come risultato di una permanenza prolungata in una posizione non fisiologica, che porta a sovraccarico muscolare e gonfiore, e il corpo reagisce allo spasmo muscolare dolore.

Nervi schiacciati a causa della deformità patologica delle vertebre cervicali - una conseguenza frequente dell'osteocondrosi cervicale.

Le principali cause di dolore alla parte posteriore della testa e del collo possono essere suddivise in 4 gruppi:

  1. Patologie vascolari - ipertensione, aterosclerosi, ipotensione, distonia vegetativa-vascolare, sindrome dell'arteria vertebrale.
  2. Cambiamenti patologici nei muscoli: miosite, miogelosi.
  3. Deformazione delle vertebre - osteocondrosi cervicale, spondilosi.
  4. Infiammazione dei nervi - nevralgia del nervo occipitale.

Anche le formazioni simili a tumori, inclusa l'echinococcosi del cervello, l'aumento della pressione intracranica, l'edema cerebrale e altri fattori che influenzano le terminazioni nervose, possono causare dolore..

Sintomi di compressione vascolare e disturbi circolatori:

  • vertigini con un forte lancio all'indietro della testa;
  • nausea;
  • possibile deficit visivo e uditivo (nebbia davanti agli occhi, rumore e ronzio nelle orecchie);
  • il dolore aumenta con il tatto e la pressione.

Se la patologia vascolare è unilaterale, il mal di testa sarà come un'emicrania - sul lato colpito. In questo caso si parla di emicrania cervicale (occipitale)..

È possibile spostare il dolore dalla regione occipitale ad altre parti della testa, il dolore può essere dato alla tempia, alla parte frontale o parietale.

La natura del mal di testa è:

  1. Pulsante, tiro - con disturbi vascolari, più spesso associati al sistema arterioso.
  2. Scoppio, dolore - con trabocco di sangue nei vasi venosi, nonché con deflusso alterato del liquido cerebrospinale e con aumento della pressione intracranica.
  3. Il dolore bruciante è caratteristico del danno ai nervi..

Spesso il dolore è dovuto a diversi motivi, identificare almeno il principale aiuta a svolgere un trattamento efficace.

Diagnostica

La pressione sanguigna viene monitorata se si sospetta ipertensione o ipotensione. Un esame neurologico può aiutare a stabilire un legame tra mal di testa e danni ai nervi. In caso di problemi alla vista, è necessario consultare un oftalmologo, in caso di problemi di udito - con un medico ORL. In caso di forti dolori alla colonna cervicale, consultare un ortopedico e / o massaggiatore con formazione medica..

Contribuire a identificare le cause del mal di testa:

  • controllare le condizioni delle arterie vertebrali, dei vasi cerebrali;
  • identificazione della deformazione delle vertebre cervicali e toraciche superiori.

Vengono utilizzati studi hardware:

  • MRI;
  • CT;
  • REG (reoencefalografia) - uno studio dei vasi del cervello;
  • radiografia della colonna vertebrale.

I metodi diagnostici consentono di identificare patologie vascolari acute e croniche, ridotta pervietà vascolare, anche a seguito di danno aterosclerotico. Gli ematomi vengono monitorati per lesioni cerebrali traumatiche.
È importante identificare tempestivamente le possibili aree di ischemia cerebrale al fine di prevenire lo sviluppo di ictus ischemico. L'infarto cerebrale (ictus) sullo sfondo di ipertensione e aterosclerosi, nonché l'emorragia cerebrale a seguito di rottura dell'aneurisma sono tra le conseguenze più gravi delle patologie vascolari, che di solito sono accompagnate da mal di testa. La mortalità per ictus è piuttosto alta; anche i casi gravi possono provocare disabilità. Pertanto, il dolore nella zona della testa e del collo non dovrebbe essere ignorato, soprattutto se sono permanenti e difficili da alleviare. Si consiglia di diagnosticare ed eliminare tempestivamente le cause del mal di testa.

Metodi di trattamento

La terapia farmacologica mira principalmente ad alleviare il dolore, cioè alleviare o ridurre il dolore. Va tenuto presente che gli analgesici non eliminano la causa del dolore. L'uso a lungo termine di analgesici, senza diagnosticare e identificare la causa, può provocare un peggioramento della condizione, poiché il sollievo dal dolore non è essenzialmente un trattamento. Si consiglia di concentrarsi sull'eliminazione della patologia sottostante come fonte di dolore.

Medicinali

I farmaci devono essere usati dopo l'esame e la diagnosi. I farmaci utilizzati nella terapia per eliminare il mal di testa possono essere suddivisi nei seguenti gruppi:

  1. Antidolorifici e antinfiammatori.
  2. Mezzi che migliorano la composizione del sangue, la circolazione sanguigna e l'afflusso di sangue al cervello.
  3. Medicinali che stabilizzano la pressione sanguigna.
  4. Farmaci usati per trattare l'aterosclerosi.
  5. Antispastici, miorilassanti.
  6. Rimedi vitaminici.
  7. Nootropics (stimolanti neurometabolici).
  8. Sedativi, antidepressivi.

Non è consigliabile intraprendere l'automedicazione senza specificare la diagnosi e consultare un medico e uno specialista..

Massaggio

Un rimedio efficace per migliorare la circolazione sanguigna e alleviare gli spasmi muscolari è un massaggio terapeutico. Quando la parte posteriore della testa e del collo fa male, massaggia la zona del collo-collo: i muscoli del collo e la zona delle spalle. La regolarità delle procedure è importante, quindi, se non è possibile condurre un corso di massaggio con uno specialista certificato, si consiglia di imparare da soli come allungare i muscoli del collo. Non è difficile padroneggiare le tecniche di automassaggio, aiuteranno non solo ad alleviare la condizione, ma anche ad eliminare la causa del dolore al collo: spasmi muscolari e nervi schiacciati. L'automassaggio regolare per l'osteocondrosi cervicale riduce il dolore, la rigidità del collo, rimuove uno sgradevole crunch.

Controindicazioni al massaggio:

  • febbre;
  • ernia intervertebrale.

In caso di ipertensione, è necessario prima consultare il proprio medico. Con tendenza all'alta pressione, i movimenti di massaggio vengono eseguiti dall'alto verso il basso: dalla parte posteriore della testa alla schiena, per normalizzare il flusso sanguigno alla testa.

Si consiglia di utilizzare mezzi economici ma efficaci per il massaggio, come:

  1. Unguento alla trementina: migliora la circolazione sanguigna, ha un effetto riscaldante e analgesico.
  2. L'unguento Diclofenac è ​​un agente antinfiammatorio non steroideo che aiuta bene con gonfiore doloroso grave.

L'automassaggio del collo può essere eseguito in qualsiasi posizione comoda, preferibilmente su muscoli preriscaldati - dopo una doccia calda, un bagno, un bagno, una sauna. L'enfasi nel massaggio dovrebbe essere fatta sulle aree dolorose e spasmodiche che possono essere avvertite. Si consiglia di massaggiare queste zone in modo particolarmente attento e intensivo, ma allo stesso tempo, facendo attenzione, non si dovrebbe premere troppo forte, aumentando gradualmente il carico. Il miglioramento può essere sentito se conduci regolarmente sessioni di automassaggio 3-4 volte a settimana per 10-15 minuti.

Trattamento domiciliare

Metodo collaudato per rafforzare i vasi sanguigni: doccia a contrasto.

I bagni di trementina ripristinano efficacemente la circolazione sanguigna, se non ci sono controindicazioni: gravi malattie cardiache, oncologia, tubercolosi, patologie autoimmuni. Per normalizzare la pressione nell'ipertensione, utilizzare una soluzione di trementina gialla, con ipotensione - emulsione di trementina bianca.

Questa procedura di guarigione viene utilizzata per trattare patologie vascolari e articolari, come analgesico per il dolore neurologico, anche nel trattamento dell'emicrania, e come agente ringiovanente..

I pediluvi caldi con polvere di senape vengono utilizzati anche per distrarre e migliorare la circolazione sanguigna. Dosaggio: 1 cucchiaio. l. polvere per 1 litro. L'acqua è il più calda possibile, ma non bollente. Controindicazione - malattie della pelle, con cautela - con ipertensione. Allo stesso modo, puoi fare pediluvi con trementina con un dosaggio di 1 cucchiaino. trementina in un secchio d'acqua. L'acqua calda dovrebbe essere aggiunta gradualmente, portando la temperatura a 41–42 ° С. È necessario fare un pediluvio avvolto in una coperta calda, la durata della procedura è fino a quando non appare il sudore sulla fronte. Dopo il bagno, indossa calzini di lana.

Il trattamento domiciliare è più un valore preventivo e riparatore. Viene anche utilizzato sotto forma di terapia di mantenimento dopo il trattamento principale. L'enfasi è sulla corretta alimentazione, eliminazione o riduzione dei fattori avversi che peggiorano le condizioni dei vasi sanguigni e della colonna vertebrale.

Due esercizi per rafforzare i lunghi estensori del collo:

Il dolore nella parte posteriore della testa e del collo è causato dalla compressione (compressione) del nervo occipitale. Le vertigini indicano la compressione delle arterie vertebrali e un ridotto afflusso di sangue al cervello.

La causa della patologia può essere lo spostamento delle vertebre toraciche superiori e la debolezza dei muscoli lunghi del collo, la cui funzione è mantenere la testa in posizione eretta dritta. I muscoli estensori del collo si trovano ai lati della parte centrale della colonna vertebrale, a partire dalla prima vertebra cervicale e attaccandosi a 3-4 vertebre toraciche.

L'inclinazione frequente della testa verso il basso a causa dell'abitudine radicata di guardare il piede o lo schermo di uno smartphone o tablet, porta a un forte allungamento e indebolimento dei muscoli che tengono la testa.

C'è un sovraccarico dei muscoli flessori corti, che non sono in grado di assumere la funzione dei lunghi estensori del collo. Come risultato di cambiamenti patologici nei muscoli, si verifica la compressione dei nervi e dei vasi sanguigni, a cui il corpo reagisce con dolore nella parte posteriore della testa e del collo, e quando ti guardi allo specchio, puoi vedere che la colonna vertebrale è piegata e la testa è fortemente abbassata. I seguenti esercizi aiuteranno a correggere questa situazione:

  1. Stai con le spalle al muro, toccando la parte posteriore della testa. Premi la mano sul mento, perpendicolare alla colonna vertebrale. Porta il mento al collo. Allunga la parte superiore della testa verso l'alto. Mantieni questa posizione per circa 10 secondi. Ripeti più volte al giorno fino all'effetto visibile di raddrizzare il collo e ridurre il mal di testa.
  2. Il secondo esercizio è comodo da fare in un'auto con poggiatesta morbidi. Devi premere la parte posteriore della testa sul poggiatesta e tenere la testa in questa posizione per alcuni secondi. Puoi fare l'esercizio stando sdraiato sul divano o sul letto.

Gli esercizi per rafforzare i lunghi estensori ripristinano il lavoro dei muscoli del collo, raddrizzano la colonna vertebrale ed eliminano la compressione. Il dolore al collo e alla nuca andrà via se la compressione delle arterie vertebrali e del nervo occipitale è l'unica o principale causa della patologia.

Va tenuto presente che il ritorno dell'abitudine di inclinare spesso la testa in avanti porterà a un altro indebolimento dei muscoli estensori e le sensazioni dolorose appariranno di nuovo.

Fitoterapia

Le seguenti piante medicinali hanno un effetto calmante, antispasmodico e analgesico moderato per il mal di testa e il dolore al collo:

  • valeriana;
  • menta;
  • Melissa;
  • lavanda.

Erbe sedative con effetto ipotensivo, utilizzate nel trattamento delle nevrosi e dell'ipertensione - cuore di motherwort, peonia evasiva (radice di Maryin).

  • Tè Kuril (nome di una pianta medicinale);
  • bacche di viburno;
  • biancospino.

Rafforza i vasi sanguigni giapponese Sophora.

Le piante medicinali possono essere aggiunte al tè o bere un infuso di erbe come bevanda medicinale indipendente..

Prevenzione

Con i muscoli del collo spasmodici, si consiglia di prestare attenzione alla posizione del corpo al computer. È necessario assicurarsi che i muscoli della regione cervicobrachiale non siano costantemente sovraccaricati. I braccioli della sedia possono risolvere il problema delle spalle tese e sollevate. Quando si è seduti a lungo in un posto, ha senso fare esercizi di impasto per colonna vertebrale, braccia e collo. Per migliorare l'afflusso di sangue, puoi auto-massaggiare il collo e la parte posteriore della testa..

Evitare ipotermia, correnti d'aria e gelide correnti d'aria dal condizionatore d'aria.

La prevenzione dell'aterosclerosi consiste nella correzione nutrizionale. Anche se non c'è un'obesità pronunciata, è meglio ridurre il consumo di grassi animali contenenti colesterolo, che è la causa delle placche aterosclerotiche e, di conseguenza, delle patologie vascolari.

La dipendenza da nicotina e l'abuso di caffeina hanno un effetto distruttivo sul sistema vascolare.

Al raggiungimento del traguardo dei quarant'anni, la prevenzione dell'osteocondrosi e delle malattie vascolari diventa la più urgente. Ignorare i muscoli del collo sovraccarichi e il mal di testa può portare allo sviluppo di patologie croniche difficili da trattare. Le conseguenze dell'osteocondrosi sono dolore, vasi e nervi pizzicati, ernie spinali. L'aterosclerosi avanzata può causare ictus.

Il mal di testa è provocato dal sovraccarico di stress, specialmente sullo sfondo dell'ipertensione. Uno stato emotivo calmo e positivo, una moderata attività fisica all'aria aperta, una corretta alimentazione e un buon sonno notturno sono la migliore prevenzione della maggior parte delle patologie, comprese quelle che si manifestano sotto forma di dolore nella regione occipitale della testa e del collo.

Perché la parte posteriore della testa e del collo fa male?

Il dolore al collo e al collo è comune negli adulti. Può anche verificarsi in giovane età se il bambino conduce uno stile di vita inattivo..

Quando un adulto si rende conto che il giorno prima era in una brutta copia o ha trascorso molto tempo in una posizione scomoda, tale dolore è naturale. Se il sintomo si manifesta senza una ragione apparente, ed è accompagnato da altre sensazioni spiacevoli, è necessario trovare la fonte del disagio e neutralizzarlo.

Quando la parte posteriore della testa e del collo fa male, segnala un disturbo che colpisce il sistema vascolare, nervoso e vertebrale. A seconda della causa, il disagio può verificarsi spontaneamente, in modo intermittente o essere permanente. Si manifesta sotto forma di attacchi dolorosi, acuti, pulsanti, spremuti, scoppianti, lancinanti.

  • il costante disagio al collo, all'occipite e alle tempie dà osteocondrosi cervicale. Migliora la sensazione di movimento della testa. Nausea e vomito si uniscono al dolore. Se la sindrome vertebro-basilare si unisce al disturbo, fa sempre rumore nelle orecchie, la coordinazione è compromessa;
  • con una sindrome costante che si irradia agli occhi e alle orecchie, grave rigidità dei movimenti, si può sospettare la spondilosi - una malattia in cui si formano escrescenze ossee (protuberanze) sui legamenti che supportano le vertebre;
  • Con l'aumento della pressione si verificano dolori pulsanti e esplosivi a sinistra oa destra vicino al collo, accompagnati da vertigini, tachicardia, debolezza. Il vomito improvviso può alleviare la condizione;
  • dolore alla schiena, che colpisce la spalla, la schiena tra le scapole, la collottola, che si verifica principalmente su un lato, segnala la miosite cervicale - infiammazione muscolare dovuta a correnti d'aria, posizione scomoda o lesioni;
  • se la parte posteriore della testa e delle spalle fa male, questo indica un aumento della pressione sanguigna, emicrania cervicale, meningite.

Nei casi in cui il collo fa male da dietro, è possibile alleviarlo con anestetici. Ma se il disagio in quest'area ti infastidisce regolarmente, devi contattare uno specialista per trovare la fonte e prescrivere una terapia adeguata..

Ragione principale

Quando la parte posteriore della testa fa male senza una ragione apparente, molte persone preferiscono aspettare che il disagio si attenui e dimenticarsene. Ma non dovresti prestare attenzione al disagio, poiché potrebbe indicare la presenza di una malattia, a volte pericolosa per la vita.

Ci possono essere molte cause di dolore al collo e alla nuca. Eccone solo alcuni.

Lesioni alla testa e al collo

Lesioni posticipate, contusioni della testa e del collo, cadute infruttuose, lesioni cerebrali traumatiche possono causare la formazione di un ematoma. L'accumulo di liquido cerebrospinale nella capsula preme sull'occipite e sul cranio, provocando disagio.

Cambiando la posizione del corpo, girando la testa aumenta il dolore, si irradia al collo. Quando un ematoma comprime i vasi sanguigni, il flusso sanguigno viene disturbato, il che porta a cali di pressione intracranica.

Le persone che hanno subito lesioni alla testa complesse dovrebbero essere visitate da un neurochirurgo e neurologo. Le masse vengono rimosse chirurgicamente, soprattutto nella parte superiore del collo.

Fatica

Il rachide cervicale è molto sensibile allo stato emotivo, quindi durante lo stress può verificarsi dolore nella parte posteriore della testa.

Lo stress è la reazione del corpo alle emozioni negative, alla vanità, alla tensione muscolare. Durante questo stato, il corpo produce adrenalina, che provoca eccitazione nervosa..

In piccole quantità, lo stress è necessario per tutti, ma quando c'è troppo, è costante, il corpo è impoverito, il che si manifesta in cattive condizioni di salute. Di conseguenza, una persona ha una sensazione di intorpidimento e "pelle d'oca" strisciante, dopo di che si verificano vertigini e un mal di testa fortemente pulsante che si irradia alla parte posteriore della testa.

La migliore medicina in questo caso è il riposo e il buon sonno. Aiuta anche:

  • l'esercizio fisico regolare un paio d'ore prima di coricarsi aiuterà a far fronte al mal di testa dopo il risveglio;
  • passeggiate all'aria aperta;
  • assunzione di vitamine, in particolare del gruppo B;
  • aerare la stanza;
  • respiro regolare e calmo. Inspira dal naso, espira lentamente dalla bocca.

La camomilla è un buon rimedio popolare per lo stress. Il suo decotto elimina l'insonnia e ha un effetto calmante..

Miogelosi

Se la parte posteriore del collo e la testa fanno male sotto l'occipite, ciò potrebbe essere dovuto alla miogelosi. La malattia provoca un ispessimento del tessuto muscolare del collo a causa di curvatura, cattiva postura, ipotermia, trovarsi in una posizione scomoda.

Il dolore si verifica nelle convulsioni, c'è rigidità nel collo e nelle spalle quando si gira e si muove. Una persona deve girare la parte superiore del corpo con la testa.

Se la malattia non viene curata, i sintomi peggiorano nel tempo, il dolore nella parte posteriore della testa si verifica quando una persona assume una certa postura, è impossibile dormire, fare esercizio.

Osteocondrosi cervicale

La causa più comune di disagio nella parte posteriore della testa. Le vertebre sono collegate da dischi di cartilagine. Con uno stress costante oa causa dell'età, i dischi si assottigliano, il deprezzamento durante il movimento è disturbato, le vertebre si sfregano l'una contro l'altra.

Con la progressione della malattia, quando la cartilagine si consuma, le vertebre pizzicano le terminazioni nervose circostanti, provocando dolore. Le vertigini si aggiungono ai sintomi.

Con l'osteocondrosi, la parte posteriore della testa fa male, il collo e la mascella crepitano, la spalla inizia a dolere e la punta delle dita diventa insensibile. I movimenti della testa diventano rigidi. A volte vengono aggiunti ulteriori sintomi, indicanti vasospasmo o emicrania.

L'osteocondrosi è una malattia incurabile. Cosa fare con lui? La terapia consiste nella riduzione dell'intensità del dolore e nella prevenzione tempestiva. Hai bisogno di vedere un medico, un neurologo o un neurologo. I neurologi prescrivono ai pazienti:

  • farmaci antinfiammatori non steroidei;
  • unguenti per alleviare il dolore;
  • analgesici.

Viene mostrato l'uso di un collare ortopedico. Che cos'è? Questo è un dispositivo speciale che ripristina la circolazione sanguigna e allevia il dolore.

Ipertensione arteriosa

L'ipertensione (aumento della pressione sanguigna) si riscontra spesso nelle persone di mezza età e negli anziani. Cadute di pressione regolari portano alla fragilità dei vasi sanguigni e al flusso sanguigno alterato, ristagno nei tessuti del fluido intercellulare.

Con l'ipertensione, il cervello soffre di compressione e mancanza di ossigeno, che causa dolore alla parte posteriore della testa e disagio al collo.

Farmaci per l'ipertensione. I medici prescrivono farmaci speciali, diuretici, antispastici. Si consiglia di limitare l'assunzione di sale e ridurre al minimo lo stress.

Stanchezza, eccitazione, sforzo eccessivo

Affaticamento, tensione eccessiva dei muscoli del collo, eccitazione, nonché fluttuazioni del tempo, assunzione di alcol, mancanza di aria fresca nella stanza, lavoro notturno possono provocare dolore alla parte posteriore della testa e al collo. Questa sindrome si chiama - mal di testa da sovratensione.


Con la sindrome, il dolore dura da mezz'ora a una settimana. Spesso fa male la parte posteriore della testa e del collo. L'intensità è bassa, accompagnata da ansia, a volte - nausea e vomito. Il dolore monotono copre la testa, come se schiacciato con un cerchio, non pulsa.

La condizione può trasformarsi in una cronica - quando la testa fa male per più di 2 settimane al mese. Il dolore regolare cambia la personalità di una persona: diventa introversa, socialmente inattiva, si sviluppa la depressione.

La diagnosi viene fatta sulla base della presenza di tensione nei muscoli del trapezio e del collo, dolore quando si preme su determinati punti vicino alla parte posteriore della testa. La diagnostica strumentale delle patologie non mostra.

Spondilosi cervicale

La spondilosi è un processo di assottigliamento e fragilità delle sezioni laterale e anteriore del disco intervertebrale. Di conseguenza, le escrescenze ossee si formano ai bordi delle vertebre e il bordo anteriore delle vertebre acquisisce durezza ossea a causa della deposizione di sali di calcio in quest'area..

La malattia è accompagnata da un forte dolore nella parte posteriore della testa alle orecchie, alle spalle, agli occhi. A riposo, il dolore non scompare. È difficile trovare una posizione comoda per dormire di notte, fa male muovere il collo, in particolare il disagio acuto si verifica quando la testa viene lanciata indietro.

Sindrome vertebro-basilare

Con questa patologia, oltre al mal di testa, ci sono disturbi da parte del cervello e dei nervi ivi localizzati, che, a causa della compressione dell'osteocondrosi alterata delle spine, non ricevono abbastanza ossigeno.

Sindrome vertebro-basilare: mosche e luci, nebbia davanti agli occhi, perdita del campo visivo, nausea, vomito, sudorazione, fluttuazioni della pressione sanguigna, difficoltà a deglutire, nodo alla gola, raucedine.

Nevralgia del nervo occipitale (intrappolamento del canale spinale)

La patologia si verifica con compressione, irritazione, infiammazione del nervo occipitale. Le ragioni possono essere diverse:

  • lesioni alla nuca e contusioni;
  • infiammazione dei tessuti molli della testa e del collo;
  • diabete;
  • gotta;
  • patologia dei dischi intervertebrali;
  • tumori.

La nevralgia provoca dolore grave, acuto e acuto nella parte posteriore della testa. Assomiglia a una lombalgia con una corrente che raggiunge il collo e la dà all'occhio destro o sinistro. I pazienti descrivono il dolore come bruciore, palpitante, lancinante.

Il disagio si manifesta a destra oa sinistra, può diffondersi su entrambi i lati ed è aggravato dai movimenti del collo. La pelle nella parte posteriore della testa diventa sensibile al tatto e ai cambiamenti di temperatura. La parte inferiore della nuca è più suscettibile a questo..

Meningite

Un mal di testa può verificarsi con la meningite, un'infiammazione del rivestimento del cervello, che può verificarsi per vari motivi. La causa più comune di meningite è rappresentata da virus o batteri. La malattia è grave e pericolosa per la vita.

I segni includono forte mal di testa, febbre, vomito, nausea e fotofobia. Con questi sintomi, soprattutto se non c'è naso che cola e tosse, è urgente consultare un medico.

Spasmi vascolari del cervello

Con uno spasmo al collo e alla testa, il dolore si verifica nella parte posteriore della testa, che copre rapidamente la fronte e la corona e aumenta con il movimento. La natura del dolore è noiosa, esplosiva. Diventa più intenso quando si tossisce, accompagnato da gonfiore delle palpebre inferiori, torcicollo.

Lo spasmo dei vasi cerebrali si verifica a causa di vari fattori:

  • sovraccarico nervoso, mancanza di sonno;
  • alcol, fumo;
  • eccitazione, stress, ipotermia;
  • mancanza di ossigeno nella stanza.

A rischio sono le persone che hanno osteocondrosi del rachide cervicale, distonia vegetativa-vascolare, aneurisma, tiroide, reni e disturbi cardiaci.

Malattie croniche

Anche la parte posteriore della testa e del collo può ferire nelle seguenti condizioni:

  • malattie della regione vertebrale superiore: spondilosi, spondilite, osteocondrosi, fratture;
  • malattie del cervello, dei reni, delle ghiandole surrenali, accompagnate da un aumento della pressione sanguigna;
  • commozione cerebrale e contusione del cervello, emorragia subaracnoidea, meningite;
  • malattie dei muscoli del collo, loro sovraccarico durante l'attività fisica o dovuto all'attività professionale;
  • patologia vascolare: distonia non circolatoria, vegetativo-vascolare. Questo disturbo può portare a vasospasmo nel collo;
  • emicrania con o senza aura;
  • artrite, artrosi - malattie delle articolazioni temporo-mandibolari derivanti da bruxismo, malocclusione;
  • violazione del metabolismo ormonale nei vasi del cervello. Ad esempio, negli adolescenti, nelle donne in gravidanza, nelle donne durante la menopausa;
  • rachiocampsi;
  • tensione prolungata della pelle della parte posteriore della testa a causa del rafforzamento dei capelli in una coda stretta. Ciò porta all'irritazione del nervo occipitale;
  • cambiamento climatico improvviso.

Diagnosi della malattia

Se c'è un mal di testa da dietro e c'è una pesantezza al collo, è necessario stabilire la causa. In primo luogo, si rivolgono a un terapista, che, a seconda della natura del dolore, può indirizzare il paziente a un cardiologo, neurologo e altri specialisti..

Durante l'esame, i medici eseguono i seguenti metodi diagnostici:

  1. Ecografia Doppler dei vasi che forniscono sangue al cervello e al collo.
  2. Radiografia della cavità cranica.
  3. Risonanza magnetica del collo e della testa.
  4. Radiografia dell'articolazione temporomandibolare.

Metodi di trattamento

Il trattamento dipende dalla patologia identificata. Ad esempio, per la spondilosi, l'osteocondrosi, la nevralgia, vengono prescritti farmaci:

  • analgesici e FANS: Diclofenac, Ibuprofen;
  • miorilassanti: Midocalm, Baclofen;
  • un complesso di vitamine del gruppo B: Neurorubin, Milgamma;
  • medicinali che eliminano le vertigini: Vestibo, Betagistin.


Vengono eseguiti blocchi di novocaina, con la minaccia di violazione del midollo spinale, che non possono essere fermati dalle compresse di nevralgia, vengono eseguiti vari tipi di interventi chirurgici.

La fisioterapia è utile: ultrasuoni, magnetoterapia, ecc..

Se durante lo studio si riscontra miogelosi o miosite, vengono mostrati decongestionanti e antidolorifici, corsi di fisioterapia (trattamento laser, elettroforesi) e massaggio.

I dolori di natura vascolare sono alleviati da farmaci che eliminano lo spasmo arterioso e stimolano il deflusso venoso dalla cavità cranica.

La terapia di encefalite, meningite, emorragia richiede che il paziente sia in ospedale. Vengono prescritti antibiotici, farmaci emostatici, farmaci che migliorano la comunicazione tra le aree del cervello colpite, l'ossigenoterapia.

Per mal di testa da tensione, nevralgia del nervo occipitale, osteocondrosi, l'agopuntura è indicata in combinazione con il trattamento farmacologico.

Primo soccorso

Se hai dolore al collo e alla nuca, esegui le seguenti azioni:

  • misurare la pressione sanguigna. Se è superiore a 140/100, prenda 0,5 compresse di Captopress e il giorno successivo consulti il ​​medico. Autorizzato a prendere ibuprofene o altri analgesici;
  • fare massaggi: solo con assistenza e solo spalle. Non toccare il collo, poiché il dolore può essere causato da malattie in cui il rachide cervicale è mal fissato;
  • se, oltre al dolore, si sente uno scricchiolio quando si gira il collo, la sindrome del dolore è comparsa dopo un infortunio, chiamare un'ambulanza;
  • se non sei malato, la tua testa non ha le vertigini, non c'è perdita di coscienza, chiedi a un parente di acquistare un collare speciale per aggiustare il collo, quindi contatta un neurologo.


Fino a quando il fermo non viene acquistato, cerca di essere in posizione seduta, appoggiati allo schienale della sedia;

  • non sdraiarsi prima di aver fissato il rachide cervicale con un collare e aver consultato un medico;
  • Se il dolore è lancinante, la pressione e l'inclinazione della testa aumenta, applicare calore secco sul collo, chiedere a un membro della famiglia di massaggiare i muscoli del collo. Lo stesso può essere fatto con il dolore compressivo che copre le tempie e la parte posteriore della testa..

Gli analgesici per il mal di testa sono presentati nella tabella:

Nome del farmacoDescrizioneDose
DiclofenacFANS usati per artrosi, artrite, nevrosi e nevralgieApplicare 1 compressa tre volte al giorno.
MeloxicamUn analgesico utilizzato per malattie infiammatorie e degenerative con dolore.Il dosaggio consigliato è di 1-2 compresse al giorno..
IbuprofeneUn agente antinfiammatorio universale utilizzato per il dolore di varia genesi.1-2 compresse al giorno.
ParacetamoloAgente antipiretico e analgesico progettato per eliminare la sindrome del dolore lieve.2-3 compresse al giorno.
No-ShpaAntispasmodico, indicato per spasmi muscolari lisci e cefalee tensive.1-2 compresse per dose 2-3 volte al giorno.

Rimedi e ricette popolari

Puoi sbarazzarti di mal di testa inespressi con l'aiuto di erbe e infusi:

  • tè con origano alle erbe. Il consumo regolare della bevanda riduce l'intensità del dolore;
  • impacco di levistico. La pianta viene applicata sulla zona della nuca e del collo, pre-frantumazione e riempimento con acqua calda;
  • bere alla menta. Non solo calma i nervi, ma elimina la nausea. Fornisce un buon sonno e riposo, aiuta ad alleviare la tensione muscolare e ad alleviare il sistema nervoso.

Patologi della prevenzione

Per mantenere il tuo mal di testa meno probabile, devi prendere provvedimenti per saturare il tuo cervello con l'ossigeno. A questa fine:

  • procurati un cuscino ortopedico per dormire;
  • non mantenere il collo e la parte posteriore della testa freddi;
  • muoviti di più, fai ginnastica al mattino, ama lo sport;
  • se lavori al computer, fai delle pause di 10 minuti ogni ora;
  • controllare la pressione sanguigna;
  • cerca di evitare situazioni stressanti o impara ad affrontarle;
  • massaggiare quotidianamente il collo e le spalle con le mani o con dispositivi di assistenza.

Recensioni dei pazienti

Anna Novikova:

Da 12 anni soffro di dolori alla nuca più vicino al collo. Né l'agopuntura, né il massaggio, né le sanguisughe, né i cerotti anestetici aiutano. Ogni mese prendo antidolorifici e metto le flebo. Dalle vertigini, non riesco a piegarmi e girarmi da un lato all'altro, fa male sdraiarmi sulla parte posteriore della testa. La mia forza è andata. Sognano solo una cosa: svegliarsi la mattina senza dolore.

A casa, non sono stati in grado di determinare la causa del dolore al collo. I nostri medici non sono responsabili di se stessi, il livello di professionalità è basso. Sono dovuto andare in Germania. Si è scoperto: un'ernia nella colonna cervicale. A causa di ciò, le vertebre premono sul nervo e si verifica un dolore costante.

Ha seguito corsi di fisioterapia e terapia manuale. Uno di questi giorni ci sarà un esame di controllo. Se non ci sono miglioramenti, hanno in programma di sottoporsi a un'operazione.

Olga Klimova:

La mia diagnosi è l'osteocondrosi cervicale. A causa dell'insufficiente circolazione cerebrale, lo stato di salute è disgustoso: vertigini costanti, nausea, emicranie, sonnolenza, intorpidimento e fastidio al collo più vicino alla testa. Ogni mattina inizia a tirare, scricchiolare, crampi e stringere il collo. Ho dovuto fare riferimento al manuale.

Ho fatto 10 sedute di terapia, tutto è andato via. Fino a quando non torna il dolore, di cui sono molto contento.

Per Maggiori Informazioni Su Emicrania